• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

quadro_79

Nuovo Iscritto
Professionista
Buongiorno

sto seguendo la compravendita di un appartamento

- Ha beneficiato di un condono art.13 legge 47 /85 con cui è stata aggiunta una scala fissa per salire nel sottotetto a cui è stata data destinazione d'uso locale di sgombero.
- Quest'anno è stata rilasciata ulteriore sanatoria per piccole difformità ( spallette delle finestre e muri divisori traslati).
- L'abitabilità è stata rilasciata prima ancora del condono

La mia domanda è :
L'abitabilità/agibilità deve essere richiesta nuovamente o va bene quella vecchia rilasciata negli anni 70 ?
 

aLEcAS

Membro Attivo
Professionista
sicuramente nel caso di nuova richiesta o certificazione di agibilità andranno richiamati tutti i certificati allegati e prodotti con la precedente (collaudo statico, dichiarazione conformità impianti, accatastamento, ammissione allo scarico...).

In caso di compravendita servirà Attestato Prestazione Energetica conforme all'immobile e quindi se si vuol essere precisi, variazione catastale con indicazione corretta delle finestre e delle tramezze "?" (vedi muri divisori?).

Per l'agibilità non credo sia necessaria nuova richiesta, ma può essere utile una
autocerificazione agibilità (introdotta dal Decreto del Fare legge n. 69/2013).
Tale possibilità, consente di ottenere il certificato di agibilità mediante un’autocertificazione del Direttore dei Lavori o di un altro tecnico incaricato, che attestino la sussistenza dei requisiti richiesti ai fini di rilascio abitabilità. Quindi in più le integrazione delle attestazioni mancanti nella precedente abitabilità, che essendo rilasciata negli anni '70 non credo abbia attestazione del tecnico in merito al superamento delle barriere architettoniche e nuova dichiarazione di conformità rispetto al titolo in sanatoria
 

quadro_79

Nuovo Iscritto
Professionista
sicuramente nel caso di nuova richiesta o certificazione di agibilità andranno richiamati tutti i certificati allegati e prodotti con la precedente (collaudo statico, dichiarazione conformità impianti, accatastamento, ammissione allo scarico...).

In caso di compravendita servirà Attestato Prestazione Energetica conforme all'immobile e quindi se si vuol essere precisi, variazione catastale con indicazione corretta delle finestre e delle tramezze "?" (vedi muri divisori?).

Per l'agibilità non credo sia necessaria nuova richiesta, ma può essere utile una
autocerificazione agibilità (introdotta dal Decreto del Fare legge n. 69/2013).
Tale possibilità, consente di ottenere il certificato di agibilità mediante un’autocertificazione del Direttore dei Lavori o di un altro tecnico incaricato, che attestino la sussistenza dei requisiti richiesti ai fini di rilascio abitabilità. Quindi in più le integrazione delle attestazioni mancanti nella precedente abitabilità, che essendo rilasciata negli anni '70 non credo abbia attestazione del tecnico in merito al superamento delle barriere architettoniche e nuova dichiarazione di conformità rispetto al titolo in sanatoria

- La vecchia abitabilità rilasciata negli anni 70 è stata rilasciata genericamente su tutto il fabbricato ( come spesso veniva fatto all'epoca ).
- Con il condono non è stata rifatta abitabilità e neanche con la recente sanatoria.
-
Detto ciò, appunto, è necessaria una nuova autocerificazione di agibilità, visto che con il condono il sottotetto è diventato fruibile con una scala fissa ed è diventato locale sgombero ?
 

aLEcAS

Membro Attivo
Professionista
nel caso da Te posto, ovvero la compravendita, è necessaria quantomeno l'autocertificazione di agibilità (... senti anche il notaio), con tutti i certificati e le attestazioni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno a tutti
Ho una domanda per i più esperti,
Vorrei acquistare 6 quote su 7 di un immobile dove già vivo
A Che rischio vado incontro
Grazie
buongiorno a tutti
io sto trattando l 'acquisto di una casa della quale risulta solo una planimetria data 1939 in catasto e nulla in comune.
ovviamente come in quasi tutti questi casi le difformità tra quanto inserito in planimetria nel 1939 e la situazione attuale della casa sono parecchie. Per poter ottenere il muto e poter procedere con l'acquisto come posso fare?
Alto