1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buon giorno, in un palazzo condominiale di 5 piani più piano rialzato, in cui io abito all'attico (quinto piano), volevo modificare due portafinestre; in particolare una portafinestra, quella della camera da letto, la volevo trasformare in una finestra e quella di una stanzetta (che stranamente ci si accede solo dal balcone) volevo murarla per poter creare l'accesso dall'interno.
    Il balcone presumo sia di mia propietà.
    Volevo sapere, per quanto riguarda i permessi condominiali, quali dovrebbero essere i millesimi da raggiungere per poter approvare tale possibile modifica e che tipo di maggioranza bisognerebbe avere (assoluta o relativa).
    L'amministratore mi dice che dovrei avere 2/3 di tutti i condomini ma non so come comportarmi perchè già a priori sono venuto a conoscenza che due persone non vogliono dare il benestare.
    Grazie in anticipo per la risposta.
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io credo che il condominio sia il problema minore.

    Infatti ti ho spostato il quesito nella zona tecnica, perchè, per quanto ne so, le modifiche prospettiche (quindi finestre e portefinestre) sono di difficile approvazione da parte del Comune.

    Quindi, prima di tutto, informati se il tuo Comune approva questo tipo di modifiche e poi segui l'iter.
     
    A Rosa1968 e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  3. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, ho parlato con l'ingegnere edile che lavora anche nell'ufficio tecnico del mio comune e si deve occupare della mia pratica è mi ha detto che non ci sono problemi per il comune pertanto il mio punto interrogativo resta sempre la maggioranza del condominio.
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In questo forum non abbiamo tanti amministratori di condominio, se vedi che nessuno ti sa rispondere, vai su PROPIT che è il forum "cugino".
     
  5. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La riunione condominiale la ho oggi pomeriggio quindi non penso di ricevere in tempo le risposte.
    Grazie comunque per i consigli.
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Provaci, sono molto attivi.
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non sono amministratore di condominio, ma provo a rispondere.

    La modifica descritta presenta due aspetti: uno di tipo edilizio, ma il comune ha già risposto. Il secondo è di tipo estetico, e su questo unico tema il condominio potrebbe impuntarsi e dire la sua

    Ma per aver ragione, anche il condominio deve farsela dare dal giudice: e se l'edificio non è di tipo con valenza storica ed architettonica sarà piuttosto difficile che venga riconosciuto il deturpamento stilistico.

    Mi chiedo poi se quanto è tua intenzione realizzare, sia visibile dalla strada...
    Nel caseggiato impera la perfetta simmetria delle finestre o già ci sono discontinuità e precedenti?.

    Mi pare corretto chiedere il parere condominiale, ma sembra anche abbastanza irragionevole opporsi per partito preso.
    Anche se mi spiace doverlo ammettere, nella pratica difficilmente il condominio si troverà d'accordo nell'intentare una causa dall'esito molto incerto.
     
  8. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, io abito ad un quinto piano rialzato quindi è quasi impossibile vederlo da in mezzo alla strada perché ho la veranda che copre tutto l'interno del balcone (e comunque è la parte opposta dalla facciata anteriore del palazzo). L'edificio è del 1968 circa non è assolutamente un edificio con valenza storica ed architettonica.
    La questione è che se vi è una, due o più persone non sono d'accordo, l'amministratore può' o non può darmi il benestare?
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Tu mi sembri una persona corretta.
    Comunque nel mio condominio, un condomino rispettabilissimo ha ritenuto di sostituire una porta-finestra a 3 ante con una a due: il condominio non era favorevole, ma l'ha fatto lo stesso.... e così è rimasto.

    Se non vai a toccare strutture portanti, in fondo vale la regola che il condominio può dettar legge solo sulle cose comuni-condominiali, ma non può esprimersi a casa altrui, salvo espressi vincoli da regolamento condominiale, che non credo in questo caso siano espliciti.
    Il vero scoglio è l'autorizzazione comunale, per la modifica dei prospetti: quello condominiale secondo me è "quasi" un "falso problema".
    A quale titolo è dovuto l'assenso di un intervento a casa tua?. Io conosco solo il tema estetica, che è molto labile, soggettivo, e di competenza del giudice....
    Chi non è consenziente, citi la ragione giuridica sulal quale si basa il suo diniego.
     
  10. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perfettamente d'accordo con Bastimento.
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  13. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per i consigli comunque ieri mi ha chiamato l'amministratore e abbiamo anticipato l'assemblea perché avevamo già', con me compreso, 10 deleghe su 16; gli altri non si sapeva se sarebbero venuti o meno nonostante sono stati contattati telefonicamente. A questo punto devo solo aspettare 30 giorni per aver l'unanimità.
     
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Anticipando l'assemblea siete sicuri che nessuno invalidi la convocazione?
     
  15. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    L'argomento è stato affrontato parecchie volte qui su immobilio.
    non serve nessuna autorizzazione del condominio.

    A norma degli articoli 1102 (Uso della cosa comune), 1120 (Innovazioni) e 1122
    (Opere su parti di proprietà o uso individuale)
    C'è l'obbligo di comunicare all'Amministratore la propria intenzione di effettuare le modifiche ma a fronte dell'obbligo di comunicazione, non è prevista alcuna necessità di approvazione da parte dell'assemblea;

    il condomino, una volta adempiuto al dovere di comunicare potrà darvi esecuzione e solo successivamente il condominio adirà le vie legali ove ritenga che il decoro architettonico sia stato leso.

    Quindi se si vuole essere assolutamente sicuri di poter effettuare i lavori bisognerà chiedere (ed ottenere) il consenso dell'assemblea; avendo ben presente però che si sarà assolutamente al sicuro solo in caso di ottenimento dell'unanimità.
     
  16. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie infinite per la risposta, ne approfitto a questo punto nel porre una domanda sempre relativa all'argomento.

    Mi confermate che esiste una norma di legge che conferma la questione relativa ai 30 giorni successivi alla riunione ossia che trascorsi 30 giorni, chi non si è presentato alla riunione, risulterà come se avesse dato il consenso ai lavori?

    Grazie in anticipo per la risposta.
     
  17. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Per Bastimento: Solo una signora si è lamentata perchè è venuta alla riunione e gli è stato detto che la riunione era già finita ma comunque ha dato il consenso hai lavori.
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    art. 1137 c.2.
    Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al RdC ogni condomino assente, dissenziente, o astenuto può adire l'autorità giudiziaria chiedendone l'annullamento nel termine perentorio di 30 gg, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti, e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

    Però occorre pure che la assemblea sia stata regolarmente convocata e costituita.

    Art. 68 c. 2 n.a.c.c.
    L'avviso di convocazione, contenente specifica indicazione dell'ordine del giorno, deve essere comunicato almeno 5 gg prima della data fissata, a mezzo posta raccomandata, pec, fax o consegna a mano, e deve contenere luogo, e ora della riunione. In caso di omessa, tardiva, o incompleta convocazione degli aventi diritto, la delibera assembleare è annullabile ai sensi dell'art. 1137.....
     
  19. Alexinfaa

    Alexinfaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusami, dell'art.1137 c.2 non capisco cosa si intende per "dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti".

    Del resto mi pento amaramente di essere andato prima all'assemblea; la segretaria dell'amministratore ieri mi chiamò al telefono e mi chiese di raggiungerla nello studio per anticipare l'assemblea considerando che io avevo le deleghe (5 deleghe), loro ne avevano altre 4 e si poteva anche evitare di far l'assemblea anche perchè poteva non venir nessuno.

    Se riesco ad incontrare questa signora che si è lamentata cercherò di scusarmi onde evitare potesse annullare la delibera dell'assemblea.
     
  20. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma con la nuova legge sul condominio mi pareva che non fosse più possibile dare deleghe all'amministratore...
     
    A Bastimento piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina