1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tommytiger

    tommytiger Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti,
    vorrei ricevere dei consigli e proposte su come gestireste al meglio questa situazione:

    Situazione: Un padre vuole comprare un immobile al figlio (unico) maggiorenne che non ha reddito fisso. Tale immobile sarà "prima casa" del figlio. Naturalmente il figlio non avendo liquidità/reddito sufficiente dovrà ricevere il denaro in donazione dal padre.

    Nel dettaglio: Il valore dell'immobile è di 600k euro e dal momento che il rogito andrà per le lunghe (8-10 mesi) si decide di fare e registrare il preliminare dal notaio (il venditore vuole 100k euro in questa sede).

    Ora, come pensate sia meglio gestire la cosa? Fare due donazioni di denaro differite (una di 100k prima del preliminare e una di 500k al rogito) oppure una sola o altro? Secondo voi quanto sarà il costo del notaio a grossissime linee dovendo fare due donazioni oltre alla compravendita?
    Naturalmente le possibilità gestionali devono soddisfare la necessità che il proprietario dell'immobile sia il figlio anche per poter ricevere le agevolazioni prima casa.
    Grazie per chi vorrà rispondere!
     
  2. SGTorino

    SGTorino Ospite

    Partendo dal fondo, ritengo molto più facile porre questa domanda direttamente ad un notaio richiedendo un suo preventivo per l'ipotesi di una sola donazione con vendita e per l'ipotesi di doppia donazione sempre con vendita finale. Personalmente, consiglio sempre ai miei clienti di effettuare la donazione del denaro (come farai tu) e mai dell'immobile, per una serie di motivi legati alla commercializzazione futura del bene e per limitare i danni del beneficiario in caso di violazione di quote di legittima. Da ultimo, mi permetto di consigliarti di non limitarti a fare registrare il contratto dal notaio (la registrazione la potresti fare tu di persona), bensì di richiedergli (oltre alla registrazione) la trascrizione dello stesso, stante l'ammontare non indifferente dell'importo della caparra confirmatoria e le tempistiche non brevi per andare al rogito.
     
    A marcellogall e gmp piace questo messaggio.
  3. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La risposta di SGTorino è completa ed esauriente. Nulla da aggiungere.
     
    A eldic e (utente cancellato) piace questo messaggio.
  4. karuba

    karuba Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    intestazione a tuo figlio che ha se ne possiede i requisiti di legge le agevolazioni I casa. ovviamente il notaio trascrivera il preliminare cmq ricordaglielo.su donazione ce franchigia di 1 milione al superamento della quale paghi 4%.tuo figlio paga imposta I casa 168+168sempre che l immobile e tuo figlio abbiano i requisiti ai fini delle agevolazioni. verifica il tutto con notaio.essendo donazione sappi che interessati futuri legittimari nei 20 anni da donazione possono trascrivere opposizione a donazione per evitare che il bene circoli liberamente senza che i terzi sappiano che è eventualmente stata non rispettata una quota legittima
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina