1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carmen 65

    Carmen 65 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sul mio rogito c'è scritto:
    Gli immobili vengono trasferiti nello stato di fatto in cui si trovano.
    Solo ora mi hanno fatto osservare che manca .....e di diritto.
    Perchè, che differenza c'è?
    Trovo ovunque stato di fatto e di diritto.
    Forse sarà nulla, ma ora ho dubbi. Non ho diritti?
    Chi mi può dare una spiegazione?
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma sicuramente avrai contattato il Notaio cosa ne pensa lui?
     
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tranquilla Carmen sicuramente hai diritti Lo stato di diritto riferito alla frase che solitamente viene inserita negli atti notarili è riferita a quanto risulta negli atti pubblici (esempio leggendo l'atto di provenienza precedente possiamo trovare elementi tipo (ragiono scrivendo ad alta voce) una servitù attiva o passiva che grava sull'immobile, ) lo stato di fatto lascia l'interpretazione così come lo hai visto , oppure di fatto occupato da terzi senza un giusto titolo, quindi non risultante in atti pubblici.

    per dircela tutta è una frase di rito che nella realtà serve a poco .
    Le situazioni sostanziali di diritto sono e devono essere riporate nell'atto, cosi come quelle sostanziali di fatto (occupato da terzi senza titolo, o lo stato conservativo se particolarmente fatiscente o con criticità) devono essere menzionate.

    Diciamo è una sorta di stile estetico dell'atto riportare "l'immobile viene venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova così come visto e piaciuto etc etc

    anche se scritto è come dire ho preso visione ma non esonera il venditore da responsabilità su eventuali vizi occulti (quelli che non sarebbe stato possibile vedere da una analisi superficiale dell'immobile ma che solo possedendolo o abitandolo ne puoi venire a conoscenza).
    Ho provato ad esprimermi nel modo più semplice possibile
    spero tu abbia capito cosa intendo
     
    A Carmen 65 piace questo elemento.
  4. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sei un abbeccedario, un Guru che parla per farsi capire anche dai bambini, ho capito anche io.
     
    A ingelman piace questo elemento.
  5. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per vizi occulti , ovviamente , per chiarezza intendo quelle particolarità che non rendono la cosa venduta idonea all'uso per cui è destinata.

    una casa con una sala hobby che ogni inverno si allaga potrebbe rientrare nella fattispecie.

    Venire a conoscenza , una volta preso possesso dell'immobile che il tuo vicino di casa è Topcasa, se pur un elemento di disturbo, non può essere considerato un vizio occulto, ma rientrante nella fattispecie dello "stato di fatto"

    Top non replicare ho menzionato il tuo nome solo per fare un esempio comprensibile
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  6. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ok non replico
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Una cosa è lo stato di fatto, un'altra quella di diritto.
    Chiedi al notaio il perchè di questa "mancanza" nella stesura del rogito.
     
    A dormiente e Rosa1968 piace questo messaggio.
  8. Carmen 65

    Carmen 65 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sì, infatti, ma chiedevo se qualcuno di voi potesse indicarmi un sito o altra delucidazione perchè anche i vostri pareri sono discordanti. Ingelman dice che è uguale ed ero tranquilla, Antonello ora dice che stato di fatto è una cosa e di diritto è un'altra. Se provo a chiedere al Notaio,le risposte sono - non si preoccupi o non si fa passare, se chiedo ad un altro, mi risponde di rivolgermi al mio notaio.
    Ora che ho scoperto che parecchie cose non vanno ho paura che il Notaio subodorasse già qualcosa e ha messo solo stato di fatto, senza spiegarmi nulla.
    Voi che leggete più atti sapreste dirmi qualcosa in più, magari avete più agganci per chiedere.
     
  9. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non ho detto che è uguale lo stato di fatto a quello di diritto sono la stessa cosa, forse nella mia prima risposta scrivendo velocemente non è stata ben esposta
    è chiaro che sono due cose diverse

    lo stato di diritto è quello che che risulta negli atti pubblici

    lo stato di fatto è un'altra cosa (mi sembrava di averlo scritto)
    intendevo che la frase che solitamente usano i notai è una frase di rito, è ovvio che un immobile viene venduto nello stato di diritto (necessariamente) stato di diritto che trovi leggendo l'atto (esempio acquisto una nuda proprietà non la piena proprietà) mi resta difficile capire come un 'immobile possa essere venduto diversamente dallo stato di diritto in cui si trova, o quantomeno elementi essenziali e rilevanti per modificare il senzo di questo principio, devono necessariamente essere riportati nell'atto stesso. quindi la frase di per se è una frase di rito
    gli elementi dell'atto sono quelli che contano.[DOUBLEPOST=1368292234,1368291950][/DOUBLEPOST]
    non mi sembra di aver detto che sono la stessa cosa[DOUBLEPOST=1368292268][/DOUBLEPOST]
    a meno che leggiamo due cose diverse
     
  10. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Io concordo con Antonello, per me se il Notaio non ha indicato entrambe le diciture c'è qualcosa che no va, io farei leggere l'atto o ad un altro Notaio, fuori distretto o ad un legale. Per capire cosa non va.
     
    A Carmen 65 e Antonello piace questo messaggio.
  11. Carmen 65

    Carmen 65 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusa l'ignoranza, ma come atto pubblico intendi atto notarile?
    Quindi, secondo te, nell'atto nell'atto notarile è chiaro che sia implicito lo stato di diritto?
    Io ho paura che il notaio sapesse che l'immobile era difettoso sotto il profilo urbanistico, se ne sia lavato le mani ed abbia scritto ciò.
    Se poi allora io ho ancora dei diritti, meglio.
    Scusa, ma non ci capisco più nulla.[DOUBLEPOST=1368304442][/DOUBLEPOST]
    Ma un altro notaio lo devo scegliere fuori distretto?
    Perchè?
    Hai ragione, uno non dà addosso all'altro, anzi.........
    Se lo scelgo in un altro distretto si sbilanceranno di più?
    Ad un legale ho telefonato, ma non ha saputo darmi una risposta precisa. E' stato vago, ma forse sono io che sono andata in panico e proprio non capisco.
    Grazie
     
  12. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per il Notaio fuori distretto serve appunto per quello, il legale deve essere un civilista
     
  13. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :shock:
    un notaio che fà una cosa del genere non è notaio ma gli ritirano immediatamente il sigillo (ovvero và a riposo e cambia professione)
    1) situazione urbanistica si differenzia dallo stato di diritto quella è un'altra cosa e che comunque il notaio deve specificare nell'atto.
    (se non in regola non rogita)

    situazione di diritto: è quella risultante dagli atti pubblici ed ufficiali compresa la conservatoria dei registri immobiliari la proprietà di questa casa è di mario, nonostante sia io giuseppe a possederla in forza di ..... usufrutto , locata a franco , gravata da diritto di abitazione vita natural durante a etc etc

    torno a dire :occhi_al_cielo:
    se pur nella frase di rito il notaio per pura dimenticanza o per licenza poetica non ha scritto "nello stato di fatto e di diritto in cui l'immobile si trova" E' impossibile che nel contenuto dell'atto non abbia specificato quale è lo stato di diritto dell'immobile.... immobile di mario e usufrutto di giorgio o altro esempio Giorgio vende a te il diritto superficiario dell'immobile sito ---- (vedi su internet diritto di superficie non vorrei confonderti più di quanto sei Ps l'ho citato come esempio)

    "L'immobile viene venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova"
    è semplicemente una frase di rito , se pur omessa o scritta parzialmente, quello che ha rilevanza è il contenuto dell'atto nel quale è impossibile che il Notaio non la specifichi.


    Top dimmi che non mi stai facendo uno scherzo :shock:

    Carmen rileggiti l'atto chiedi per scupolo al tuo Notaio perchè ha omesso "di diritto" e sono sicuro che lui ti dirà che lo stato di diritto in cui si trovava l'immobile quando l'hai acquistato, lo ha specificato dopo, nel contenuto

    Chiedilo al Notaio così ti togli tutti i dubbi
     
  14. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non ci puoi dormire "MARPIONE"
     
  15. Carmen 65

    Carmen 65 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
     
  16. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    Top se una persona scrive su un forum è per chiarirsi le idee. E' del tutto inutile fargli presente cosa dovrebbe fare invece. I forum esistono apposta ;)
     
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo antonello ogni contratto che ha per oggetto il trasferimento di una determinata cosa determina la costituzione o il diritto reale ovvero il trasferimento di altro diritto. La proprietà o il diritto si trasmettono e si acquistano per effetto del consenso delle parti. Ecco la frase nello stato di fatto e di diritto.
     
  18. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Due cose per capire meglio e per, eventualmente, consigliarti:
    1 - Puoi scrivere l'intera frase riportata nell'atto notarile con riguardo allo stato di fatto?
    2 - Le cose che hai scoperto che non vanno sono:...............

    Grazie
     
  19. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ho recepito il tuo messaggio, grazie del consiglio.
     
  20. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Carmen ho trovato questo contenuto all'interno di una mia citazione, forse nel postare hai scritto all'interno delle ,[-] la copio e la riporto sotto questo mio post così gli amici del forum la leggono .

    Scritto da Carmen

    Dai miei primi sospetti, l'atto lo so quasi a memoria.
    Per la situazione urbanistica difforme ha fatto giurare i venditori ai sensi della legge 47/85 e 380/2001.
    Io ho preteso la planimetria conforme allo stato di fatto, ma l'ho solo catastalmente, mentre l'agenzia mi aveva detto che aveva incaricato un geometra. Io pensavo facesse le cose x bene, ma ha variato solo al catasto, mentre non è passato neanche in comune.
    Sulla visura c'era però scritta la data della variazione (recentissima), ma il notaio non ha detto nulla, ha rogitato tranquillamente. Tutto l'atto si basa sulla dichiarazione dei venditori.
    Non ha controllato neppure la visura che oltretutto ha ancora una rendita proposta.
    Ha fatto persino giurare l'intestazione catastale che invece a quanto scopro ora, dovrebbe essere lui a controllare, se non sbaglio.
    Tutto un giuramento, altro che non rogitare.
    Agenzia penso fosse al corrente di tutto, perchè alle mie rimostranze ha incaricato geometra.
    I miei interessi non sono stati tutelati per nulla.
    Se Agenzia si fosse tolta, avrei preso un tecnico io, e non mi troverei così.
    Vorrei essere io a ritirargli il sigillo, ma credo che sia difficilissimo.
    Grazie per le spiegazioni.

    Concordo Carmen il tuo disappunto diciamo che di cosettine da dire ce ne sarebbero

    1) Il notaio è obbligato (a questo punto visto il tuo uso il condizionale dovrebbe) riportare nell'atto la situazione urbanistica (numero di licenza di costruzione, / eventuale domanda di condono - concesione in sanatoria/etc non può essere dispensato accontentandosi di una dichiarazione del venditore (sinceramente credevo che queste cose non accadessero più)

    2) La planimetria deve essere conforme allo stato di fatto (se nella visura si evince che la planimetria è stata ripesentata (di solito scrivono esatta rappresentazione grafica genericamente) il notaio avrebbe (condizionale sempre d'obbligo) richiedere in forza di quale strumento urbanistico (DIA - CIL - etc quindi come giustamente hai detto in Comune)

    Non capisco come habbia fatto a far giurare l'intestazione catastale quando quella si evince dalla visura e deve essere in linea con le risultanze della conservatoria ???????

    hai scritto rendita proposta, credo intendevi presunta.
    Di solito la rendita presunta la si aveva per le nuove costruzioni, mi sorge un dubbio.
    E' una nuova costruzione e il notaio è quello del Costruttore?????
    concordo nel tuo disappunto le stranezze sono più di una
    Non mi rimangio quanto ho precedentemente scritto riguardo la figura del notaio
    ma a quanto pare anche li ci sono ancora oggi le eccezioni :disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina