1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. carlo carlo

    carlo carlo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho stipulato un preliminare di vendita per l'acquisto di una casa agricolo-abitativo in corso di ciostruzione versando la caparra confirmataria, al momento della visione dell'immobile nel piano giorno erano presenti le pareti divisorie, il perito mutuante della banca ove mi sono recato per la richiesta del mutuo mi ha contestato la presenza delle pareti divisorie che non venivano riportare sul progetto in quanto trattasi di una casa colonica, nonchè una serie di difformità per cui la pratica di richiesta mutuo non è stata accettata... Contattando l'agenzia che mi ha venduto la casa per far presente le problematiche ha fatto eliminare le pareti dai proprietari riportandola come in progetto. L'agenzi immobiliare e i prorietari dell'immobile si rifiutano ad annulare il contratto di compravendita nonchè a restiturmi la caparra versata. Non ho esitato a contattare un Geometra per una perizia dove sono riscontare una serie di difformità urbanistiche ed edilizie tipo il sottotetto più alto di ben 20 cm, un balcone e una finestra che mancano e scala d'ingresso realizzata diversamente e una serie di difformità interne. Ora chiedo in base a queste diffromità posso aderire alle vie legali per riavere la caparra versata?
     
  2. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    la caparra non credo perchè ormai il preliminare l'hai firmato...dovevi verificare il tutto prima di firmare contattando e facendo fare gli accertamnti dovuti al tuo geometra di fiducia...non puoi recedere altrimenti saresti inadempiente, ma puoi ottenere un bello sconticino sul prezzo...buona fortuna..
     
    A carlo carlo piace questo elemento.
  3. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Fai fare una perizia ,meglio giurata ,dove si evidenziano le difformità urbanistihe poi con questa chiami i proprietari e cerchi di trovare un accordo se non si trova vai per vie legali vincerai sicuramente la causa
    il tetto più alto non è una difformità di poco conto penso neanche sanabile in un batter docchio quindi vai avanti
    io non mi rivolgerei all'ag. loro ti diranno sicuramente che non sapevano di queste difformità (è già successo a me )a meno che tu non riesci a dimostrare il contrario (cosa molto difficile)
    Io ho avuto un'esperienza simile ed ho proceduto come ti ho descritto sopra ed ho recuperato i soldi della caparra con tutti i danni poi ho avuto la fortuna di recuperare i soldi della parcella perchè l'agente imm. aveva fatto accesso agl'atti quindi non poteva dire di non sapere rischiava grosso (penale)
    in bocca al lupo auguri Bubù
     
    A carlo carlo e elisabi piace questo messaggio.
  4. carlo carlo

    carlo carlo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono andato per le vie legali!!!
     
    A elisabi piace questo elemento.
  5. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La maggior parte dei contratti sulle nuove costruzioni,permettono alle imprese di fare delle varianti in corso d'opera per poter sopperire a problemi di staticita' ( veri o presunti ) o di costruzione,senza chiedere nulla a nessuno ( purtroppo :disappunto:)
     
  6. carlo carlo

    carlo carlo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E' già presente un variante in corso d'opera. L'immobile l'ho acquistato con quella variante approvata e presenta difformità (un pilastro alto 1,80 anzicchè 1,40 - un altro pilastro 2,80 anzicchè 2,68) esterne ed interne (mancanza di un balcone e di una finestra - scala ingresso realizzata diversamente - ecc. ecc.). Il notaio mi ha riferito che non può mai stipulare un atto pubblico se l'immobile presenta difformità!!
    Il comune ha detto che il tutto è sanabile! (un tecnico comunale molto amico con l'agenzia immob. che mi ha venduto la casa) Troppo tardi, l'immobile l'ho acquistato come realmente realizzato invece sui grafici si presenta difforme e, la cosa più grave è l'altezza del sottotetto e spioventi realizzati e non assentiti.
     
  7. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Se la situazione è sanabile ,ed a te sta bene, la sanassero loro e poi casomai compri . Giustamente il tuo notaio ti dice di desistere dall'aquisto, è stato pure onesto!!! volendo avrebbe potuto fare l'atto ed intascare l'onorario visto che lui non è tenuto a controllare la conformità urbanistica.
     
    A carlo carlo piace questo elemento.
  8. giovanni76

    giovanni76 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    anche io ho avuto una situazione simile le difformità erano sanabili ed io avevo versato una caparra di 25,000€. Il mio avvocato mi ha consigliato di fare un accordo con i proprietari visto che i tempi di un giudizio sono lunghi e c'è il rischio di un giudizio avverso...............................alla fine ho accettato 8,000€. Triste ma avrei potuto perdere molto di più.
     
  9. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'immobile deve essere consegnato ocnforme alla stipula del rogito, quindi per ora il venditore non è inadempiente.
    Se alla data di stipula del rogito le difformità non soano ancora state sanate puoi fare una lettera di messa in mora al venditore e dalla scadenza dei termini della lettera lo stesso diviene inadempiente concedendoti la facoltà di recedere dal contratto ottenendo la restituzione di quanto versato oltre ai danni.
     
  10. carlo carlo

    carlo carlo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il notaio non si ha asunto la responsabilità di stipulare l'atto!! Comunque l'avvocato mi stà preparando il ricorso in tribunale!

    Aggiunto dopo 10 minuti :

    L'immobile non è conforme al progetto e presenta gravi difformità a livello urbanistico che edilizio... In questo caso il venditore è inadempiente, oltretutto nel preliminare di vendite ha dichiarato che l'immobile è conforme ai permesi di costruire nonchè, in regola con le norme urnabistiche ed edilizie. Ho una perizia giurata nella quale si evincono le gravi difformità (sottotetto più alto di ben 30 cm). Rischio di abbattitura! Comunque l'avvocato stà preparando il ricorso in tribunale. Il mio avvocato ha dato 15 giorni di tempo per trovare un Notaio che si assuma la responabilità di stipulare un atto notarile in presenza delle difformità. Il notaio che io mi sono rivolto non si ha assunto la responsabilità!!! Per l'avvocato del venditore sostiene che l'immobile è in regola, quindi, si sono ritenuti la caparra da me versata (euro 30.000). Avranno una bella mazzata, restituzione del doppio della caparra, danni morali, interessi e danni che non ho potuto più acquistare casa e in più non venderanno più l'immobile fino alla fine del giudizio. (sei - otto anni)
     
  11. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Non capisco perchè ai dato loro la possibilità di trovare il notaio e se lo trovano? cosa non impossibile!?!?!?!?
    Secondo me parti male chiedi subito la risoluzione del contratto ( compromesso ) con relativi danni
    L'attesa è lunga ma penso che in due tre anni la causa la vinci.


    Cordialmente Bubù
     
  12. carlo carlo

    carlo carlo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono vicino ad un accordo. Mi restituiscono la caparra (30.000) più i soldi che ho speso per la perizia. L'unico cosa negativa che ognuno si paga le proprie spese legali (il mio avv. vuole 3.000 €) e in più la caparra me la restituiscono in cambiali, purtroppo i soldi li hanno spesi e questo è l'unico metodo per riavere i soldi (sperando che pagano le cambiali!!)
     
  13. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ti consiglio francamente di portarli in tribunale perchè se i soldi non li anno tu rischi di perdere tutto fai fare un sequestro preventivo del bene per garantirti in qualche modo se no tu in mano ti ritrovi solo carta straccia Ma il tuo avv. possibile che non ti consiglia una roba del genere? e poi mi sembra esagerato per una semplice transazione stragiudiziale 3000 euro
    Dammi retta consigliati con un altro legale..........


    Cordialmente Bubù
     
  14. milanele

    milanele Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mmmm cambiali....io non mi fiderei troppo.
     
  15. manmar01

    manmar01 Ospite

    Cambiali? NON FARLO. Rischi di trovarti sul groppone dei foglietti di carta + le spese per la riscossione.
    Se non hai nescessità di rientrare subito dei 30 mila euro, procedi per vie legali, facendo im modo di rendere l'immobile non vendibile possibilmente con un sequestro cautelativo. Non accettare nemmeno di pagare il tuo avvocato così si sforzerà di trovare una soluzione migliore per te.
     
  16. elisabi

    elisabi Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ben fatto! Facci sapere come va a finire, in bocca al lupo...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina