1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno.
    Espongo un caso non realmente accaduto ma giusto per sapere eventualmente come comportarsi "al meglio" in un caso ai limiti del paradossale (ma vi giuro che ne ho viste tante da non sorprendermi piu' di nulla...)

    Tizio vede la casa di Caio tramite un AI. Fa una proposta, rifiutata. Tizio e Caio si incontrano e si accordano privatamente in quanto nel frattempo l'AI ha perso il mandato e per propri motivi non intende piu' seguire i due (che sia professionale il comportamento o meno, non fa parte della discussione).
    Tizio e Caio sanno comunque di dover pagare la provvigione a termini di legge, ma non riescono ad accordarsi con l'AI, il quale per ripicca vuole una provvigione esorbitante. Non si raggiunge un acccordo sulla cifra (qui sta il paradosso...).
    Al rogito, pero', occorre indicare se non sbaglio se ci si e' avvalsi di agenzia e indicare gli importi (o la percentuale sul prezzo).

    Come fare allora a rogitare, senza incorrere in dichiarazione mendace in attesa di accordarsi "con le buone o con le cattive" con l'AI?

    Se si rogita senza nominare l'intervento dell'AI ma poi si pagano regolarmente le fatture in un secondo tempo una volta recapitate a venditore e acquirente, occorre fare una rettifica all'atto?

    Grazie e saluti.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, la situazione non è poi tanto paradossale... anzi alquanto normale, la soluzione è comunque molto semplice perchè chi è in torto ( secondo legge ) sono il venditore e compratore, i quali... secondo quello che riporti ... devono liquidare l'AI per quello che è la percentuale di uso ( il 3%) eventuale accordo può esistere solo in difetto, cioè per una percentuale più bassa, tieni presente che nella proposta redatta e non accettata deve essere indicato per legge la percentuale, quindi è un problema già sorpassato. Per quanto riguarda l'indicazione in atto dell'essersi avvalso dell'Agenzia, questa deve essere fatta in sede di rogito come la presentazione della/e fattura/e . Se compratore e venditore dovessero decidere di comune accordo di non coinvolgere l'AI all'atto e poi sanare la situazione in seguito, non è necessario rettificare l'atto ma sarà l'AI ha riportare la vendita sul registro delle operazioni. Fabrizio
     
    A Ponz piace questo elemento.
  3. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Esatto, codesto Agente dovrebbe sapere che in caso di non accordo sulla provvigione ci si rifà agli usi e consuetudini.

    C'è da capire se la "provvigione esorbitante" ( visto che non è specificata) è "esorbitante secondo voi" . ;)[DOUBLEPOST=1370941598,1370941522][/DOUBLEPOST]
    Come fanno a sanare una dichiarazione mendace?
    Dovranno dire che si sono serviti di un agente e che lo pagheranno in futuro, semmai ;)

    PS.

    Gli usi e consuetudini non indicano dovunque il 3% ;)
     
    A studiopci piace questo elemento.
  4. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma non non devono integrare l'atto... però :risata:
     
  5. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se scrivono che devono pagarlo sembra si possa fare. ;)

    Anche a me non torna affatto, ma parola di notaio... :D non tutti i notai sono concordi però (anzi, per ora ne ho sentiti solo uno dire ciò). :D

    D'altronde la norma non concede eccezioni, mi pare... se no basterebbe farsi pagare dopo per non dichiarare nulla in atto... :D

    Quindi secondo me dovranno affermare che lo pagheranno secondo gli usi e consuetudini, indicandone la percentuale e allegando gli assegni, invitando l'agente a spedire le fatture per quegli importi entro il rogito, se non lo fa, l'inadempiente è lui. :D
     
    A Wile piace questo elemento.
  6. Studio CR

    Studio CR Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    wile... ma con tutte le cose reali che ci capitano, ora ci mettiamo anche ad ipotizzarle?! :risata:
     
    A Damiameda piace questo elemento.
  7. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie delle risposte.

    La richiesta "esorbitante" riguarda ovviamente il caso in cui l'AI presenti una fattura al di fuori della percentuale stabilita dalla Camera di Commercio locale. In tal caso, venditore e compratore, per pagare secondo gli usi, dovranno sicuramente convenire in giudizio con l'AI o ricorrere all'arbitrato della Camera di Commercio. Penso che comunque, in realta', ad un accordo ci si arriverebbe, visto che nonostante tutto l'AI avrebbe una provvigione senza aver dovuto seguire al 100% i clienti (lavoro non indispensabile alla maturazione del diritto).

    Era importante stabilire se era possibile impostare il rogito in mancanza del pagamento dell'AI all'atto. E se il non nominare l'intervento di un AI nel rogito avesse influenza sulla validita' del medesimo (o meglio implicasse sanzioni amministrative).
     
  8. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Questa mi sembrerebbe una buona soluzione...:applauso: :applauso:
    Solo che se non le spedisce... bisognerebbe poi indicare che in difetto il Notaio custodira' gli importi per anni 1 salvo restituirli in caso di mancanza di richiesta da parte dell'AI entro il termine di legge sulla rivalsa in caso di non pagata mediazione (che non sarebbe pero' IMHO applicabile visto che comunque il credito e' riconosciuto in atto e non so fino a quando prescrittibile).
     
  9. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Le fatture deve emetterle lui, se le parti inviano fax indicando tempi e modalità.... zac! ;)[DOUBLEPOST=1370943563,1370943444][/DOUBLEPOST]
    Certo che ne ha: la dichiarazione mendace è prima penale, poi fa decadere gli effetti del prezzo valore... ;)
     
  10. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Dovrà pagare solo Caio in quanto il mediatore era titolare di un mandato conferitogli dallo stesso Caio.
    Quindi non provvigione, ma compenso come sicuramente precedentemente concordato.
     
  11. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Risposta corretta se mandato volesse dire Mandato ;) cosa che potrebbe anche esser vera visto che si teorizza e non si parla di cose accadute. Ma penso che Wile intendesse "incarico". Ce lo potrà confermare o smentire appena legge.

    Nel caso fosse "mandato" fosse invece "incarico", come credo, la sua "scadenza" non significa nulla...
     
    A dormiente piace questo elemento.
  12. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    opps... ha fatto un lapsus... dovevo scrivere incarico... mea culpa...:disappunto: :disappunto:

    In ogni caso il mandato/incarico si intendeva scaduto.
     
  13. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sarai frustato in pubblica piazza primo perchè hai creato stà discussione e secondo perchè hai anche fuorviato le cose!!! :risata:
     
    A Ponz e Wile piace questo messaggio.
  14. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mi basta aver preso moglie...:^^:

    A mia parziale discolpa, conosco molti AI che parlano di mandato e di incarico come se fossero sinonimi e inducendo spesso confusione negli stessi clienti... ma quando vai al dunque la "parcella" la prendono da entrambi...:p
     
    A studiopci e Ponz piace questo messaggio.
  15. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Come sai, poco conta, se si parla di mediazione, anche se qualche avvocato ci prova a farlo valere, spessissimo rimbalzando.
     
  16. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non mi risulta che nella proposta debba essere indicata la provvigione (per legge)?
    A me risulta che la percentuale della provvigione è un contratto che deve essere fatto tra Agenti Immobiliari e acquirente e venditore ed è meglio non sia inserita nella proposta che può diventare un contratto tra proponente e venditore.
     
    A dormiente e Ponz piace questo messaggio.
  17. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Purtroppo in Italia le leggi si devono anche interpretare, desumere o trarre per conseguenza, per cui se in atto la legge impone la ( barbara ) trascrizione anche dell'importo della mediazione con presentazione e riporto delle fatture, se il rogito si forma per traslazione del compromesso di vendita e se sempre per legge la proposta di acquisto deve essere registrata e sempre per legge la proposta ( logicamente redatta in modo completo ) all'atto dell'accettazione diventa contratto tra le parti ( compromesso ) tal che la Cassazione ha decretato che la proposta non deve riportare alla sottoscrizione di altro contratto, pena la nullità del negozio giuridico, per logica conseguenza la proposta di acquisto deve riportare anche l'importo della mediazione... beninteso questo ufficialmente. Fabrizio
     
  18. Deportivo

    Deportivo Membro Attivo

    Agente Immobiliare

    in effetti il collega ha ragione! aggiungo inoltre che alcune volte su sto forum i privati cercato "man forte" per scavalcare le agenzie... Mentre in realtà sono loro stessi a essere scorretti!
     
  19. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Forse non avete capito la situazione o forse non e' chiara.

    I due non hanno intenzione di "scavalcare" l'agente, si trovano di fronte ad un agente che non vuole prestare loro la sua opera, oppure, in alternativa, vogliono per motivi che non sto qui a discutere l'agente fuori dai co**ioni durante al trattativa (mai discusso qui di gente che si ritrova con un agente indisponente e/o incapace e preferisce acquistare la stessa casa con un altro piu' disponibile? Praticamente tutti i giorni...), ma comunque intendono nel rispetto della legge pagargli il dovuto.

    Perche' devo avvalermi per forza dei servizi di qualcuno se questi servizi ad un certo punto non mi servono piu' o non portano ai risultati richiesti??? Non e' sufficiente che io paghi e buonanotte??

    Ma, ormai, lo "scavalco" certi agenti lo vedono anche quando il genitore vuole pagare il gelato al posto del bimbo con in mano un soldino...
     
    A catrimini piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina