1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Rmotta

    Rmotta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Gentili Esperti,

    vi metto in contatto con voi per avere una vostra opinione riguardante una spiacevole situazione con una agenzia immobiliare, alla quale mi son generalmente rivolto.

    La situazione è questa:
    Ero a conoscenza di un immobile, sito a distanza 400 metri dalla mia abitazione. Esso è nuovo, ed ancora si vede la GRU indicando chiaramente la posizione del cantiere. E' esposta l'insegna di vendita DIRETTA della ditta costruttrice sul fronte dell'immobile.

    Ricercando offerte più convenienti, mi ero rivolto all'agenzia richiedendo immobili USATI. La stessa in successivo momento (alcuni mesi dopo) mi ha contattato via mail proponendo un immobile di Nuova costruzione, senza indicare riferimenti di ubicazione o del costruttore (salvo dati tecnici relative a m2, ecc). Mi son rivolto all'agenzia per avere ulteriori dati (ovviamente senza sapere che si trattava di un immobile che già conoscevo).
    L'Ai, mi da un piantina della stessa per apprezzare caratteristiche tecniche e ,senza ancora indicarmi l'ubicazione, mi propone di visionare l'immobile. Io rifiuto poiché non intendo visionarlo con l'AI. Non è stato firmato nessun foglio di visita, in quanto NON è stato visionato.
    Per'altro conoscevo il costruttore, il quale mi aveva già indicato altri suoi appartamenti.
    Esso mi rassicura che l'AI non ha nessun mandato di esclusiva per i suoi appartamenti.

    Un mese dopo, stanco della ricerca di immobili usati non adeguati, ho trattato privatamente con il costruttore, arrivando ad un accordo.
    Adesso mi vedo ricapitare via Email una richiesta di provvigione.

    E' la richiesta dell'AI legittima?
    Quale nesso causale può configurarsi fra la sola segnalazione dell'immobile (tral'altro rifiutata, perché già a conoscenza) e la conclusione dell'affare?
    Purtroppo non posso provare quanto indicato (salvo per il fatto che non ho mai firmato nulla rivolgendomi in agenzia solo per saper di più riguardo ad un email da loro inviata). Chi l'onere di prova in queste situazioni?

    Come dovrei comportarmi?

    Vi ringrazio dei sicuri vostri interessanti spunti.
    R
     
  2. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    L'agenzia deve dimostrare di aver offerto l'immobile e di aver dato informazoni complete, ivi compre la ubicaziione dell'immobile
    Lei deve dimostrare di non aver accettato l'opera del mediatore per l'acquisto di quell'immobile.
    In pratica occorre verificare se l'agenzia ha messo a contatto le parti, anche con la sola segnalazione del nominativo all'impresa e se questa ha accettato la segnalazione.
     
  3. pampa98

    pampa98 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Salve.
    Lei scrive testualmente:
    "L'Ai, mi da un piantina della stessa per apprezzare caratteristiche tecniche e, senza ancora indicarmi l'ubicazione, mi propone di visionare l'immobile. Io rifiuto poiché non intendo visionarlo con l'AI."
    Onestamente qui mi pare mancare un passaggio e quindi ritengo che lei stia omettendo dei particolari essenziali.
    Infatti non vedo come si possa servirsi di un agente immobiliare e non voler poi vedere con lui un bene di cui si afferma di non conoscere ancora l'indicazione dell'ubicazione.
    Come pensava di poter visionare l'immobile di nuova costruzione se non aveva avuto ancora l'indicazione esatta di dove si trovava?
    Se viceversa aveva già riconosciuto il bene dalla piantina o da altre affermazioni che non riporta nel suo racconto e non lo ha detto trasparentemente, con questa condotta maliziosa ha creato il presupposto per la poca chiarezza che ci segnala e per la richiesta di provvigione ricevuta.
    Ale
    saluti
     
  4. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se - e ripeto se - le cose stanno nei termini che descrivi, ovvero non hai visionato l'immobile con l'agenzia, non vedo francamente come i colleghi possano chiederti una provvigione.
    Se così fosse le persone dovrebbero impedire alle agenzie di proporre immobili ai clienti, correndo un rischio spaventoso.

    Dubito che giudizialmente o stragiudizialmente possano chiederti alcunchè.

    Se viceversa, hai visitato l'immobile in questione con un agente immobiliare, sia che abbia o non abbia un incarico verbale o scritto da parte del costruttore, sia che tu abbia o non abbia firmato un foglio visita, saresti obbligato a riconoscere al mediatore la provvigione secondo gli usi di piazza.
    Il mediatore iscritto al ruolo, infatti, matura la provvigione secondo quanto scritto nel codice civile a prescindere dagli accordi scritti o verbali con le parti.

    g
     
  5. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Racconto troppo poco chiaro! Secondo me..... gatta ci cova!!!
     
  6. elio

    elio Membro Junior

    Privato Cittadino
    comunque ,anche se non è stato chiaro, se l'agenzia non gli ha fatto firmare il foglio di visione immobile e non ha fatto incontrare le due parti, la provvigione se la scorda,
     
  7. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Certo...se le cose stanno così se la scorda!!! se invece l'agenzia gli ha proposto l'immobile, lui ha detto di non volerlo vedere e poi una volta saputo qual'era è andato a vederselo direttamente....... qualcuno può liberamente pensare di essere stato imbrogliato!!!
    *Il foglio visita purtroppo non è obbligatorio!!! Ci vorrebbe una legge che obbligasse i clienti a firmare che ricevono informazioni su questo o quell'immobile.
     
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    poche info e poco chiara la situazione
     
  9. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ragazzi non si può sempre aver ragione...
    Essere di parte va bene, ma a tutto c'è un limite. Figuriamoci se io per aver chiamato un cliente e avergli proposto un immobile che lui rifiuta di venire a vedere possa pretendere le provvigioni. Ma che scherziamo? Sarei miliardario! :risata:

    Non siamo mica la polizia! :^^:

    Se poi le cose non sono come ci sono state raccontate, dov'è il problema? Qui non si sta facendo un processo a qualcuno, ma si risponde a una richiesta, qualsiasi essa sia, nei termini nei quali ci viene sottoposta.
    La teoria del complotto lasciamola ai giornalisti ;)
     
    A Maria Antonia piace questo elemento.
  10. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hai ragione.....è solo che a forza di essere fregati siamo diventati molto sospettosi!
     
  11. Rmotta

    Rmotta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Premesso che ho impostato il racconto nel modo piu oggettivo possibile, perche ho bisogno di un vostro parere imparziale (se nascondesse dei dettagli queste domande sarebbero inutili)
    Il nodo della questione e' questo:
    Mi son servito dell'Agente per chiedere ulteriori informazioni su un immobile, del quale mi aveva dato informazioni parziali via mail (escluso indirizzo e proprietario).
    Nel momento che mi propone una proprietà' della quale sono già a conoscenza e conoscevo gia' il costruttore, io rifiuto il servizio dell'agente (non intendo imbrogliare, ma semplicemente non accetto il servizio). Qualcuno indica che "una volta che ho scoperto quale era, sono andato a visionarlo da solo": certamente, dato che di fatto non ho accettato il servizio. NON ho visionato l'immobile con l'AI. Appunto ritengo che non sia l'AI a mettere in contatto le parti. Mi preoccupa la situazione dato che non esiste un modo di provare che non ero interessato, ma l'agente non puo provare di aver messo in contatto le parti: ripeto l'immobile se trova a 400 metri da casa mia, lo posso vedere dal balcone e ha un cartello di vendita diretta del costruttore (il quale gia' conoscevo).
    Io ritengo che aspetti a chi richiede richiede il compenso per un servizio, provare di avere erogato il servizio.

    Nel caso siano necessari ulteriori dettagli, proverò ad elencarli oggettivamente.

    Grazie mille.
    R
     
  12. marcom

    marcom Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    io AI dedico una settimana del mio tempo ad un cliente ,facendogli visionare 20/30 immobili, a prezzi non abbordabili dal cliente.Il cliente visti i prezzi declina ogni volonta' di acquisto con me; io AI mi metto alla finestra e aspetto che questo cliente acquisti con altro AI magari a prezzi sicuramente inferiori, io ,pretendo ugualmente le prov.Bel lavoro,....non vi sembra che ultimamente molti vs colleghi( leggendo il forum) si comportino in modo alquanto allegro ,pretendendo provv non dovute ,facendosi forti di una legge tutta da interpretare.
     
  13. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    marcom che al mondo ci siano i furbi è innegabile, come in ogni categoria c'è chi lavora male e cerca di fare il furbo...........alcuni esempi: meccanici, idraulici, elettricisti, (vedi striscia la notizia) ecc.
     
  14. Immobiliare Elisa

    Immobiliare Elisa Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se durante un colloquio in una agenzia il cliente si rende conto di ricevere informazioni su un alloggio che ha già visitato direttamente o tramite un'altra agenzia, deve immediatamente darne comunicazione all'Agenti Immobiliari, fornendo informazioni che possano far capire senza ombra di dubbio che il cliente era già a conoscenza della proposta (nome del costruttore, ubicazione esatta dell'immobile, descrizione precisa ed inconfutabile), se invece il cliente intuisce, grazie alle informazioni dell'agente immobiliare, l'esatta ubicazione dell'immobile e avvia una trattativa privata, in questo caso è sottrazione di provvione. Purtroppo tutti gli Agenti Immobiliari sanno quanto sia difficile dimostrare di essere stati raggirati.
     
  15. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La provvigione certamente non gliela corrisponderà, tuttavia la sua condotta, mi perdoni, è stata un po ambigua. Era sufficiente come ha detto un mio collega prima, segnalare chiaramente all'AI che quell'immobile lo conosceva già ed era già in contatto col costruttore. Il fatto che il cantiere sia davanti a casa e soprattutto che il costruttore non abbia dato esclusiva NON conta nulla.
    :stretta_di_mano:
     
  16. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    non siamo la polizia..ma ci chiedono pareri e a volte giudizi...non si puo' dare del resto dei giudizi su un operato avendo informazioni frammentarie e a "naso" di parte;)
     
  17. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    una precisa domanda...TU l'immobile del costruttore lo avevi mai visto prima? o parlato col costruttore che dici di conoscere? e sopratutto dando la tua mail all'AI...avevi espresso desiderio di essere informato di tutti quegli immobili che poenzialmente potevano interessarti?
    Sai quante volte mi sento dire...azz.. ho visto la gru,ma non mi sono mai fermato..o il cantiere e' li' da un anno e non ho mai chiesto info di sorta...
     
  18. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ripeto: A mio modo di vedere il collega (ammesso che così stanno le cose) non ha diritto alle provvigioni.
    Peraltro in giudizio secondo me il giudice si farebbe una grassa risata... almeno qui a Genova.

    Qui per ottenere giudizialmente a una provvigione, bisogna avere una serie di requisiti spaventosi. Figuriamoci per una telefonata...
     
  19. Antonella de Paolis

    Antonella de Paolis Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Un applauso a Giorgino, risposta pertinente e ben calibrata senza voli pindarici.:ok:
     
  20. Rmotta

    Rmotta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Conoscevo il costruttore, perche avevo visionato altri suoi appartamenti. Esso all'occassione mi aveva indicato il prezzo dell'appartmento che poi ho comprato, che avevo ritenuto troppo alto (iniziavo la mia ricerca, e ancora ero convinto di poter trovare un usato a buon prezzo). Quindi non avevo visionato l'immobile (in effetti la mia Richiesta all'AI riguardava usati. Loro mi hanno segnalato una costruzione nuova, e quindi sono andato a cercare informazioni per capire se era del mio interesse, e come gia' detto prima, ho rifiutato il servizio).
    Dal mio punto di vista, la correttezza riguarda il professionista: richiedere la provvigione, allorquando il proprio valore aggiunto e' inessistente utilizzando una legislazione incompleta e poco trasparente, mi pare scorretto. Io non ho usato le parole che voi indicate, dato che sono un consumatore che si e' rivolto all'agente, e nn ero cosciente di dover dare dati inconfutabili sull'immobile per dire che lo conosceva. Mi son limitato a dire che non ero interessato e che nn intendevo visionarlo, cosa che nel momento mi era parso suficciente.
    Ma sul piano legale: chi ha ragione? e come lo si prova? (spero che la legge mi tuteli)

    Grazie mille
    R
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina