1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gangi

    gangi Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Apro questa nuova discussione perchè mi sembra che l aromento non è specifico al mio caso ma a tutti quelli che interessa il discorso sottotetto senza abitabilita.

    Come da titolo io vorrei sapere se esiste qualcosa di scritto qualcosa di vincolante che indica chiaramente cosa posso e cosa non posso fare in un sottotetto non abitabile.
    Suppongo che questa carta ci sia chiedo cortesemente se è possibile allegarla cosi che davanti a cosa scritta non sorgano piu dubbi.

    Mi spiego meglio poichè io voglio stare nelle regole ma tutt ora queste regole non sono chiare,a oggi chi mi vieta di sfruttare il sottotetto costruendo un locale lavatoio stireria e un locale deposito?nessuno..

    Chi mi vieta nel locale lavatoio di mettere una lavatrice una piccola vasca per lavare e mettere dei pensili dove appoggiare vestiti ecc? ad oggi nessuno

    Chi mi vieta nel locale deposito di depositare un letto e mettere dei pensili,mobiletti dove depositare vestiti ? c è una legge che dice cosa devo depositare nel locale deposito e che è vietato depositare un letto?

    Chi mi vieta di pavimentare il tutto e renderlo gradevole magari con dei lampadari tappeti ecc... senza riscaldare ne raffreddare l ambiente ma riscaldando il tutto grazie al caldo che proviene dall appartamento sottostante.

    Insomma penso che mi avete capito anche dal tono leggermente polemico(non me ne volete assolutamente),insomma cerco di capire ma le parole sono di interpretazione varia la legge è scritta e io voglio stare nelle regole, non mi basta sentirmi dire puoi fare un locale deposito e stireria perche non è una risposta completa secondo me,anchio adesso nella mia camera da letto abitabile oltre al letto ho un tavolo con dei materiali utensili e piccole attrezzature per l officina a livello modellistico ma non per questo credo di fare un cambio d uso della stanza e andare nel penale.

    Ringrazio tutti per le risposte ma sopratutto coloro che mi daranno delle risposte concrete allegate da leggi,in caso contrario nessuno mi vieta di fare cio che ho scritto sopra.
     
  2. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ciao, in primis basta fare riferimento al Regolamento edilizio e di igiene del tuo Comune, che certamente stabilirà dei limiti e dei vincoli, ad esempio di altezza, per stabilire cosa è abitabile e cosa nn lo è...(di solito h>2.4 m è abitabile!).
    Inoltre, al momento della costruzione dell'immobile, chi lo ha realizzato, ha dovuto far riferimento al Piano Regolatore, e ad una cubatura consentita: sicuramente, nn rispondendo a qualcuno dei requisiti per l'abitabilità, il sottotetto è realizzato ma nn figura nel conto totale della cubatura dell'immobile...come si dice in gergo, nn fa cubatura...
    E' ovvio che in teoria "nessuno" ti impedisce di usare il sottotetto per farci quello che vuoi (fermo restando che nessuno venga a farti un'ispezione), tuttavia, ad esempio, se avviene un incidente domestico usando impropriamente questo ambiente, se hai un'assicurazione, questa nn copre i danni!
    Oppure, se vai a vendere casa, sicuramente nn potrai vendere la parte nn abitabile come abitabile, quindi detta in parole povere, la casa figurerà con un ambiente in meno...
    etcetc....

    Spero di averti un pò chiarito la situazione...
    un saluto.
    arch. Emanuela Carratoni
     
    A akaihp piace questo elemento.
  3. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La discriminante è la permanenza di persone nei locali non adibiti a tale scopo e quindi privi dei necessari requisiti igienico sanitari.
    Nei locali tipo lavanderia non ci può essere il wc (quindi non può essere un bagno).
    Nel locale deposito pui depositare un letto ma non puoi dormire su quel letto.
    Nel caso in cui venga un accertamento e gli accertanti dimostrino che quei locali sono adibiti alla permanenza di persone e non solo al deposito di materiali si parla di cambi di destinazione d'uso ABUSIVO che, per chi non lo sapesse, è reato penale.
     
    A AsD piace questo elemento.
  4. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    concordo con cafelab e aggiungo per gangi di fare una breve ricerca su questo forum (se ne è parlato parecchio) ad esempio:

    http://www.immobilio.it/f21/agibilita-zona-sgombero-sottotetto-8409/

    http://www.immobilio.it/f21/sanare-scala-interna-soffitta-trasformata-bagno-stanza-letto-7595/

    http://www.immobilio.it/f20/acquisto-appartamento-nuovo-2-livelli-6519/

    http://www.immobilio.it/f21/acquisto-sottotetto-agibile-non-abitabile-errore-irrimediabile-6454/

    http://www.immobilio.it/f21/casa-sottotetto-reso-abitabile-ma-non-norma-6285/

    http://www.immobilio.it/f21/depositi-o-sottotetti-quale-differenza-6090/

    http://www.immobilio.it/f21/verifica-abitabilita-mansarda-6235/

    quelli suindicati sono solo alcune delle discussioni alle quali ho partecipato inerenti l'argomento. Ce ne sono sicuramente altre che non conosco e che per ora non ho cercato con commenti sicuramente utili.

    La questione, è sempre bene ricordarlo, è comunque variabile da regione a regione e da comune a comune.

    Nel comune di Milano ad esempio le finestre di un sottotetto "non abitabile" (termine improprio, lo uso solo per farmi capire) devono essere inferiori ad 1/10 della sua superficie. In un comune limitrofo, quale ad esempio Corsico, devono essere inferiori ad 1/8. Se non ricordo male inoltre le finestre zenitali (quelle orizzontali) in detto comune non rientrano in questo calcolo.
    Vedi bene quindi che sul fatto di avere o non avere finestre in un sottotetto le cose cambiano spostandosi di poche centinaia di metri.
    Anche per tutto il resto bisogna fare riferimento ai regolamenti locali e regionali.

    Per esempio il divieto di riscaldamento dei locali non ricompresi nella volumetria urbanistica è solo della Lombardia, non conosco altri divieti in altre regioni ma non escludo che possano esistere.

    Visto inoltre che giustamente vuoi riferimenti precisi:


    LOMBARDIA, L.R. n.
    10/2009,Disposizioni in
    materia di ambiente e servizi
    di interesse economico
    generale - Collegato
    ordinamentale
    Art. 2
    (Ulteriori modifiche alla l.r. 24/2006 in materia di contenimento delle
    emissioni inquinanti e climalteranti)

    1. Alla l.r. 24/2006(2) sono apportate le seguenti ulteriori modifiche:
    ...
    h) dopo il comma 3 dell'articolo 24 è aggiunto il seguente:
    '3 bis. Negli edifici classificati abitazioni civili e rurali, adibiti a residenza
    con carattere continuativo, e case per vacanze, per fine-settimana e similari, adibite a residenza con occupazione
    saltuaria, nell'ambito della categoria E1 individuata all'articolo 3, comma 1, del decreto del Presidente della
    Repubblica 26 agosto 1993, n. 412 (Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio
    e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in
    attuazione dell'articolo 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n. 10), è fatto divieto di provvedere alla
    climatizzazione estiva e invernale di cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie, box, garage e depositi.
    Sono
    esclusi dal divieto gli immobili ricadenti nell'ambito della disciplina di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.
    42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137), nonché
    gli immobili sottoposti, in base allo strumento urbanistico comunale, a interventi di solo restauro o risanamento
    conservativo in ragione dei loro caratteri storici o artistici.' ;

    Per concludere direi che una disamina esaustiva sull'argomento sarebbe estremamente lunga e rischierebbe di risultare colpevolmente incompleta visto che l'onniscenza sui regolamenti locali non è umanamente possibile.
     
    A roberto.spalti e Alessandro Frisoli piace questo messaggio.
  5. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ......qui dissento da spalti.

    Sono da ritenersi abusive tutte le opere di trasformazione del sottotetto di un immobile in mansarda destinata ad abitazione, eseguite senza la prevista concessione edilizia e senza che possa essere applicata la sanatoria prevista per gli abusi edilizi, per poter usufruire del condono edilizio è infatti necessario che sia provata l’anteriorità dei manufatti al termine del 31 dicembre 1993, indicato dalla legge 924/1994 e, qualora tale prova manchi (e a maggior ragione ove sussista la prova contraria), le opere realizzate sono abusive, a nulla rilevando la presentazione della domanda di concessione in sanatoria relativa a pretesa manutenzione ordinaria di parti del tetto e del sottotetto (App. Milano, 14 aprile 1999).
    Perché si verifichi l’abuso edilizio consistente nella trasformazione da semplice sottotetto ad appartamento di civile abitazione non è sufficiente l’uso saltuario a dormitorio, ma è necessaria la realizzazione di opere interne atte a soddisfare effettivamente finalità abitative (tramezzature, finestre, servizi igienici, impianti di acqua e gas, pavimenti ecc.), le quali sono sanabili, a norma dell’art. 31, legge 47 del 28 febbraio 1985, solo qualora siano state completate funzionalmente alla data del 1° ottobre 1983; se ciò non avviene, nessun rilievo può essere attribuito alla domanda di concessione in sanatoria e relativamente a essa non si può formare il silenzio accoglimento previsto dal comma 12 dell’art. 35, legge 47/1985 (TAR Piemonte, Sez. I, n. 215 dell’8 giugno 1991).
     
  6. gangi

    gangi Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Grazie a tutti per le risposte io concludo che il mio sottotetto non è agibile e io non voglio infrangere le regole e voglio stare nella legalita,anche se un eventuale ILLEGALITA mi sembra molto difficile da far venire alla luce se si mantiene appena appena un minimo di buon senso ovvero:
    tralasciando il discorso altezze lucernari ecc in quanto non è abitabile e non è mio scopo renderla tale pero mi sembra che anche dalle vostre risposte nessuno mi nega d arredarlo,costruirci stanze metterci un bel letto mobili ecc i vincoli chiaramente sono che non deve esserci un wc non deve esserci una vasca idromassaggio ne riscaldamento ...e tutto cio che puo' far sorgere la certezza che in quel sottotetto si vive.
    Certo che se ci fossero delle voci chiare non si andrebbe per interpretazioni personali: ad esempio una radio la posso mettere?chi me lo dice?e perchè?se l ispettore che arriva a controllare mi vede la radio in base a cosa mi dice che la casa la sto abitando oppure no? non credo che si guardi se la radio è accesa oppure no:D, ma è la stessa cosa se nel letto ci dormo al pomeriggio d estate perchè è fresco chi mi puo dire che sto facendo un abuso edilizio?
    percio mi sembra di non commettere nessun abuso edilizio e sono contento d avermi pagato il sottotetto non abitabile 400e a metro quadro al posto dei 2000 dell appartamento,abitabilita si abitabilita no.

    Ancora grazie a tutti
     
  7. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    certo che invece tu proprio non leggi ciò che scrivo io: regolamenti locali!!!

    in alcuni comuni nei sottotetti puoi farci anche i bagni! In altri anche stanze. In alti ancora invece nulla.
    E non è legato strettamente alla "abitabilità" ma a NTA, RE e RLI. e leggi regionali

    poi puoi fare come vuoi e con questo messaggio io su questo argomento ho finito.
     
  8. gangi

    gangi Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Io non faccio come voglio perke se no mi farei l idromassaggio in camera io faccio cio ke la legge mi permette di fare e se come tuo ultimo post viene fuori che grazie all nta l re e altre sigle si potrebbe fare anche un bagno o una camera nel sottotetto non abitabile ti dico ke lo potevi dire come primo post non come ultimo
    sara' mio compito far tradurre quelle sigle da te citate e vedere se si addicono al mio caso
     
  9. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    io lo scrissi nel primo post
    :disappunto::disappunto::disappunto::disappunto::disappunto:
    dimmi che sei leonard mascherato.
     
  10. gangi

    gangi Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    una citazione dal tuo primo post chiara come la penultima da te fatta dove dici;
    io non la leggo,poichè non voglio passare per chi accetta tutto e sono pronto a chiedere scusa se ho torto non ti chiedo d evidenziare questa cosa per me,ma per tutti coloro che di te si dovranno fare un opinione, in fondo chi non deve perdere la faccia non sono io.Con questo concludo io la nostra vivace discussione,almeno sottoforma pubblica.
     
  11. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    non terrò conto dell'ultimo commento perchè lo trovo ingiustamente maleducato. Ma è l'ultima volta. Ho tentato di mantenere una pazienza zen e di aiutarti ma stai esagerando.
    Ricordatiche tutto l'aiuto che ti viene qui fornito è gratuito. Quindi non puoi pretendere nulla. Normalmente per le mie consulenza vengo pagato.

    Poi ti cito:
    Nella tua domanda, hai indicato il comune e la regione nella quale vuoi operare? No.
    E allora come si fa a darti una risposta?

    con questo ho veramente chiuso.
     
  12. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Evitiamo di scendere nel personale, please.
     
    A robipe piace questo elemento.
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Rileggendo questo post e l'altro aperto sempre da Gangi, mi rendo conto che è veramente IMPOSSIBILE per gli utenti che, per loro fortuna, non lavorano nel campo dell'edilizia e dell'urbanistica, capire che nel nostro paese esistono 20 regioni, 110 province e più di 8.000 comuni e che ognuno di questi enti fa edilizia per conto suo, nel senso che ha i suoi regolamenti.

    Io continuo a non capire che cosa potrebbe cambiare il famoso federalismo, se la frammentazione esiste già al massimo livello !!!

    Quando però ti fanno una domanda e tu risposndi che le realtà sono diverse non ti credono, polemizzano e, a volte, sono anche poco garbati...

    Gangi, mi sembra che AKhaip ti abbia risposto abbondantemente, ma se tu da un tecnico vuoi che ti dica che di casa tua puoi fare quello che vuoi, non te lo potrà mai dire, per professionalità e per etica...

    Silvana
     
  14. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Scusami se mi intrometto Federico... ma non penso che un professionista come te deve perdere la calma soltanto perchè una persona non comprende il tuo linguaggio... in fin dei conti hai detto anche tu che tutto ciò che rispondiamo è completamente a favore delle persone che pongono le domande e senza alcuno scopo di lucro...non penso che debba abbassarti alle provocazioni..se molto superiore a questo non trovi...? anche se hai ragione rispondendo alla provocazione non pensi che passi dall'altra parte...?.. mantieni la calma in ogni cosa, perchè qui si dimostra il mio motto...e tu sei uno che rientra a pieno titolo...:)


    Scusami Gangi...sei in post come professionista...apri la discussione indicando che non è sicuramente il tuo caso, poi lo fai diventare tuo...non ti pare un po contraddittorio il tuo post?...ma non è un problema che mi riguarda...penso che la cosa più importante sia quella di sapere in realtà cosa si nasconde dietro la tua domanda...ovvero cosa veramente vuoi sapere e sin qui non sei stato chiaro...noi siamo a rispondere e risponderti, ma la cosa più sana per tutti è essere leali, tanto non ci sono persone (professionisti) di ogni genere che non sanno o che sono di primo pelo.. come si suol dire...
    Vuoi sapere cosa significa NTA, RI, RE, ecc... bene... NTA= Norme tecniche di Attuazione che insieme al RE=Regolamento Edilizio sono gli strumenti per le edificazioni (e non solo) presenti in ogni Comune; RI e RLI sono Regolamenti d'Igiene, sia tipo regionale che locale (ovvero di ogni ASL di competenza territoriale), beh per le leggi o norme regionale non c'è molto da dire, quelle le sai in base al quesito specifico che vorrai porre...se nel tuo caso è solo mirato al sottotetto, allora guardati gli artt. da 60 a 64 della LR 12/05 e modifiche integrazioni che parlano esclusivamente di recupero sottotetti...
    In ogni caso, spero di esserti (come tutti) utile e non credo che con le provocazioni :shock::shock: o le risposte improprie :confuso::confuso: si risolvano i quesiti e le questioni...:occhi_al_cielo::occhi_al_cielo: in fin dei conti tutti noi dobbiamo mantenere un minimo di rispetto verso gli altri, perchè penso che non siamo soltanto noi a leggerci ma altri milioni di persone che possono accedere e queste cose non fanno per niente bene alla nostra comunità..:ok::ok::ok: sono pronto a spiegarmi meglio....buona serata a tutti....:risata:
     
  15. gangi

    gangi Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Ringrazio molto Silvana e l Archittetto per le loro risposte come roberto spalti che tra questo e l altro post mi ha chiarito qualche dubbio; concludo dicendo che se io non fossi stato trattato come uno che non sa leggere sicuramente non avrei polemizzato;i futuri lettori di questa piacevole discussione avranno modo di giudicare le cose e i vari protagonisti traendone le loro personali conclusioni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina