1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. clas

    clas Ospite

    Salve!
    Volevo un vostro parere
    E' leggittima richiesta pervenuta dal acquirente dopo qualche mese dal rogito di metterli a norma gli impianti se l'atto notarile riporta "immobile nello stato di fatto" e nella proposta è specificato "impianti nello stato di fatto in quale si trovano"?
    Grazie
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    semplice, se il rogito è stato emesso ed è stato registrato, ed inoltre se riporta la dicitura che hai indicato allora no...nessuna modifica algi impianti perchè ha acquisito l'immobile nello stato in cui si trova...è pur vero che in ogni caso l'immobile doveva essere dotato di tutte le certificazioni necessarie ai sensi del DM 37/08.
     
    A clas piace questo elemento.
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Assolutamente no.
     
  4. clas

    clas Ospite

    Quindi anche se immobile doveva essere dotato, ma nessuno me le aveva chieste prima del rogito, il rogito è stato firmato con la "nello stato di fatto" .... quindi sono in una botte di ferro?
    Oltre al classico libretto della caldaia nulla dovuto più al acquirente?
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nulla è dovuto e non esiste obbligatorietà di certificazione degli impianti.
     
    A clas piace questo elemento.
  6. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    mi spiace, ma per gli impianti ti rammento che esiste il DM 37/08 (ex Legge 46/90), oltre alla certificazione energetica... se poi a Parma non è così allora.. no comment..ma alcuni documenti sono dovuti, se poi nessuno si accorge e lo fa presente (compreso il notaio), allora una volta che il rogito è stato registrato, si ritorna a quello che ho detto inzialmente...non si deve nulla...
     
  7. clas

    clas Ospite

    Il discorso vale anche per il certificato sull'agibilita? se non è stato richiesto prima del rogito e se nel rogito non è stato scritto che sono obbligata a fornirlo, non devo più nulla a nessuno? Grazie
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La certificazione degli impianti NON è necessaria per il rogito. Gli impianti possono essere a norma, ma senza certificati.
    A Parma come nel resto d'italia.
     
  9. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    convinto di quello che affermi... ma non sono d'accordo, altrimenti non capisco perchè si parla tanto di certificazione impianti e poi senti dire che gli impianti possono essere a norma ma senza certificati... mi sembra un po' un controsenso...conunque se lo dici tu...ti lascio nella tua convinzione, anche non sono d'accordo, perchè la norma bisogna saperla interpretare...
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Esatto. Secondo te tutti gli impianti non certificati sono fuori norma??? :shock:

    Le norme vanno rispettate non interpretate: gli impianti fatti o rifatti dopo una tale data (che vedi nella legge citata da te), devono essere dotati di relativo certificato di conformità che comunque non va obbligatoriamente presentato a rogito. per quali appartamenti degli anni 60,70,80 è obbligatoria la dotazione del certificato di conformità?

    Esempio:
    GLI IMPIANTI ELETTRICI “CIVILI” REALIZZATI PRIMA DEL 13/03/90 (PRE L. 46/90) (art. 6)
    Gli impianti elettrici nelle unità immobiliari ad uso abitativo realizzati prima del 13/03/90 (pre L. 46/90) si
    considerano adeguati se dotati di sezionamento e protezione contro le sovracorrenti posti all'origine
    dell'impianto, di protezione contro i contatti diretti, di protezione contro i contatti indiretti o protezione con
    interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA.
     
  11. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    esatto, ma il piccolo particolare sta nel fatto, che come hai detto «...si considerano adeguati se dotati di protezione...»ma per considerarli adeguati bisogna che qualcuno certifichi anche questo intervento, quanti impianti esistono ancora con protezione bipolare senza IDMT...questo è un particolare caso, come se ne potrebbero citare molti altri.
    Per il fatto di allegarli al rogito, non ho assolutamente detto che sono obbligatori, ma buona norma consegnarli, affinchè il nuovo proprietario sappia che l'impianto è a norma (rif. UNI CEI 64-4 e smi).
    Infine, per saper applicare le norme e saperle rispettare, bisogna conoscerle e bisogna saperle interpretare...
    ecco cosa vole dire...
    E per quanto riguarda gli impianti non certificati... lascio a te l'interpretazione, se capita un guasto su un impianto non certificato e privo di impianto di terra, con massa collegata ad una conduttura dell'acqua potabile mi dici cosa può succedere?... le dispersioni di terra non sono immediate sul posto ma possono scaricarsi anche in punti distanti dall'evento... (prova a guardare alcune sentenze di cassazione in merito a fatti accaduti)...
     
  12. clas

    clas Ospite

    Il discorso vale anche per il certificato sull'agibilita? se non è stato richiesto prima del rogito e se nel rogito non è stato scritto che sono obbligata a fornirlo, non devo più nulla a nessuno? Grazie grazie grazie
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Qui si parla di certificati da produrre a rogito (anzi post rogito): non è obbligatorio presentarli. Non c'è niente da interpretare...
    Se ci sono sentenze interessanti puoi pubblicarle a vantaggio di chi legge.. ;)

    Si anche per quello, sempre che non abbiate espressamente pattuito qualcosa di diverso..
     
    A clas piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina