1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Chiedo agli esperti.
    E' legittimo distaccare il riscaldamento all'appartamento (essendo centralizzato) ad un condomino che per problematiche non può pagare le spese condominiali, nonostante sia già stato fatto precetto per le spese non pagate?
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non credo proprio.

    Ho letto un articolo qualche tempo fa. So trovo, lo posto.

    P. S. Un abbraccio:fiore:
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Grazie Silvana te ne sarei davvero grato :fiore::amore:
     
  4. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Per quanto riguarda il distaccamento del riscaldamento è facoltà esclusiva dell'amministratore dopo 6 mesi di morositá di procedere a farlo sia in modo arbitrario che deliberando in assemblea. Questa facoltá e non obbligo non trova applicazione nel distaccamento di servizi condominiali comuni primari che sono acqua luce e riscaldamento. In poche parole l'amministratore può tagliare l' acqua del box o della cantina o il riscaldamento ma non può staccare nulla che sia all'interno dell'immobile quindi il riscaldamento centralizzato molte sentenze dicono una cosa è legittimano il distacco ma nella realtá è praticamente impossibile
    Codice civile, il quale recita chiaramente:

    In caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un semestre, l’amministratore può sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato.il riscaldamento condominiale, è un diritto inalienabile anche per gli inquilini morosi. Questa, in breve, la decisione presa dal Tribunale di Milano che, con un provvedimento d’urgenza risalente allo scorso 24 ottobre (relativo alla causa 72656/13), ha imposto a un amministratore di condominio diripristinare immediatamente il riscaldamento nell’abitazione del condomino moroso. Un provvedimento che pone in essere un principio basilare: non si può far prevalere la pur legittima tutela dell’interesse economico sui diritti fondamentali delle persone: infatti, la sospensione del servizio del riscaldamento durante i mesi invernali, arriva a ledere il diritto costituzionale alla salute. Claudia@
     
    Ultima modifica: 4 Novembre 2016
    A Tobia, PyerSilvio, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Bit100 ........ Claudia grazie mille
     
    A bit100 piace questo elemento.
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Capisco la impraticabilità pratica: ma in casi di morosità potrebbe essere logico limitare il riscaldamento ad un numero ristretto di locali, 80 anni fa il riscaldamento centralizzato era per pochi: e non si riscaldavano tutte le stanze.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina