1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mariope

    mariope Membro Junior

    Privato Cittadino
    Stiamo vendendo casa ma il certificato di agibilità/abitabilità è introvabile. Nei vari archivi, comunale e storico, la casa è del 1956, il certificato non c'è. E' davvero indispensabile al notaio per procedere? In caso contrario dovremmo incaricare un perito per fare il certificato con esborso di circa 600-800 euro... :triste:
    Vi risulta?
     
  2. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    No non e' indispensabile a patto che l'acquirente accetti che non ci sia.
     
    Ultima modifica: 19 Febbraio 2014
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  3. Laura Mencarini

    Laura Mencarini Membro Junior

    Altro Professionista
    In realtà senza agibilità non si potrebbe rogitare, ma l'assenza di tale documento è talmente diffusa che alcuni notai soprassiedono. In alcuni casi si rogita solo dopo il conferimento dell'incarico a un tecnico. Comunque la cifra che indichi mi sembra un po' bassa. Si tratta di un appartamento in condominio,o di una casa singola?
     
  4. d1ego

    d1ego Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Per mera curiosità, mi risulta che a Roma ce l'abbiano davvero in pochi, confermi?
    Chi sono quei pochi? Gli immobili costruiti in un determinato periodo, chi l'ha richiesto e "voluto fortemente", si va a zone...?
     
    A ingelman piace questo elemento.
  5. Laura Mencarini

    Laura Mencarini Membro Junior

    Altro Professionista
    Non conosco i dati statistici, però so per esperienza che molti edifici costruiti negli anni '50 e '60 ne sono privi. Immagino che la situazione nel centro storico sia disastrosa, va un po' meglio per gli immobili recenti, tenendo conto però che moltissime domande giacciono al IX dipartimento del comune di Roma, in attesa di essere evase........
     
  6. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Qual'e' la legge che dice che non si puo' rogitare? Se le parti sono d'accordo nulla osta.
     
    A alessandro66 piace questo elemento.
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anche qui a Bologna ci sono parecchi immobili senza abitabilità e diversi notai, per tutelarsi evidentemente da sgraditi strascichi, stanno facendo i difficili in merito...

    E se facessimo con un'associazione consumatori una bella class action contro i Comuni ???
     
    A Elebi74 piace questo elemento.
  8. Laura Mencarini

    Laura Mencarini Membro Junior

    Altro Professionista
    Nessuna legge vieta di trasferire un immobile senza agibilità, ma chi compra può andare comunque incontro a sanzioni. Infatti, essendo obbligatorio avere l'agibilità per poter abitare un immobile, il certificato andrà comunque richiesto, ed essendo la richiesta fatta in ritardo , sarà sanzionata. Inoltre, al momento dell'acquisto non ha nessuna certezza che il certificato verrà in futuro rilasciato.
     
    A dormiente piace questo elemento.
  9. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Questo e' un altro discorso ma che non riguarda la fattibilità del rogito. Riguarda le conseguenze della mancanza di agibilità.Diciamo che per l'acquirente sarebbe opportuno averlo o richiedere un congruo sconto all'alienante sobbarcandosi gli eventuali oneri.
     
    A alessandro vinci piace questo elemento.
  10. d1ego

    d1ego Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ciò ho provato ma, dove sono riuscito per altre situazioni, per questo mi hanno detto che "a Roma non ce l'ha nessuno" ed effettivamente così pare chiedendo in giro, sarei proprio curioso di avere una specie di statistica, per pura curiosità. L'immobile è degli anni '90.
     
  11. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Se due persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" togli il cartello."

    W Churchill
     
    A Elebi74, cicciocolosso, alessandro66 e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  12. mariope

    mariope Membro Junior

    Privato Cittadino
    aggiornamento: siamo in una situazione kafkiana: qui a trento gli archivi sono tre, ma il certificato di agibilità non c'è in nessuno dei tre. Nell'archivio storico è stato trovato un certificato di agibilità del 1957, usato per un altro atto di compravendita ma che si riferisce ad una palazzo diverso dalla nostro! (16 appartamenti). Il nostro certificato non risulta. Ma questo sarebbe il meno: sia la banca, che eroga il mutuo all'acquirente, che il servizio casa provinciale che eroga il contributo per ristrutturare, pretendono il certificato di agibilità! Senza il quale, niente contributo provinciale e niente mutuo dalla banca (perché sostiene che l'app si deprezza notevolmente senza certificato). Ci siamo rivolti allora all'aministratore del condominio, che però ribatte che da parte sua e dei condomini non c'è nessuna intenzione di farlo. Dovremmo fare noi la certificazione di tutto lo stabile a spese nostre! Ma questo è assurdo. Ci troviamo legittimi proprietari di uno appartamento edificato dall'ente pubblico (a suo tempo riscattato), di cui non si trova il certificato di agibilità ed è perciò pressoché invendibile se non con gravi difficoltà, sia per chi vende ma soprattutto per chi compra e non ha ovviamente i soldi pronta cassa! Come se ne esce? Siamo molto demoralizzati...
     
  13. mariope

    mariope Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma se lo stabile non ha il certificato di agibilità, l'amministratore non ne è responsabile? E se succede qualcosa, tipo un incendio, l'assicurazione poi paga se scopre che non c'è l'agibilità?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Febbraio 2014
  14. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    per quanto riguarda l' antincendio dovrebbero esserci, in linea generale, gli "ex" certificati prevenzione incendi (nel 2011 è cambiata la normativa), tanti quante sono le attività....... rilasciati dai VVFF.....

    Smoker
     
  15. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    COn la legge 98 2013 e' stata introdotto il comma 4-bis all'articolo 23 del dpr 380/2001

    "
    4-bis. Il certificato di agibilita' puo' essere richiesto anche:
    a) per singoli edifici o singole porzioni della costruzione,
    purche' funzionalmente autonomi, qualora siano state realizzate e
    collaudate le opere di urbanizzazione primaria relative all'intero
    intervento edilizio e siano state completate e collaudate le parti
    strutturali connesse, nonche' collaudati e certificati gli impianti
    relativi alle parti comuni;
    b) per singole unita' immobiliari, purche' siano completate e
    collaudate le opere strutturali connesse, siano certificati gli
    impianti e siano completate le parti comuni e le opere di
    urbanizzazione primaria dichiarate funzionali rispetto all'edificio
    oggetto di agibilita' parziale
    "

    Quindi ora dovresti poter chiedere l'agibilità per il solo tuo appartamento sempre che ci sia il resto della documentazione.
     
    A alessandro66 piace questo elemento.
  16. mariope

    mariope Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma la casa è del 1957, abitata regolarmente da allora senza alcun problema. Quindi non ho idea cosa intendano per "purche' funzionalmente autonomi, qualora siano state realizzate e collaudate le opere di urbanizzazione primaria relative all'intero intervento edilizio e siano state completate e collaudate le parti strutturali connesse, nonche' collaudati e certificati gli impianti relativi alle parti comuni; "

    Lo stabile è stato edificato nel 1957 e abitato da allora, la certificazione di agibilità non si trova e stop, non ci sono collaudi successivi o altre cose...
     
  17. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Che ci deve essere la documentazione dei collaudi e certificazioni fatta dal costruttore. Poi bisogna vedere cosa prevedeva la normativa all'epoca.
     
  18. un povero notaio

    un povero notaio Membro Ordinario

    Altro Professionista
    La mancanza del certificato di agibilità non è assolutamente ostativa al rogito. Che l'immobile sia invendibile non è assolutamente vero. Qui nel mio territorio sono rarissimi i certificati e quando capitano applaudo fragorosamente e stringo la mano al venditore. Il problema nasce a seconda dei motivi per il quale manca. Se manca perchè non è stato richiesto o perchè, pur richiesto, non è ancora stato rilasciato è un problema leggero: il danno per l'acquirente si limita tutt'al più a quelle 4-500 euro necessarie per la pratica, se proprio lo vuole. Se manca perchè è stato rifiutato la questione è imbarazzante: chi vende un appartamento a cui è stata rifiutata l'agibilità non vende un appartamento ma un magazzino, una stalla, ecc. Di conseguenza l'acquirente può risolvere il contratto chiedendo indietro i soldi e i danni.
    Ecco perchè è opportuno che l'acquirente sia informato, e che nell'atto ci sia la espressa assunzione di obblighi e responsabilità del venditore che si impegna ad ottenerlo o a pagare le eventuali spese per il rilascio.
    Quanto alle banche non mi curerei del loro parere giuridico: tra un po' chiederanno l'elettrocardiogramma dell'acquirente e la TAC della intera famiglia

    notaio Massimo d'Ambrosio - Pescara
     
    A Elebi74, alessandro66, d1ego e 1 altro utente piace questo messaggio.
  19. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    bellissima affermazione :)

    Dato appurato che la mancanza del certificato di abitabilità/agibilità non è ostativo per la compravendita, è pur vero che visto l'orientamento e l'irrigidirsi delle normative, tale mancanza rappresenta per il venditore è una lama nel fianco a favore dell'acquirente (oserei dire approfittatore e in malafede)

    come in malafede è il venditore che omette tale mancanza anche se l'immobile ha tutti i requisiti per ottenere il rilascio del certificato anche se non richiesto in precedenza.

    Per mia personale esperienza i motivi che determinano la mancanza del certificato di abitabilità sono per la maggior parte dei casi dipesi dalla trascuratezza dei proprietari che non l'hanno richiesta non capendone l'importanza , ma soprattutto dall'inefficenza dell'ente preposto al rilascio "Comune"

    Sulle nuove costruzioni il problema non si pone inquanto è d'obbligo ed abbastanza automatico quando si presenta un finelavori richiedere il certificato di agibilità presentando tutta la documentazione necessaria (poi se il certificato non arriva per l'inefficenza degli uffici quantomeno non ne è responsabile il venditore.
    (da prendere in considerazione anche il silenzio asenso)

    Importante quando si vende un immobile specificare tale mancanza anche nelle scritture preliminari mettendo al corrente l'acquirente al fine di poter dimostrare che di tale mancanza si è tenuto conto per la determinazione del prezzo convenuto della compravendita ;)

    Anche per i mutui IMPDAP (ormai IMPS) convenienti per i fortunati che possono usufruirne dove si richiede una documentazione più scrupolosa (rigida) riferita all'immobile dove il certificato di abitabilità veniva obbligatoriamente richiesto (quasi come una condizione sine qau non) si accontentano di una dichiarazione del venditore che attesti la presenza di tutti i requisiti necessari per il rilascio.

    l'assurdo che per gli immobili ante 67 non la richiedono (ante 67? le ge son fe) :D

    tutto dire
     
  20. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    E dire che esiste dal 1934 :)
    Anzi il primo embrione di autorizzazione dal 1888 :)
     
    Ultima modifica: 21 Febbraio 2014

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina