1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sabate

    sabate Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, dunque io vorrei comprare un immobile che è stato donato dal marito alla moglie nel 2000. Nel 2009 è morto il donante, 6 mesi dopo la morte i legittimari (moglie e i 3 figli) si sono messi d' accordo e ognuno ha avuto la sua parte. Tutto ciò è stato fatto con un legale.

    Che rischio corro se compro? Su cosa devo starte attento?

    Grazie

    Andrea
     
  2. Cucci49

    Cucci49 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se i venditori ora sono tutti i legittimari non corri rischi, perchè l'azione di riduzione della donazione dura vent'anni dalla donazione ema dieci dalla morte del donante.

    Questo perchè hai detto che "si sono messi d'accordo" quindi presuppongo che ci sia un atto di divisione o un atto ricognitivo.

    Se la venditrice è la sola moglie, i figli possono concorrere in atto per prestare la rinuncia all'azione di riduzione.

    Qui vi è il problemino: in realtà anche loro non sono immortali e quindi dovrebbero dare la rinuncia anche per gli eventuali loro eredi, per i quali però la rinuncia sarebbe preventiva ed invalida.

    In sostanza occorre vede se c'è un atto di divisione, con accordo, che ricomprenda nella massa successoria la donazione.

    Se non c'è bisogna fare un atto ricognitivo che riconfermi la piena soddisfazione dei legittimari e costituisca rinuncia.

    All'atto pratico l'unico vero problema è dato dalle banche che fanno comunque un po' di storie

    Per forza, l'atto di donazione è perfettamente valido, ma è pur sempre un atto annullabile.

    Vai dal Notaio con tutti i documenti, compreso "l'accordo" dei legittimari, la successione la donazione ecc. vedrai che ti da la soluzione che accontenta anche la eventuale banca.
     
  3. sabate

    sabate Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta. La venditrice è la sola moglie. I figli (eredi legittimi) hanno ricevuto altri beni (azioni, terreni e così via), quindi ognuno ha ricevuto la sua parte.

    Anche se morisse qualcuno, la loro parte l' hanno ricevuta. Al massimo se un figlio di un legittimario concorre per prestare la rinuncia all' azione di riduzione, dovrei pagare la differenza di quello che ha già avuto e la rivalutazione dell' immobile? O sbaglio.

    Andrea
     
  4. Cucci49

    Cucci49 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Si, ma allora se non hanno fatto una divisione con assegnazione ricomprendente l'oggettto di donazione allora bisogna fare l'atto ricognitivo o perlomeno che intervengano all'atto di Compravendita anche i figli per prestare rinuncia.

    Per i nipoti si è così l'eventuale azione di riduzione è limitata alla pertoccanza del legittimario che si sente leso.

    l vero problema sono le banche, sia per te che per i tuoi futuri compratori. Il problema cessa nel 2019.
     
  5. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il problema sono le banche che in caso di donazione fanno MOLTI PROBLEMI ad erogarti un mutuo. Anzi, se devi accenderne uno, fai ben presente agli Istituti di Credito la situazione, perchè la maggior parte di loro non eroga in presenza di donazione.
    Il problema vero possono essere eventuali eredi illegittimi, che impugnerebbero la donazione annullandola
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    il problema delle banche non sono gli eredi legittimi, ma quelli che possono eventualmente 'spuntare' fuori successivamente.
    La rinuncia degli erewdi legittimi non è sufficiente x le banche.
    Poi bisogna vedere caso x caso
     
    A proge2001 piace questo elemento.
  7. sabate

    sabate Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    la mia banca mi ha già approvato il prefinanziamento; peró fino all' altro giorno non sappevo niente della problematica, quindi loro fino ad adesso non ne sanno niente. Però le carte alla banca gliele ho date già 2 settimane fà; forse non l' hanno ancora visto.
     
  8. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il tuo notaio ha già inviato la minuta in banca? Perchè da lì si vede la provenienza dell'immobile.
     
  9. sabate

    sabate Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sinceramente non lo so.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina