1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
?

A quasi tre anni dall'inizio della crisi che sta succedendo?

Sondaggio terminato il 13 Dicembre 2010.
  1. Tutto fermo. Non si vedono cambiamenti!

    109 voti
    40,5%
  2. Qualche timidissimo segnale di rirpresa c'è...

    114 voti
    42,4%
  3. Secondo me la situazione sta cambiando...

    39 voti
    14,5%
  4. Si sta decisamente vivacizzando!

    7 voti
    2,6%
  1. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Leggevo l'altro giorno una lettera scritta ad un cliente nel 2008 (febbraio) ove gli spiegavo che tra l'altro il suo immobile non era stato venduto a causa della crisi del mercato immobiliare che già si era evidenziata nel secondo semestre 2007. Che cassandra!!!

    Poi è arrivata la crisi dei mutui americani ed i loro titoli tossici che hanno invaso il mondo finanziario, la conseguente crisi del sistema, e la recessione con decine di migliaia di nuovi disoccupati.

    Tutte queste cause e concause hanno portato alla peggiore crisi del settore immobiliare che si conosca.

    Contrazione delle vendite, difficoltà d'accesso al credito, instabilità finanziaria delle famiglie... e noi in mezzo.

    Ora a quasi tre anni dall'inizio della discesa che sta succedendo?

    sembrerebbero, nel perdurare della crisi, che vi siano timidi segnali, intendiamoci da elettroencefalogramma piatto, siamo passati ad uno stato vegetativo.

    Ci vorranno 2 o 3 anni perchè il mercato si stabilizzi e vi siano le condizioni per una ripresa, che non può non essere accompagnata da un'assestamento dell'economia reale.

    quindi quando vedrete i tassi d'interesse ripartire verso l'alto, quando vedrete il PIL dell'Italia con un bel segno + e quando vedrete il tasso di disoccupazione (dato di oggi 8,5% in Italia 8,6% area OCSE), calare ad un più sano 7%, beh allora vedremo le vendite di un tempo... e non dimentichiamoci la lezione
     
    A andrea boschini e bravehearth piace questo messaggio.
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :applauso: :applauso: :applauso:
     
  3. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Se i proprietari non decidono, una buona volta, di mitigare le loro pretese e di acconsentire ad abbassare il prezzo dei loro immobili in vendita, qualsiasi ripresa delle compravendite del mercato immobiliare continuerà ad essere un' Araba Fenice: che ci sia ognun lo dice, dove sia nessun lo sa!
     
  4. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Grande Ale , purtroppo è la triste verità.
     
  5. ma70

    ma70 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    il 70% dei proprietari non ha bisogno di vendere e giustamente non calano il prezzo (anche io faccio così, per quel poco che ho), il 30% che ha bisogno cala il prezzo quando si stringono le scadenze e vendono.
    il mercato ripartirebbe con i mutui al 100 % (anche 110 come una volta), ma con basilea 3 (bravi eurocretini), non so quando torneranno.
    facciamo gli affitti a prezzo!
     
    A osammot piace questo elemento.
  6. apiso

    apiso Membro Junior

    Privato Cittadino
    Bravo, tieniti pure la tua casina, ma per favore non mi parlare di mutui al 110% come se fosse la risoluzione al problema, sono stati proprio quei prestiti sconsiderati a crearlo....
     
  7. immpittaro

    immpittaro Ospite

    Qualche timido segnale c'è e speiamo non legato a Settembre, mese notoriamente vivo per l'immobiliare. Quello che manca è la positività nella gente: quando non si fidano ad acquistare perchè devono vendere l'immobile di proprietà ( 14 mesi non bastano ancora per tranquilizzarli :shock: ) oppure perchè ricevono solo demotivazioni dalla banca etc etc
    Se non si riaffaccia una certa positività anche l'aumento di trattative può essere sterile.:basito:
     
  8. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    VEro Immpittaro, se si aggiungiamo che si parla si paventa si discute di elezioni anticipate siamo alla frutta.
    La gente in presenza di elezioni si ferma automaticamente in attesa degli eventi.
    NON capiscono un caso, i media influenzano molto il popolo, ma i giornalisti pur di far notizia allarmando tutto e tutti .............
     
    A enrikon piace questo elemento.
  9. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    pare che le elezioni si stiano allontanando dall'orizzzonte almeno fino alla primavera prossima....
     
  10. ma70

    ma70 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    i mutui al 110 % fanno ripartire il mercato, non si parla di bolla immobiliare o simili, ma di cosa muovrebbe il mercato, le critiche non costruttive non servono a niente io sono stato propositivo
     
  11. immpittaro

    immpittaro Ospite

    i
    Sono d'accordo.....ciò che ci ha creato problemi è a cnhe l'unica via per ritornare a vendere senza aspettare anni.....
    le alternative quali sono ? Crollo dei prezzi ? Economia forte e redditi alti con lavoro per tutti ?

    Anche di fronte ad un crollo dei prezzi alla gente servono comunque mututi totali in quanto mancano le liquidità
    Economia forte e lavoro per tutti sarebbe la via più bella ma francamente poco perseguibile in una nazione come l'italia dove il PIL da 15 anni a questa parte cresce di percentuali irrisorie......:soldi:
     
  12. enricobruschi2

    enricobruschi2 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Passati dalla lira all'euro i prezzi delle case sono raddoppiati. Le case da 300 milioni sono passate a 300.000 euro, ed è un fatto. Gli stipendi sono raddoppiati? No, non solo: hanno perso drasticamente potere d'acquisto. Ed è un altro fatto. Il resto è solo tutta una conseguenza...:occhi_al_cielo:
     
  13. bravehearth

    bravehearth Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Qui non siamo proprio come l'america anche se quello che ho citato ha molto influenzato ed influenza tuttora qui da noi.

    Gli sbagli degli altri li paghiamo anche noi, la stampa negativa ci gongola su questo e chi si vuole comprare casa e sarebbe uno di quei pochi che qualificano di questi tempi, aspetta che arrivino tempi migliori, e che si abbassino i prezzi.

    Certo "il tempo ed il sole matura le nespole":disappunto:
    Qualche lievissimo segno si scorge da lontano sarà forse...........
     
  14. teri

    teri Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    io penso che i prezzi siamo non solo raddoppiati con l'euro ma saliti anche di un 30 per cento perciò devono scendere , non sono reali
     
  15. apiso

    apiso Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il mutuo al 100% , è come fare passare il dolore a un ammalato facendogli bere una bottiglia di vodka, sicuramente all'inizio funzionera', ma dopo poco tempo si stara' anche peggio perchè al dolore si aggiungera' il mal di testa. L'unico modo per fare ripartire le compravendite è un riallineamento tra prezzi degli immobili e i salari, questo vuol dire o aumento degli stipendi o ridimensionamento dei prezzi delle case. Altre vie non esistono.......
     
    A Lorenzo Oliboni piace questo elemento.
  16. immpittaro

    immpittaro Ospite

    E' un modo, si....ma quanto tempo ritieni possa servire per far ciò? Dimmi negli ultimi 20 anni di quanto sono aumentati gli stipendi ( come potere d'acquisto ) e di quanto siano cresciute le case.......secondo te quale alchimia dovrebbe invertire una tendenza ventennale??.............se aspettiamo queste situazioni è meglio darsi all'agricoltura ( a me piace ! ) :sorrisone:
     
  17. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    LA RISPOSTA aquesta sperequazione viene data dall'aumento della lunghezza dei mutui negli ultimi 30 anni ( sin li' arriva la mia memoria professionale:triste::triste: ), all ora i mutui erano al max. 10 anni col 50% di anticipo ( con inflazione a due cifre e stipendi nell'ordine delle 300.000 vecchie lirette ) ,oggi i mutui per pareggiare i costi immobiliari li han portati a 40 anni...senza anticipi...senno' di case non se ne venderebbero piu'!!;)
     
  18. salve amici, vorrei dire due cose
    1- i prezzi con l'euro sono aumentati, è vero, ma fino ad allora, almeno nella mia zona, ogni dieci anni almeno raddoppiavano.
    agli inizi degli anni 70 con 10-11 milioni di lire si comprava un 4 vani di 80 mq, alla fine di quel decennio ce ne volevano anche 25 e così in avanti fino all'euro, fino a quando, è vero, un 4 vani che costava mediamente 250 milioni di lire dopo è costato 250 mila euro.
    ma come aveva fatto ad arrivare a 250 milioni dal 1970 al 2002 ??????
    quante volte è stato adottato l'euro?????
    il problema, serio e grave, è che non riparte l'economia, che la gente perde il lavoro, che l'Italia ha un sistema paese sempre meno competitivo, che reagisce peggio degli altri paesi industrializzati alla crisi globale, che in questo marasma globale di crisi economica, finanziaria, monetaria, immobiliare ci permettiamo da 4 mesi di non avere neppure un ministro dell'economia.
    ma vi rendete conto ??????!!!!!!!!!!!!!!!
    2-io lavoro in provincia di firenze, e qui da sempre settembre è stato il mese in cui si avevano maggiori contatti e il maggior numero di visite. mediamente 15-20 telefonate al giorno e 6-7 appuntamenti.
    oggi, lunedi 20 settembre, anniversario della breccia di porta pia, ho due apputamenti di vendita.....
    e come disse forest gump "non ho altro da dire".:disappunto:
     
    A Gabriele Padovan piace questo elemento.
  19. immpittaro

    immpittaro Ospite

    e indietro non si torna!:sorrisone: come fai a pensare di risolvere i problemi con un aumento dgli stipendi e un abbassamento dei prezzi?? E' pura utopia e scrsa conoscenza dei meccanismi che regolano l'economia..........laddove una economia cresce e di conseguenza i redditi procapite crescono di conseguenza i costi dei beni........dimmi se il costo della vita ( case comprese ) è più alto in Germania o in Grecia.......
    devo aggiungere altro ? :sorrisone::sorrisone::risata::risata:
     
  20. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ma in Italia l'economia non è cresciuta come capacità di reddito dei cittadini dal 1995, eppure i prezzi delle case sono aumentati quasi del triplo dal 1997.
    Ma poi come si fa a farsi un mutuo di 50 anni?
    Chi lo paga, il figlio, il nipote?
    Qui, sono le case che devono scendere di prezzo, come è già successo dal 1992 al 1997.
    Sennò questa sospensione del mercato, questo trattenere il respiro, rimane,
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina