1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Vincivittoria

    Vincivittoria Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    Avrei bisogno di un chiarimento:
    Tra alcuni mesi andro' a vendere un appartamento acquistato con agevolazione prima casa e ne riacquistero' un altro sempre in agevolazione prima casa. La rendita catastale della casa che andro' a vendere e' di euro 1200 mentre il nuovo appartamento ha rendita catastale 600. Essendo molto più bassa la rendita del nuovo appartamento avro' per cui una plusvalenza che so che non mi verra' restituita ma speravo per lo meno di non dover pagare null'altro oltre la parcella notarile e i vari costi fissi. Invece da un colloquio con un notaio per avere un preventivo dei vari costi mi disse che aldila' del credito BISOGNA comunque pagare una cifra minima di imposta di registro di 900 euro, oltre a tutto il resto. Per cui sia che tu abbia un credito di 1 euro o 10000 euro devi comunque pagare allo stato 900 euro di imposta. A voi risulta? Grazie fin d'ora
     
  2. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    quando compri, oltre a pagare la parcella al notaio, paghi per acquisto di prima casa 3% di imposta di registro, 168€ di imposta ipotecaria, 168€ di imposta catastale + bolli e diritti (circa altri 3-400€)
    il credito va a compensare solo l'imposta di registro....quindi una parte di spese resta...
    visto però che metà dell'imposta pagata per la tua attuale casa la andresti a perdere, forse è da valutare la possibilità di non utilizzare il credito per il nuovo acquisto....
    infatti, quando vendi una prima casa e riacquisti entro 12 mesi acquisti il diritto al credito d'imposta e lo puoi utilizzare in vari modi:
    - in diminuzione dell'imposta di registro dovuta in relazione al nuovo acquisto;
    - in diminuzione delle imposte di registro, ipotecaria, catastale, dovute su atti e denunce presentati dopo la
    data di acquisizione del credito;
    - in diminuzione dell'IRPEF dovuta in base alla dichiarazione da presentarsi successivamente al nuovo
    acquisto, ovvero alla dichiarazione da presentare nell'anno in cui e' stato effettuato il riacquisto stesso;
    - in compensazione con altri tributi e contributi dovuti in sede di versamenti unitari con il modello F24
    (usando il codice tributo 6602).
    non essendo, però, accantonabile parzialmente, o lo usi completamente oppure l'eccedenza la perdi...quindi fossi in te valuterei il tuo caso con un commercialista
     
  3. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Aggiungo a quanto scritto da Antonello che "Il credito d'imposta è pari all'imposta di registro o all'IVA pagata sul primo acquisto. In ogni caso non può essere superiore all'imposta di registro o all'IVA dovute sul nuovo acquisto: non può pertanto dar luogo a rimborso." Di conseguenza sia che si utilizzi il credito d'imposta in diminuzione dell'imposta di registro sul nuovo acquisto sia che si utilizzi in diminuzione dell'IRPEF in dichiarazione dei redditi o in compensazione per altri tributi, l'importo a credito utilizzabile è sempre lo stesso. A parte il primo caso (in cui il credito è ovviamente utilizzato per intero), il credito può essere utilizzato per 10 anni (termine di prescrizione del credito).
     
  4. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    esatto......in parola povere: hai 10 anni di tempo per usarlo, ma lo puoi usare solo una volta quindi se avanza qualcosa è perso
     
  5. Vincivittoria

    Vincivittoria Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie per le varie risposte,
    ok mi sta bene il fatto che se ho un credito d'imposta o lo recupero o lo perdo, ma non ho capito perché il notaio oltre alle solite spese fisse di 168 euro ecc. ecc. e la sua parcella .... mi farebbe pagare 900 euro di imposta di registro. Ossia anche se sono completamente a credito (e ne avanzo....ok lo perderò) devo comunque pagare un minimo che per legge corrisponde a 900 euro di imposta di registro.
     
  6. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :shock: mai sentito parlare di imposta minima........magari vi siete capiti male.........
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma siamo sicuri che si un'imposta minima e non la tariffa minima del notaio ???

    Stranamente le cifre concordano...

    Silvana
     
  8. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Nel caso di dichiarazione dei redditi è possibile usufruire del credito d'imposta che non ha trovato capienza nella prima dichiarazione successiva al riacquisto, anche nelle successive dichiarazioni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina