1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Loreick

    Loreick Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, in questi giorni mi siete stati davvero utili, ma i problemi sembrano non finire mai. Sono in comunione dei beni con mia moglie e sto per acquistare una casa godendo delle agevolazioni per la prima casa.
    Ora, mia moglie anni e anni fa ha ricevuto in donazione un appartamento dove per altro adesso vive solo la madre. Questo appartamento è cointestato per 1/2 con il fratello e la madre ha l'usufrutto. Tra l'altro la casa fu costruita dal nonno e lasciata ai figli che a loro volta l'hanno donata ai figli, cioè mia moglie e il fratello.
    Che succede a livello fiscale? So che entro un anno posso regolarizzare eventualmente la posizione, ma qual è il modo più indolore economicamente parlando?
     
  2. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se tu non hai già usufruito delle agevolazioni prima casa puoi tranquillamente procedere all'acquisto usufruendo delle agevolazioni, compresa tua moglie visto che siete in comunione dei beni
    (sempre che non decidiate di tener fuori dalla comunione il nuovo acquisto)

    E' irrilevante ai fini fiscali Il fatto che tua moglie ha in precedenza usufruito delle agevolazioni per la prima casa per le imposte ipotecarie e catastali riferite alla donazione
    (le donazione fiscalmente parlando sono molto simile alle successioni perchè entrambi costituiscono un acquisto gratuito.
    Questo, riferito a tua moglie, non le impedisce di usufruire dell'agevolazione in caso di successivo acquisto a titolo oneroso.
     
    Ultima modifica: 16 Marzo 2016
    A francesca7, CheCasa!, alexbgd e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Loreick

    Loreick Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Bah, il segretario del notaio dove andrò mi ha fatto capire che il fatto che mia moglie abbia un appartamento cointestato può essere un problema... Magari nn ha capito bene la situazione, nn saprei
     
  4. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Parlane con il notaio e non con il segretario
    Se cerchi trovi la risposta anche nelle guide dell'Agenzia delle Entrate
    cito:
    L’agevolazione “prima casa” fruita per l’acquisto di immobili a titolo di donazione non preclude la possibilità di chiedere nuovamente il regime di esenzione in caso di successivo, eventualeacquisto a titolo oneroso di altro immobile (soggetto ad imposta di registro).
    Al contrario,
    l’agevolazione prima casa fruita per l’acquisto di immobili per donazione preclude ulteriori
    acquisti agevolati a titolo gratuito, salvo che tali acquisti abbiano per
    oggetto quote dellostesso immobile.

    se ti fà comodo e per chiarezza ti posto il link della guida, anche se la stessa è riferita alle imposta da pagare in caso di successione o donazione
    in fondo alla pagina n.6 trovi la conferma di quanto ti ho in precedenza scritto

    http://www.agenziaentrate.gov.it/........

    ciao
    Ps. fammi sapere che cosa ti dirà il Notaio
     
    Ultima modifica: 17 Marzo 2016
    A CheCasa! e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  5. alexbgd

    alexbgd Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    "Parlane con il notaio e non con il segretario" :ok:
    :risata::risata::risata:
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  6. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Mi associo a ingelman.se non hai usufruito di nulla puoi benissimo richiedere le agevolazioni per il nuovo acquisto
     
    A ingelman e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  7. Loreick

    Loreick Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nell'atto di donazione c'è scritto che i donatori beneficiano dell'agevolazione. Ma loro, non certo mia amoglie che lha ricevuto, no? Vabbe e chiaro che sarà il notaio a dirlo. Speravo di sapere subito qualcosa ma a quanto pare non è un caso frequente o già affrontato.
     
  8. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il possesso di una quota di un immobile ricevuto per donazione non può ostacolare le agevolazioni per l'acquisto della prima casa, come ti è già stato detto da Massimo e da Luna.
     
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :innocente:
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    quindi ti associ?
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  11. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non posso, non ho standard qualitativi adeguati :sorrisone:
     
    A Bagudi, ingelman e Rosa1968 piace questo elemento.
  12. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E' già stato affrontato più volte. E la risposta di @ingelman appare esaustiva.

    Tua moglie non ha la piena proprietà dell'immobile (50%)
    Le eventuali agevolazioni riguardano l'acquisto a titolo di donazione (che non precludono quelle per l'acquisto a titolo oneroso)
    Non si ravvisano particolari problematiche...
    Esiste solo un caso particolarissimo che potrebbe riguardare un periodo finestra di pochi mesi se non erro per donazioni del 2006... se la donazione non è di quell'anno... non ci sono problemi...
     
    Ultima modifica: 17 Marzo 2016
    A ab.qualcosa e Rosa1968 piace questo messaggio.
  13. Loreick

    Loreick Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Rido, perché la donazione risale proprio al 2006...do che si tratta?
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  14. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Nel 2006 si fece una certa confusione perchè il D.L. 262 introdusse per le successioni immobiliari dal 3 ottobre l'imposta di registro al posto dell'imposta di donazione. Questo faceva venir meno l'indicazione fornita nel 2001 e ribadita nel 2005 dall'Agenzia delle Entrate secondo la quale l'agevolazione goduta per gli immobili acquistati per donazione/successione non precludeva l'agevolazione prevista per un successivo acquisto a titolo oneroso, vista la diversa natura impositiva degli atti (imposta principale di registro vs imposta principale di donazione/successione). Questa ambiguità venne superata con la Legge di Attuazione del decreto che entra in vigore il 24 novembre dello stesso anno con la quale l'imposta di registro viene nuovamente sostituita da quella sulle successioni e donazioni.

    Ora, se la donazione dovesse riguardare proprio quel periodo (3 ottobre - 24 novembre 2006) ci si potrebbe porre il problema che l'acquisto per donazione agevolato di tua moglie le impedisca di usufruire nuovamente delle agevolazioni in sede di acquisto della propria quota del 50% (essendo voi coniugi in comunione dei beni).

    Questo "dubbio fiscale" è possibile che sia già stato risolto (io, non avendo mai gestito un caso specifico non ho mai approfondito la questione). Potrebbe comunque, nel caso, valere la pena di effettuare un interpello all'Agenzia delle Entrate.
     
    Ultima modifica: 17 Marzo 2016
    A Bagudi e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  15. Loreick

    Loreick Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'atto come data riporta in testa 26 novembre 2006...incredibile, mi pare una corsa a ostacoli! :)
    Ricapitolando: una coppia sposata in comunione dei beni i sta acquistano una casa. La moglie, dieci anni prima, ha ricevuto in donazione un mezzo indiviso di un appartamento. Questo non preclude che la coppia sposata possa acquistare la casa, nello stesso comune, usandolo come abitazione principale con tutti i benefici di legge connessi. Esatto?
    Per l'IMU conviene specificare all'eleganza delle entrate che la vecchi casa avuta in donazione è utilizzata dalla madre, penso
    Ancora grazie e complimenti per la competenza, davvero
     
  16. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'Agenzia delle Entrate è tutt'altro che "elegante"... la definirei piuttosto "grossolana".
    Sì...hai afferrato il succo dei discorsi, comunque.

    L'IMU naturalmente non c'entra nulla con le agevolazioni sull'acquisto. E' esentata l'abitazione principale che è quella nella quale risiede la famiglia con tanto di residenza a prescindere dalle modalità di acquisto (e sempre che non si tratti di immobili di lusso... lo specifico perchè sembra che ti vada a cercare le eccezioni col lanternino! :D).
     
    Ultima modifica: 17 Marzo 2016
    A Bagudi, ingelman e ab.qualcosa piace questo elemento.
  17. Loreick

    Loreick Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ahaha esatto
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Riguardo all'IMU direi di più: compete in toto alla madre come usufruttuaria. E poichè ci vive, è anche abitazione principale per la madre.
    Idem per redditi IRPEF.

    Nulla quindi va specificato alla AdE, che già non sappia.
     
    A CheCasa! e ingelman piace questo messaggio.
  19. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    sono pieno di soci
    Giusto giusto abbiamo un sacco di scadenze
    siamo anche in arretrato con gli stipendi :)
    Sarebbe pure ora che mettete del vostro per integrare il capitale sociale
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  20. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Pure tu con ... aumenti di capitale? Con o senza bei...lin?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina