1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. agenzialeonardo

    agenzialeonardo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao
    si può fare un contratto di locazione di una casa nuova, appena accatastata ma che ha solo la richiesta di agibilità o bisogna aspettare i 60 giorni per avere il "silenzio - assenso"?
    Grazie!
    Buon lavoro!
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Puoi fare il contratto con termine iniziale a 60 giorni. In ogni caso secondo me non essendo elemento necessario ai fini del contratto di locazione potresti farlo. Ci sono tanti immobili ad uso abitazione che mancano di certificato di agibilità all'epoca abitabilità... aspetto conferme...
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Nel mostro comune per esempio non fanno richiedere la residenza se si tratta di casa nuova, se non sono passati i 60 gg. Dalla richiesta di agibilità.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il problema che vedo io é la residenza. Poi comunque prendete le mie informazioni con le pinze perché non tratto gli affitti.
     
  5. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Se ci si attiene alla normativa e alle sentenze NO, devi aspettare in quanto la mancanza del certificato può dare luogo alla risoluzione del contratto e alla richiesta di danni da parte del locatario “attenendo questa ad un requisito essenziale della cosa” (Cassazione Civile, 16 giugno 2008 n. 16216).

    …la mancanza del certificato per non essere stato il provvedimento ancora richiesto o rilasciato, viene a configurare una situazione d’inadempimento in ragione dell’iniziale inettitudine della cosa a soddisfare l’interesse dell’acquirente del diritto reale o di credito sulla cosa”. Per cui, quand’anche l’inagibilità fosse ab initio nota alle parti contraenti, “il definitivo diniego del rilascio del certificato” (che assorbe quindi il caso, pure considerato dalla Corte, in cui il rilascio non sia stato dal locatore nemmeno richiesto) “legittima il ricorso ai rimedi della risoluzione del contratto e del risarcimento del danno”.
    (11 aprile 2006 n. 8409)

    Non solo, la Suprema Corte aveva parzialmente rivisto il proprio indirizzo laddove, pur ribadendo che la mancanza delle autorizzazioni e delle concessioni amministrative, ovvero l’impossibilità di ottenerle, costituisca grave inadempimento del locatore che giustifica la risoluzione del contratto ai sensi dell’articolo 1578, tornava a intravedere un’esimente dalla responsabilità nel caso in cui il conduttore fosse a conoscenza della situazione e l’avesse consapevolmente accettata (Cassazione Civile, Sezione Terza, 7 giugno 2011 n. 12286). Tuttavia, tale principio deve comunque conformarsi a quanto affermato dalla stessa Corte, secondo la quale “grava sul conduttore l’onere di verificare che le caratteristiche del bene siano adeguate a quanto tecnicamente necessario per lo svolgimento della specifica attività che intende esercitarvi, nonché al rilascio delle necessarie autorizzazioni” (Cassazione, 25 gennaio 2011 n. 1735; Cassazione, 1 dicembre 2009 n. 25278; Cassazione, 8 giugno 2007 n. 13395; Cassazione, 13 marzo 2007 n. 5836).
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  6. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    In pratica se si è proprietari di un immobile dato in locazione e privo di agibilità, conviene scriverlo sul contratto per non avere problemi.
     
  7. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Qui il caso trattato non è l'immobile privo di agibilità... è l'immobile "in corso di accertamento di agibilità", dove a fronte di richiesta dell'agibilità se questa viene respinta, è come se avviene una modifica contrattuale, quindi posso chiedere la risoluzione del contratto. Se poi ho taciuto questa cosa posso anche chiederti i danni.
    Un immobile "che è già privo di agibilità" non è che è una tua discrezione non scriverlo... ma va assolutamente dichiarato.
     
    A Rosa1968 e brina82 piace questo messaggio.
  8. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Immagino che se non venga dichiarato il contratto sia annullabile, nel mio esempio...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina