1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Giuliooo

    Giuliooo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Un agenzia immobiliare di Bologna nel fare la proposta di locazione d'affitto di un concordato di anni (6+6) mi ha quasi costretto a far intervenire un garante.
    Dopo aver concretizzato la proposta di locazione mi chiede €170,00 per l'imposta dovuta per il garante.
    La mie domande sono:
    Può costringermi ad interpellare un garante?
    E poi è giusto che io paghi questa cifra?
    Esiste un decreto legge che parla dell'imposta garante?

    PS. aiutatemi a capirci meglio.
     
  2. Stefanya

    Stefanya Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Solitamente la richiesta di avere un garante o una forma di garanzia quale una fidejussione o una garanzia di terzi proviene dal proprietario che vuole così tutelarsi in caso di morosità. Pertanto l’agente ha agito su indicazioni del proprietario che deve aver posto questa come condizione per dare in affitto il proprio immobile. Quindi non c’è una costrizione ma una condizione essenziale per poter prendere in affitto quell’immobile. Sarebbe giusto, naturalmente, che l’agente le avesse spiegato questo particolare.
    Per l’imposta, invece, l’articolo 6 della tariffa, parte prima del d.P.R. 131 del 1986, prevede l’applicazione dell’aliquota dello 0,50% “alle garanzie reali e personali a favore di terzi, se non richieste dalla legge”. Pertanto se le parti nel contratto di locazione convengono un deposito cauzionale, al fine di garantire l’esatto adempimento degli obblighi posti a carico del conduttore, questo non è soggetto all’aliquota dello 0,50% se la garanzia è prestata da una delle parti. Qualora, invece, la garanzia è prestata da terzi (come nel suo caso) è dovuta l’imposta proporzionale sull’ammontare del deposito costituito.
    L’imposta si somma a quelle dovute per la registrazione del contratto e quindi andrebbero suddivise a metà tra le parti.

    Un’ultima curiosità: lei parla di contratto concordato 6 + 6, intende in realtà un contratto ad uso diverso?
     
  3. Sep

    Sep Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'imposta di registro da versare quando nel contratto viene inserito un " garante " non è dovuta sul deposito cauzionale bensì è sull'amontare dell'affitto dovuto per l'intera durata del contratto; quindi nel caso esposto sui 6 anni ( non 12 se commerciale oppure 8 se agevolato ) e, quindi, non sarà più dovuta nel momento del rinnovo annuale, ma dovrà essere ripetuta in caso di proroga, se si manterranno quelle condizioni. L'imposta di registro è sempre da dividere a metà.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  4. fadriana

    fadriana Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    a me invece risulta che l'imposta del garante spetti solo a lui
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina