1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, sto acquistando un'immobile da 4 eredi, 2 rinunciatari e 2 venditori che sono fratelli, la richiesta di mutuo mi è stata accettata e il mutuo deliberato il 25 giugno.. al momento della raccolta della documentazione il mio notaio si è accorto che uno dei rinunciatari ha omesso nella rinuncia uno dei figli che è oltretutto minorenne.. Lo abbiamo fatto sapere al signore in questione che si è giustificato dicendo di averlo omesso perché credeva che essendo minorenne non c'entrasse.. adesso sta provvedendo a risolvere la questione e ha scelto di intestare prima l'immobile al minore e poi chiedere l'autorizzazione al giudice tutelare per poter far vendere al minore.. adesso la questione è:
    1) la banca visto che ha già deliberato il mutuo e contava di chiudere il tutto in settimana aspetterà che si risolva questa questione o mi annullerà il tutto e dovrò pagare perizia e istruttoria comunque?
    2) altra domanda quanto tempo ci vorrà tra documenti autorizzazione ecc?
    3) mi hanno spiegato che la cifra che andrà al minore verrà vincolata? Cioè?
    4) aiutatemi a capirci qualcosa perché veramente sto dando di matto!
    Grazie in anticipo e scusate se il discorso è troppo intricato! La mia principale paura di è perdere il mutuo e doverlo rifare da capo!
     
  2. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    se ti fossi fatto assistere da un professionista delle vendite non avresti avuto problemi.... no agenzia?!? ahi ahi ahi...

    Smoker
     
  3. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Chi poteva sapere che un notaio faceva una rinuncia senza chiedere uno stato di famiglia al cliente che si è rivolto a lui.., fortunatamente il mio nataio se ne accorto.. e comunque io cercavo un aiuto e non una critica... tra tutti non credo proprio di avere colpe io
     
    A sarda81 e PyerSilvio piace questo messaggio.
  4. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    in senso lato si, hai firmato contratto senza porre in essere i controlli minimi perchè tutto filasse liscio... che poi tu non abbia responsabilità è altro paio di maniche....

    Smoker
     
  5. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Non ho firmato alcun contratto.. non ci siamo capiti.. io ho fatto richiesta di mutuo in banca portando solo planimetria e visura catastale.. poi una volta accettato il mutuo mi sono rivolto ad un notaio per il rogito notarile.. una volta finita la raccolta della documentazione e accortosi del problema mi ha convocato per comunicarmelo.. è compito del notaio garantire la piena sicurezza dell'immobile che si va ad acquistare... io nn ho nessun contratto.. solo un preliminare di acquisto.. io nn potevo sapere o immaginare una cosa del genere...
     
  6. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    In genere con il giudice tutelare i tempi non sono brevi...

    Chiedi a loro ma dipende soprattutto dai tempi immagino.

    Cioè il giudice autorizzerà la vendita se vede garantiti i diritti del minore.
    Ovvero riacquisto di un altro immobile oppure altra forma di investimento vincolata e altrettanto solida.
    Però sono pratico fino ad un certo punto.
     
    A GiuRes93 e PyerSilvio piace questo messaggio.
  7. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ab.qualcosa ti ringrazio spero che tempi brevi si intenda al massimo 2 settimane sennò avrò perso tutto.. anche perché il mio notaio mi ha spiegato che adesso stanno facendo l'intestazione della casa al minore e poi faranno richiesta di autorizzazione al giudice tutelare
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  8. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il preliminare è un contratto....

    Smoker
     
  9. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Purtroppo Anna non basteranno sei mesi.
    Le procedure sono lunghe e per di piu', neanche e' scontato, che il giudice acconsenta alla vendita.

    Diversamente, non occorrerebbe l'intervento di tale autorita', che invece e' previsto.
    Occorre l'intervento di un legale e quindi i relativi tenpi tecnici, saranno inevitabili, per la formulaziobe e le istanze, di relazioni, stati patrimoniali, condizioni familiari etc,
    Tutti elementi, che andranno valutati, per la maggior tutela, appunto, del minore.

    Intanto dove state ora, frattanto che procedevate all'acquisto..?
    Non dirmi in locazione e avete gia' inviato disdetta...
     
    A sarda81, Bagudi, annaros e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non so se saranno sei, ma certo si parla di mesi e non settimane.
    E mi raccomando, che si rivolgano per il ricorso al giudice tutelare ad un avvocato esperto nella specifica materia, che basta relativamente poco perché il giudice, alzatosi con la luna storta o estremamente scrupoloso, rimandi al mittente un ricorso con qualche pecca, allora si che sei mesi rischiano di non bastare.
     
    A PyerSilvio, Bagudi e annaros piace questo elemento.
  11. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    io non so veramente cosa fare.. so solo che non voglio dover perdere il mutuo per colpa loro.. per ora ho preso tempo con la banca, se dicessi tutto alla banca come pensate si comporterebbero? mi farebbero pagare istruttoria e perizia e metterebbero in stand-by il mio mutuo (che per me andrebbe anche bene come soluzione momentanea) o annulleranno tutto e quando saranno pronti i venditori con i documenti mi faranno rifare tutto dacapo?
     
  12. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Conviene da subito, "confessare" alla banca, quanto sta accadendo.

    In fondo la circostanza non è dovuta a te.

    Il fatto che l'istituto di credito, ti abbia deliberato in tempi brevi la pratica, sta a significare, che sei una buona cliente.

    Se tecnicamente, si può procedere oggi, lo si potrà fare pure fra sei mesi.

    La banca stà lì a vendere i soldi.

    Giuocare a carte scoperte con la tua banca, ti consentirà, qualora fosse necessario, di rivedere e correggere gli accordi preliminari, che posti in essere in concertazione e supervisione con il tuo notaio, ti permetteranno di rimettere l'intera pratica di compravendita, su binari corretti.

    Non hai bisogno d'altro.

    Qualora dovesse accadere, di dover rifare o integrare la pratica con nuove spese, di perizia e o accessori vari di istruttoria, questi costi dovranno essere rimborsati dalla parte venditrice, che suo malgrado, si è resa responsabile di questa lungaggine.

    Tuttavia, non dimenticarti, che occorre cautela e diplomazia.

    Se la pretesa, può scaturire contrasti e frizioni tra le parti, buttare via 3 4cento eurodi spese non è la fine del mondo.

    Ti resterà la possibilità, in sede di atto notarile, luogo deputato a regolamentare i conti in via definitiva, di porre in essere una "zampata" finale, a decurtarli dal saldo prezzo.

    Quanta caparra hai versato al preliminare..?
     
    Ultima modifica: 8 Luglio 2016
  13. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Per il preliminare 3.000 euro
     
  14. annaros

    annaros Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Come si fa a decurtarli dal saldo se è la banca che versa i soldi ai venditori direttamente?
     
  15. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se non disponi dei quattrini, perche' provengono tutti dall'erogazione del mutuo, devi trovare l'accordo prima.

    Quindi il venditore, in sede di atto, contestualmente alla ricezione dell'assegno circolare del saldo, ti consegnera' un suo assegno, per il rimborso delle spese sostenute.

    Si puo' forzare le questioni, provando a pretendere, citandole in atto, un pagamento parziale di altri cespiti, quali possono essere quelle delle spese condominiali.
    Dove i venditori, si prendono l'onere, di ottemperare fino a quel corrispettivo, che hai impiegato per altre spese, quelle delle eventuali perizie integrative.

    A ritrovare la quadra del tuo conto economico.

    In mancanza di altri cespiti, sui cui "aggrapparsi" e o, di pacifiche intese, se non te li vorra' dare, non te li dara'.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina