• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bolcasa

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera,

sono nuovo del Forum e con la mia compagna vorremmo acquistare casa.
Abbiamo individuato un immobile di nostro interesse e abbiamo già fatto due proposte: la prima, semplice, che non è stata accettata, la seconda, più alta, con clausola sospensiva vincolata al mutuo.

L'AI ci aveva già detto che nel caso fosse stata inserita questa clausola, allora le visite sarebbero continuate: anche se recalcitranti, lo abbiamo accettato e quindi abbiamo avanzato la proposta.

La controproposta fattaci, oltre ad un piccolo rialzo, prevederebbe che oltre la continuazione delle visite, che avevamo previsto e che ci era stata prospettata, sarebbe possibile per la parte venditrice di accettare altre proposte di pari o uguale importo che non prevedano clausola.

Volevo sapere se è cosa comune.

Dal mio punto di vista è una cosa abbastanza illogica, soprattutto se collegata alla clausola sospensiva.
Se nel frattempo io faccio andare avanti le pratiche di mutuo, poi vado incontro alle spese di istruttoria e perizia, le quali dovranno essere pagate, ovviamente: e nel caso, nel frattempo, accettano altra proposta? Io avrei speso solo soldi per una pratica che, anche se andata a buon fine, sarebbe inutile.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Sei tu che hai bisogno del mutuo, e non hai la certezza di averlo, quindi è corretto che sia tu a sopportare i rischi maggiori.
Non è comune, nel senso che non tutti i venditori vogliono procedere così, ma se vuoi provare a comprare quella casa devi sottostare a quella richiesta.
Altrimenti cambia casa.
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Buonasera,

sono nuovo del Forum e con la mia compagna vorremmo acquistare casa.
Abbiamo individuato un immobile di nostro interesse e abbiamo già fatto due proposte: la prima, semplice, che non è stata accettata, la seconda, più alta, con clausola sospensiva vincolata al mutuo.

L'AI ci aveva già detto che nel caso fosse stata inserita questa clausola, allora le visite sarebbero continuate: anche se recalcitranti, lo abbiamo accettato e quindi abbiamo avanzato la proposta.

La controproposta fattaci, oltre ad un piccolo rialzo, prevederebbe che oltre la continuazione delle visite, che avevamo previsto e che ci era stata prospettata, sarebbe possibile per la parte venditrice di accettare altre proposte di pari o uguale importo che non prevedano clausola.

Volevo sapere se è cosa comune.

Dal mio punto di vista è una cosa abbastanza illogica, soprattutto se collegata alla clausola sospensiva.
Se nel frattempo io faccio andare avanti le pratiche di mutuo, poi vado incontro alle spese di istruttoria e perizia, le quali dovranno essere pagate, ovviamente: e nel caso, nel frattempo, accettano altra proposta? Io avrei speso solo soldi per una pratica che, anche se andata a buon fine, sarebbe inutile.
Non hai dato nessuna caparra?
 

Sodis

Membro Junior
Professionista
Dipende anche da che percentuale di mutuo chiedi, importo ecc. Più alta è la percentuale di mutuo, e più aumentano le possibilità che non ti venga concesso oltre che allungarsi i tempi per avere risposta dalla banca. Giustamente il venditore non vuole rimanere vincolato per mesi senza sapere se venderà a te, perdendo altri potenziali acquirenti interessati.

Se vuoi avere margine di trattativa per escludere la clausola che gli consente di accettare altre proposte maggiori o uguali ma senza sospensiva, potresti proporre una sospensiva con scadenza più breve, magari per avere una delibera reddituale.

Di che importo parliamo?
quanto costa l’immobile?
Quanto chiedete di mutuo?
Quanto tempo chiedete che valga la sospensiva?
 

bolcasa

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Non hai dato nessuna caparra?
Dipende anche da che percentuale di mutuo chiedi, importo ecc. Più alta è la percentuale di mutuo, e più aumentano le possibilità che non ti venga concesso oltre che allungarsi i tempi per avere risposta dalla banca. Giustamente il venditore non vuole rimanere vincolato per mesi senza sapere se venderà a te, perdendo altri potenziali acquirenti interessati.

Se vuoi avere margine di trattativa per escludere la clausola che gli consente di accettare altre proposte maggiori o uguali ma senza sospensiva, potresti proporre una sospensiva con scadenza più breve, magari per avere una delibera reddituale.

Di che importo parliamo?
quanto costa l’immobile?
Quanto chiedete di mutuo?
Quanto tempo chiedete che valga la sospensiva?
Innanzitutto, grazie a tutti.
Provo a dare risposte ai vostri quesiti.

Come caparra ho dato un assegno di 10k€.
Il mutuo che andremmo a chiedere è del 65%, il tutto su un contratto a TI con mensile medio di 1600, più un altro contratto di 1450, questo apprendistato con certezza di trasformazione l'anno prossimo.
In fase di offerta abbiamo anche garantito una cospicua somma al preliminare
Non vediamo perchè non dovrebbero darci il mutuo, però non essendo dipendente da noi, ed essendo la singola cartuccia che abbiamo da sparare :D ...non vogliamo rischiare (che so, i.e. il perito lo valuta di meno...).

Attualmente la proposta prevede il preliminare il 15 marzo e il rogito il 30 maggio.
In banca avremmo già iniziato anche l'iter, bloccandolo però in attesa di accettazione dell'offerta.
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Innanzitutto, grazie a tutti.
Provo a dare risposte ai vostri quesiti.

Come caparra ho dato un assegno di 10k€.
Il mutuo che andremmo a chiedere è del 65%, il tutto su un contratto a TI con mensile medio di 1600, più un altro contratto di 1450, questo apprendistato con certezza di trasformazione l'anno prossimo.
In fase di offerta abbiamo anche garantito una cospicua somma al preliminare
Non vediamo perchè non dovrebbero darci il mutuo, però non essendo dipendente da noi, ed essendo la singola cartuccia che abbiamo da sparare :D ...non vogliamo rischiare (che so, i.e. il perito lo valuta di meno...).

Attualmente la proposta prevede il preliminare il 15 marzo e il rogito il 30 maggio.
In banca avremmo già iniziato anche l'iter, bloccandolo però in attesa di accettazione dell'offerta.
@francesca63 quindi il suo contratto è sospeso fino all'approvazione del mutuo, ma questi 10k come si gestiscono?
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
@francesca63 quindi il suo contratto è sospeso fino all'approvazione del mutuo, ma questi 10k come si gestiscono?
Per adesso mi pare di capire che non c’è ancora un contratto.
Se si concluderà, con l’accettazione della proposta , l’assegno dovrà essere tenuto in deposito dall’agente, in attesa di essere consegnato al venditore a titolo di caparra se e quando si avvera la condizione mutuo.
Con la clausola che i venditori vorrebbero inserire, se accetteranno proposta da altri, l’assegno sarà restituito .
Credo Vega chiamato “assegno di caparra” per semplificazione e non conoscenza esatta delle dinamiche contrattuali.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve a tutti, mi sono appena iscritto, non ho mai usato un forum in vita mia, quindi vi chiedo di perdonare qualche mio errore iniziale e di supportarmi nell'utilizzo.
Mi chiamo Simone Troisi, ho un agenzia immobiliare a Cava dè Tirreni in provincia di Salerno
L'immobiliare è la mia passione principale in tutte le sue forme... dai citofoni per il porta a porta, agli aspetti più tecnici come l'asset management.
Carminecucci ha scritto sul profilo di Marco Giovannelli.
Salve Marco
Volevo chiederle un consiglio su un immobile seminterrato, è situato in porta romana Milano all’interno del condomino accatastato come c2.L’agenzia ha detto che è possibile passarlo ad abitazione già nell’ annuncio, è chiamandoli mi hanno detto che bisogna fare i lavori e poi i vari documenti al comune. Mi posso fidare o l’agenzia per di vendere Dire sempre di tutto?
Alto