1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. laangy

    laangy Membro Junior

    Privato Cittadino
    Avrei bisogno di un consiglio per favore. Il mio ex marito sta per acquistare un immobile a mia figlia intestandoglielo. Già in un post precedente ho spiegato che per lei sarà una prima casa. Poichè io vivo col mio compagno, mia figlia ha intenzione di concedermi il diritto di abitazione perchè vuole tutelarmi da un'eventuale separazione dal mio compagno e vuole inserirlo sull'atto di acquisto che il padre sta per stipulare. Però mi piacerebbe capire cosa cambia se stabilisce fin da subito il diritto di abitazione a mio favore invece della semplice residenza se dovrò andare ad abitarci? Se ho capito bene non sono molto diversi, l'unica differenza è che col diritto di abitazione potrei abitare la casa fino alla fine dei miei giorni, e nessuno può togliermelo giusto? Ed inoltre, il diritto di abitazione è piglorabile come l'usufrutto? Chi mi aiuta a capire qual è la formula migliore? Grazie
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Brava figlia !

    Il diritto di abitazione è vita natural durante e nessuno te lo può togliere.

    Non è pignorabile.
     
    A cosma e PyerSilvio piace questo messaggio.
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ma credo venga a decadere se non viene esercitato, e non è cedibile
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  4. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Letta la interessante trattazione postata da Tobia, rimane la domanda sulla soluzione migliore
     
  6. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per quello che ho capito manca la giurisprudenza, quindi non vigerebbe l'obbligo di residenza.

    Il diritto di abitazione decadrebbe solo dopo il mancato uso dell'abitazione per 20 anni consecutivi.

    Ps
    Ai fini TASI controlla nel tuo comune come viene considerata la mancata residenza.
     
  7. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non è possibile che tua figlia disponga per te il diritto di abitazione.
    E' necessario a tal fine che tu intervenga al rogito e lo sottoscriva.
    In quel caso tua figlia si intesterà la "nuda proprietà" e tu il "diritto di abitazione" che fiscalmente verrà trattato come l'"usufrutto".
    Potrete stabilire autonomamente se richiedere le agevolazioni prima casa.

    Se questo non fosse possibile sarà necessaria la sottoscrizione di 2 atti.
    Col primo tua figlia acquisterà la piena proprietà e con il secondo ti cederà il diritto di abitazione. Le implicazioni fiscali di questa modalità meriteranno un approfondimento.

    Ciò detto, devo però sottolineare che mi risulterebbe oscura la particolare tutela che questa intestazione costituirebbe rispetto al rischio indicato.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' possibile predisporre i due diritti nello stesso atto contestualmente, naturalmente con la firma di entrambe.
    E' possibile usufruire delle agevolazioni fiscali prima casa, se ci sono i requisiti.

    E' addirittura possibile godere del credito d'imposta da parte di chi deterrà il diritto di abitazione.

    Fiscalmente, le tasse sulla casa le pagherà chi detiene il diritto di abitazione se residente.
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Qui non si accenna alla incognita dell'ex-marito che acquisterà in capo alla figlia: forse anche lui vorrà dire la sua ....
     
  10. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sicuramente. Speriamo che non si metta di traverso...
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Potrebbero farlo dopo l'acquisto. La figlia dopo può disporre del bene come crede.
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Certo, ma in questo caso servirebbero i due atti.
     
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Si ma penso che il padre voglia fare l'operazione con la figlia, non so ma mi è venuta in mente questa cosa, reduce da un'esperienza, dove il papà si era messo di traverso.
     
  14. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' probabile.
    Spesso i genitori si servono dei figli per colpire l'ex coniuge...
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Comunque qui il papà mi sembra intenzionato a fare un bel regalo alla figlia.
    In quella situazione non arrischierei conflittualità. Meglio due atti: tutti maggiorenni, ed ognuno libero nelle decisioni e nei sentimenti.
     
    A Rosa1968 e Bagudi piace questo messaggio.
  16. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare


    Meglio i due atti... ma facendo molta attenzione alle implicazioni fiscali.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  17. laangy

    laangy Membro Junior

    Privato Cittadino
    Perdonatemi l'assenza, ma leggo solo ora. Intanto per spazzare ogni dubbio posso tranquillamente rassicurarvi perchè il papà di mia figlia è d'accordo con lei. Anche perchè se devo dirla tutta, questo appartamento è quello che il mio ex marito aveva deciso di "liquidarmi" nel momento in cui gli concedo il divorzio. Ed io ho preferito che lui la intestasse a nostra figlia visto che ne abbiamo solo una... Però dal momento che io vivo con il mio compagno, lei ha pensato di proteggermi qualora succedesse qualcosa nel frattempo visto che la casa dove abito, appunto, è del mio convivente ed ha anche dei figli. Ora però leggendovi, mi sorge un dubbio e devo approfondire se una volta assegnato il diritto di abitazione, la residenza deve essere immediata.

    Bagudi, il credito d'imposta a che titolo? Non ho capito, perdonami...
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E'una particolarità del diritto di abitazione, che non ti tocca, ma tocca solo chi ha venduto una prima casa.
     
  19. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se non è detto che tu vi prenda subito la residenza... opterei per il diritto d'uso.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  20. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Che a differenza dell'usufrutto, non è cedibile. E a differenza dell'abitazione, non richiede una residenza continuativa. Si estingue con la dipartita dell'usuario. Le imposte restano a carico dell'usuario, al pari dell'usufrutto.
     
    A CheCasa! piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina