• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

brina82

Membro Senior
Professionista
Il diritto alla mediazione non ha natura contrattuale ma legale.
Se dici all'agenzia che può portare qualcuno (come è avvenuto nel caso) non c'è un incarico scritto, ma non puoi dire che non l'hai incaricata.

L'agenzia avrà difficoltà magari a dimostrarlo, così come lui avrà difficoltà a dimostrare che aveva concordato un'intervento non oneroso per lui, nel caso si riconoscesse che c'è il nesso casuale tra intervento del mediatore e conclusione dell'affare.
Quindi in questi casi converrebbe sempre scrivere qualcosa, del tipo che l'agenzia non è stata incaricata ecc., e tutto ciò, prima che entri dentro l'appartamento in compagnia del cliente, altrimenti se poi si rifiuta di firmare, me lo avrebbe messo comunque in quel posto...
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Io sarei per l'obbligo, in caso di consenso alla vendita anche da parte di mediatori, di darlo per iscritto....così tutti più tranquilli. Nessuno che alza o abbassa i prezzi a proprio sentore (agenzia) e nessuno che poi in caso di vendita possa dire bla bla bla...
 

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
Quindi in questi casi converrebbe sempre scrivere qualcosa, del tipo che l'agenzia non è stata incaricata ecc.
Più che altro le cose sono due.
Rifiutare ogni assistenza da parte dell'agenzia, e allora nulla va scritto, oppure qual che sia l'accordo con l'agenzia, metterlo nero su bianco.

Il nesso causale è evidente che ci sia, io però non potevo saperlo.
Ma magari chi faceva le visite poteva saperlo?
La situazione è arzigogolata, non so che dirti purtroppo.
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Le agenzie non sono tenute a comunicare i nominativi delle persone che visitano gli immobili altrui e non hanno l'obbligo di inviare, anche mezzo posta o mail, un eventuale proposta fatta (per quanto non coerente con la mia richiesta)???
richiedendoti le provvigioni ti informano che quel cliente lo hanno portato a vedere casa tua............. tu dici che non sapevi della proposta? ma lo puoi provare? chi è quell'agente che raccoglie una offerta e non lo dice al proprietario?
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
mi tocca dissentire: ha le prove del contatto col solo aspirante acquirente.
In proposta ci sono i dati del venditore (destinatario della proposta stessa), e dell’immobile : difficile pensare che glieli abbia forniti la befana...😉
Non ti trovi nessuna provvigione da pagare perché puoi comunque esercitare il diritto al dissenso nell'intervento immobiliare. In sede di rogito notarile verrà indicato che l'AI ha operato per la sola parte acquirente.
Il dissenso va manifestato prima, esplicitamente. Non dopo aver fatto lavorare l’agenzia.
Altro discorso le provvigioni, che possono essere escluse per una delle parti, previo accordo, ma sempre per iscritto.
 

Rosa1968

Membro Storico
Agente Immobiliare
Tutti ignari, aveva il piano B per le agenzie ed ora non sa chi e perché è entrato in casa, viene fornita una proposta che ha rifiutato e non ne ha copia.
La proposta è stata fatta più bassa ed ha rialzato perché l'acquirente pensava di risparmiare sulla provvigione, questo è il motivo di rialzo, non perché ha cambiato idea sul valore dell'immobile.
Ed attenzione, perché c'è la dichiarazione mendace in atto.

le tabelle della camera di commercio
non è più provvigione, è penale.

(per quanto non coerente con la mia richiesta)???
di quanto ha alzato alla fine?
 

sirDario

Nuovo Iscritto
Professionista
E' evidente che molti di voi pensino che io voglia fare il furbetto, ho scritto di proposito su questo forum con la speranza di avere la giusta interpretazione morale e formale da chi, in questo ambito, ci opera e lavora tutti i giorni.

Non sono troppo sciocco, se avessi saputo che c'era un nesso causale, avrei naturalmente ed in modo più furbo, come anticipato e concordato telefonicamente con le agenzie, assoggettato i costi all'acquirente e comunque mi sarei riservato una trattativa.

Ora, viste le condizioni al contorno, ritenete che sia giusto subire passivamente???

P.S. Per favore, non ipotizzate comportamenti truffaldini.
 

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
ritenete che sia giusto subire passivamente???
Mi ripeto, è difficile da dire dato che c'era un'interposta persona.
Secondo me se la persona era a conoscenza che c'era l'agenzia di mezzo, se cioè la cosa non gli è stata occultata, sì nel senso che il nesso causale ti coinvolge comunque.
D'altro canto se era ben chiaro che l'incarico conferito, sia pure in maniera verbale, escludeva il pagamento delle provvigioni da parte tua allora no.
Ma andrebbe dimostrato.
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
E' evidente che molti di voi pensino che io voglia fare il furbetto, ho scritto di proposito su questo forum con la speranza di avere la giusta interpretazione morale e formale da chi, in questo ambito, ci opera e lavora tutti i giorni.

Non sono troppo sciocco, se avessi saputo che c'era un nesso causale, avrei naturalmente ed in modo più furbo, come anticipato e concordato telefonicamente con le agenzie, assoggettato i costi all'acquirente e comunque mi sarei riservato una trattativa.

Ora, viste le condizioni al contorno, ritenete che sia giusto subire passivamente???

P.S. Per favore, non ipotizzate comportamenti truffaldini.
Magari non è giusto..... ma è la legge.... dura est sed lege dicevano I latini

comunque non volevi pagare provvigioni e questo è evidente... volevi tuttavia il loro servizio.... oltretutto non sei/eri abbastanza istruito sull’argomento e ora da “carnefice” sei passato ad essere “vittima”... di clienti come te ne ho visti un sacco è per questo ora che se un venditore non firma per quanto mi riguarda si può arrangiare da solo
 

Rosa1968

Membro Storico
Agente Immobiliare
Ormai la frittata è fatta. Il venditore non voleva pagare il servizio seppur usufruito, l'acquirente pure, tra l'altro ha fatto la proposta e c'è una data una firma, un assegno che testimonia la volontà di acquistare da un lato e poi un successivo rogito dove c'è la dichiarazione che le parti non si sono avvalse del mediatore, in barba al povero disgraziato che invece ha portato il cliente.
Detto questo, contatti l'acquirente, il quale avrà avuto anche lui la letterina, e fissate un incontro in agenzia e bonariamente definite le spettanze e chiedete la liberatoria che null'altro c'è a volere e pretendere.
Fatene tesoro per la prossima volta.
 

sirDario

Nuovo Iscritto
Professionista
Magari non è giusto..... ma è la legge.... dura est sed lege dicevano I latini
Se non ricordo male era Socrate e diceva "Dura lex, sed lex". Non vorrei sbagliarmi ma ricordavo fosse greco...

comunque non volevi pagare provvigioni e questo è evidente... volevi tuttavia il loro servizio....
Sostanzialmente ho avuto contatti telefonici da agenzie e pensavo la cosa potesse essere soddisfacente per entrambi.

oltretutto non sei/eri abbastanza istruito sull’argomento e ora da “carnefice” sei passato ad essere “vittima”... di clienti come te ne ho visti un sacco è per questo ora che se un venditore non firma per quanto mi riguarda si può arrangiare da solo
E' questo il punto, ti sembra che io abbia avuto una controparte professionale?
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Se non ricordo male era Socrate e diceva "Dura lex, sed lex". Non vorrei sbagliarmi ma ricordavo fosse greco...
ricordi bene.... quindi immagino tu sia istruito e puoi capire il contenuto dei messaggi che qui nel forum i colleghi e non ti stanno dando..... purtroppo ho scritto con il cell....
E' questo il punto, ti sembra che io abbia avuto una controparte professionale?
hai scelto tu!!!!! hai accettato la collaborazione di chi disperato ha voluto trattare un immobile in verbale ed in concorrenza con gli altri

gli agenti immobiliari non sono tutti uguali, come gli avvocati, quelli bravi e seri per te non hanno lavorato

non è più provvigione, è penale.
è provvigione... la vendita si è conclusa!!!
 

Repsol@

Nuovo Iscritto
E' evidente che molti di voi pensino che io voglia fare il furbetto, ho scritto di proposito su questo forum con la speranza di avere la giusta interpretazione morale e formale da chi, in questo ambito, ci opera e lavora tutti i giorni.

Non sono troppo sciocco, se avessi saputo che c'era un nesso causale, avrei naturalmente ed in modo più furbo, come anticipato e concordato telefonicamente con le agenzie, assoggettato i costi all'acquirente e comunque mi sarei riservato una trattativa.

Ora, viste le condizioni al contorno, ritenete che sia giusto subire passivamente???

P.S. Per favore, non ipotizzate comportamenti truffaldini.
Ci hai provato, e ti è andata male. Ma non disperare, magari tutti i problemi si risolvessero pagando come nel tuo caso. Sono cosuccie da niente queste, stai tranquillo che non vai in galera.
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
E' evidente che molti di voi pensino che io voglia fare il furbetto, ho scritto di proposito su questo forum con la speranza di avere la giusta interpretazione morale e formale da chi, in questo ambito, ci opera e lavora tutti i giorni.

Non sono troppo sciocco, se avessi saputo che c'era un nesso causale, avrei naturalmente ed in modo più furbo, come anticipato e concordato telefonicamente con le agenzie, assoggettato i costi all'acquirente e comunque mi sarei riservato una trattativa.

Ora, viste le condizioni al contorno, ritenete che sia giusto subire passivamente???

P.S. Per favore, non ipotizzate comportamenti truffaldini.
Credo che oggettivamente ti sarebbe difficile provare che dell'agenzia non ne sapevi nulla, considerando comunque che in caso di convocazione in tribunale dovresti ammettere che l'agenzia era autorizzata a portate clienti ma non capisci il perché, nonostante una proposta scritta di un cliente (che poi fatalità ha comprato), non ti abbiano avvertito...
Anche se vero non è credibile...in un'aula di tribunale. Accordati e magari la chiudi con un 2/3000 euro (non sappiamo i valori di acquisto)
 

Rosa1968

Membro Storico
Agente Immobiliare
ricordi bene.... quindi immagino tu sia istruito e puoi capire il contenuto dei messaggi che qui nel forum i colleghi e non ti stanno dando..... purtroppo ho scritto con il cell....


hai scelto tu!!!!! hai accettato la collaborazione di chi disperato ha voluto trattare un immobile in verbale ed in concorrenza con gli altri

gli agenti immobiliari non sono tutti uguali, come gli avvocati, quelli bravi e seri per te non hanno lavorato



è provvigione... la vendita si è conclusa!!!
no è penale, le parti hanno concluso tra di loro.
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
no è penale, le parti hanno concluso tra di loro.
Tralasciando i rischi di scrivere il falso nel rogito, perché, io avendo il diritto alla provvigione dovrei accontentarmi di una penale? Quindi di una somma minore?
Sempre tralasciando i rischi di cui sopra, converrebbe a tutti pagare penali e non provvigioni ma le penali sono in genere a carico della parte inadempiente dell'accordo stipulato con il mediatore (tipo recesso dall'incarico, vendita fatta tramite terzi nei casi di esclusiva, ecc...) ?
Secondo me la questione non è del tutto certa...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

To think, I killed a cat
And may I say, oh no, not their way
But no, oh no, not me
I did it my way
Alto