1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Beavis

    Beavis Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve
    Ho un immobile locato su cui, ad agosto, scatta l'aggiornamento istat del canone ed avrei in paio di domande.
    - E' possibile aspettare l'aggiornamento dell'istat e poi fare switch a "cedolare secca" rinunciando ai successivi aggiornamenti del canone?
    - Come viene ricalcolato l'acconto IRPEF che devo dichiarare nel modello 730? Serve qualche dichiarazione aggiuntiva?

    Ho cercato in giro ma non ne ho capito più di tanto, soprattutto sul ricalcolo dell'acconto IRPEF.

    Grazie a quanti vorranno rispondere
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Con la cedolare , l'IRPEF è calcolata senza il reddito dell'immobile. L'acconto è suddiviso con le vecchie regole.
    In parallelo si paga l'acconto della cedolare, con le stesse scadenze dell'acconto IRPEF, ma per il primo anno si anticipa una percentuale minore.

    Vai al sito AdE e leggi il provvedimento del 7 aprile: spiega bene come operare e pagare gli acconti
     
  3. bmb

    bmb Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sono anche io in una situazione simile, lo scorso 15/4 è scaduto il secondo anno di locazione 4+4. Con il 730 di quest'anno devo gia pagare un acconto IRPEF calcolato sul reddito della locazione usando l'imposta "classica". D'altra parte dovrei pagare l'acconto della cedolare secca con il f24 usando la nuova aliquota. Secondo voi nel 730 devo dichiarare di non voler pagare l'acconto (che poi pago con il f24)?
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Testo dell'AdE: molto utile leggerlo: 11 paginette in tutto + istruzioni per i modelli di dichiarazione

    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...&CACHEID=cf039c0046691034b9c6fb46ae696f42

    Disciplina transitoria per il 2011:
    Come si versa:
     
  5. meghistos51

    meghistos51 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma l' anitcipo dell' anno scorso per quest'anno (60%) che fine farà ?
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Se intendo bene, l'anticipo (acconto) dell'anno scorso (99% !) che teneva conto anche del canone degli immobili locati, potrebbe originare un credito d'imposta, che "credo" userai in detrazione per l'acconto 2011 insieme all'acconto eventuale della cedolare.
     
  7. Beavis

    Beavis Membro Junior

    Altro Professionista
    Attivando la cedolare secca (per dire) in agosto si avrebbero 5 mesi a cedolare e 7 mesi "normali"... quindi se non vado errato bisogna calcolare un acconto del 99% del canone dei mesi "normali" (secondo gli scaglioni IRPEF) e poi un acconto pari all'85% del 21% del canone dei mesi rimanenti (l'85% dovrebbe essere l'acconto deciso x la cedolare del 2010).....

    Questo è quello che ho capito. Se ho sbagliato correggetemi per favore ;)
    Saluto
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Hai sbagliato: i redditi sono imponibili sull'intero anno solare. Quindi anche l'opzione della cedolare riguarderà l'anno intero.
    Con il 730/11 dichiari i redditi 2010, dove non vigeva la cedolare.
    Con il 730/2012 dichiarerai i redditi 2011.
    Se intendi utilizzare la cedolare e opti prima della dichiarazione dei redditi ( 6 giugno per la dichiarazione Unico), già quest'anno verserai l'acconto cedolare 2011 sull'intero canone annuale 2011. Nel 2012 verrà versato il saldo, sempre dei redditi 2011.
    (oltre ovviamente gli acconti IRPEF+cedolare).
     
  9. Beavis

    Beavis Membro Junior

    Altro Professionista
    ... quindi, a meno che non richieda di "scontare" una certa parte di IRPEF in sede di dichiarazione (CanoneAnnuale*0.21*0.85 giusto?) succederebbe che quest'anno pagherei l'acconto del 99% dell'IRPEF (come da consuete modalità) + la quota di tassazione della cedolare IRPEF.

    Spero di non aver sbagliato pure stavolta:triste:
     
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non capisco cosa intendi dire.

    Sbagliato! La cedolare si paga sul 100% del canone annuale

    Quest'anno pagherai:
    1) Il saldo IRPEF 2010 calcolato tradiszionalmente

    2) Il 99% di quanto hai pagato come differenza per i redditi dello scorso anno (in due acconti), cioè calcolo automatico tradizionale facendo il prossimo anno il conguaglio a debito o a credito; oppure:
    2.1) il 99% dell'imponibile IRPEF 2011 presunto calcolato al netto del reddito da affitto delle sole abitazioni, di cui opti per la cedolare secca.

    3) l'85% (in due acconti) della cedolare secca (21% * 100% del canone annuale 2011 delle locazioni abitative su cui si è esercitata l'opzione)

    In realtà l'AdE non ha dato indicazioni sul comportamento per l'acconto IRPEF 2011, in presenza di acconto cedolare: per analogia agli anni passati, se non si vogliono anticipare 2 volte, sembrerebbe il caso quest'anno di accollarsi il rischio di sottostimare, ma converrebbe calcolare appunto l'acconto IRPEF tenendo conto della "sottrazione" dall'IRPEF imponibile cumulativo, della quota relativa ai canoni di locazione trattati in modo fisso.

    Tralascio gli adempimenti formali necessari per comunicare ed esercitare l'opzione.

    Spero di essere stato chiaro ...! Rimando anche te alla circolarre dell'agenzia che ho postato al #4
     
    A Beavis piace questo elemento.
  11. Beavis

    Beavis Membro Junior

    Altro Professionista
    Si questo lo avevo capito

    Per questo penso sia necessario barrare il rigo F6/1 del 730 (Richiesta di non versare l'acconto IRPEF) e poi versare manualmente l'acconto come ha scritto lei al punto (3)... bisogna però capire che codice usare per il modello F24.......
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non conosco bene la struttura del 730 quindi non so dire come in pratica si opera.
    Certo il codice tributo per l'acconto IRPEF sull'imponibile progressivo credo rimanga quello dello scorso anno.
    Credo che l'ade specificherà nuovi codici per la cedolare. Non ho ancora fatto verifiche.
     
  13. ozneten

    ozneten Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Confermo che per non pagare acconti IRPEF in sede di 730 basta semplicemente barrare la casella f6 del quadro F.
    Occorrerà versare l'acconto 2011 con il modello f24 e con le modalità ricordate e con il codice che verrà creato ad hoc.
    Ricordo la comunicazione con raccomandata ar all'inquilino e entro il 20/9/2011 -nel caso di Beavis- consegnare il modello
    69 per l'opzione.
     
  14. meghistos51

    meghistos51 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma io penso che quest'anno ( cioè il primo anno di applicazione) si ''rischia'' di pagare di più se non ci si sta attenti;
    poi bisogna anche essere dotati di doti di preveggenza: come sarà l' inflazione nei prox. 5 anni ? le spese di ristrutturazione non potranno più essere detratte ? cioè rimane il canone congelato per quanti anni ?
     
  15. Beavis

    Beavis Membro Junior

    Altro Professionista
    Vero... io pensavo di applicare l'ultimo aggiornamento istat e poi passare alla cedolare secca subito.
     
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Il testo di legge e la circolare sembrano abbastanza espliciti: il blocco del canone perdura per la durata scelta per l'opzione. Quando si riterrà non più conveniente, si rinuncerà alla tassazione secca, e si ritornerà ad adeguare i canoni con istat, eventuali maggiorazioni per grossi interventi di manutenzione, dichiarando il reddito imponibile sul 740 o 730

    Non confondere la detrazione per spese di ristrutturazione (il 36%) , dagli incrementi applicati al canone a seguito delle stesse spese. Le prime continuano ad essere detraibili dalle imposte dirette, i secondi non si possono applicare nel periodo in cui si è scelta la cedolare secca.

    La scelta della tassazione col metodo della cedolare secca è revocabile di anno in anni, in occasione della scadenza della annualità del contratto.
     
  17. meghistos51

    meghistos51 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma io continuo ad avere dubbi sull' applicazione concreta che , per me, non sembra così agevole e chiara come a te.
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Se i dubbi si riferiscono a quanto detto poco sopra, sono d'accordo con te. Credo che effettivamente nel versare i rispettivi acconti (cedolare ed IRPEF tradizionale), occorra prestare quast'anno attenzione al secondo: infatti applicare una % sul reddito complessivo calcolato alla vecchia maniera, senza depurarlo del reddito tassato in modo secco e separato, rischia di far versare un'eccedenza di acconto.

    Quanto ad idee chiare, non mi illudo troppo: al momento pratico verranno forse altri dubbi anche a me.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina