1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Statuto dell’Avvocatura forense, nuove F.A.Q chiariscono le norme su impegno solenne, avvocati di enti pubblici, incompatibilità

    Gli avvocati e i praticanti abilitati devono dichiarare il loro impegno solenne presso i Consigli dell’Ordine; le nuove iscrizioni nell’elenco speciale degli avvocati degli enti pubblici dovranno tenere conto delle novità della nuova legge professionale; la professione è incompatibile con l’attività di amministratore di condominio.
    Sul sito del CNF sono state aggiornate le F.A.Q. sul nuovo ordinamento professionale forense (legge 247/2012, in vigore dal 2 febbraio scorso) con ulteriori chiarimenti sollecitati dai quesiti inoltrati dai Consigli dell’Ordine.
    Il documento chiarisce che la nuova norma sull’impegno solenne è applicabile sin da subito, e vale anche per i praticanti abilitati.
    Particolare attenzione è rivolta ai temi della sorte delle iscrizioni degli avvocati dipendenti di enti pubblici nel registro speciale e delle incompatibilità con lo svolgimento di altre attività lavorative.
    Sul primo fronte, il CNF chiarisce che sono salvi i diritti acquisiti degli avvocati già iscritti; ma che le nuove iscrizioni dovranno tenere conto delle novità previste dalla riforma, che tutela il principio di libertà professionale e dunque richiede che, per esempio, nel contratto dilavoro siano garantite l’autonomia e l’indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica dell’avvocato.
    Nello specificare che le incompatibilità (e le relative eccezioni) sono in vigore sin dal 2 febbraio, le F.A.Q. chiariscono che esse si estendono all’attività di amministratore di condominio, in quanto essa costituisce altra attività di lavoro autonomo, svolta necessariamente in modo continuativo o professionale. Sebbene non vengano meno i requisiti di autonomia ed indipendenza, che hanno sinora consentito di considerare compatibile l’attività di amministratore di condominio con l’esercizio della professione, infatti, la riforma ha innovato profondamente la disciplina vigente, escludendo che l’avvocato possa esercitare «qualsiasi attività di lavoro autonomo svolta continuamente o professionalmente», con eccezioni indicate in via tassativa – quali attività di carattere scientifico, letterario, artistico e culturale – ovvero con l’iscrizione nell’albo dei commercialisti ed esperti contabili, nell’elenco dei pubblicisti, nel registro dei revisori contabili o nell’albo dei consulenti del lavoro
    Consulta le F.A.Q Nuova disciplina dell’ordinamento professionale forense
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  2. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Questa notizia farà piacere a H&F che ha, come amministratore di condominio, un avvocato del quale non è per niente soddisfatto...
     
  3. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ma non lo leggo più, che fine ha fatto
    comunque voglio proprio vedere tutti gli avvocati che tutt ora sono in carica....
     
    A Graf piace questo elemento.
  4. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    H&F é sempre felicemente tra noi. Preparato e illuminante nei suoi interventi.
    In una discussione aveva postato che un avvocato, evidentemente a corto di clienti, si era riconvertito amministratore di condominio e che amministrava un palazzo dove egli aveva un appartamento. Non ne era per niente soddisfatto. Non sapeva che pesci prendere.
    Amministrare un condominio non è la stessa cosa che difendere in tribunale.
    A Milano dicono:Ofelè fa el to mestè.
    Panettiere fa il tuo lavoro.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    un avvocato che amministra condomini?, si sta rasando il fondo, se pensate che sia così tanto remunerativo amministrare, detto da una che amministra da 8 lustri. ciao
     
  6. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Tanti avvocati hanno fatto questo ragionamento: meglio amministrare che morire d'inedia.
    Adesso non possono nemmeno più farlo questo ragionamento.
    La riforma della loro professione, appena entrata in vigore, vieta loro qualsiasi lavoro autonomo....
     
  7. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    non funziona così colleghi. La fate troppo facile. Io sono avvocato in una realtà del sud Italia, colma di avvocati e vivendo in provincia ho preferito trasferirmi nel capoluogo sperando di avere maggiori occasioni. Mentre ero praticante ho cominciato ad amministrare condomini ed a fare lezioni private per vivere in modo autonomo e appena diventato avvocato (tre anni fa non 10) ho continuato ad amministrare condomini sia per pagarmi l'affitto che per farmi conoscere come persona in una città nella quale non vivevo fino a poco tempo prima.

    Non si diventa ricchi amministrando condomini, lo so, ma per me è stato essenziale per affrontare la quotidianità.
    Ora che finalmente ho un po' di buon contenzioso e ho preso uno studio da solo mi cade addosso questa mazzata. Perdendo il reddito dei condomini (con dispiacere dei miei condomini che di me sono soddisfatti pienamente) non potrò più permettermi questo piccolo ufficio che ho preso in locazione (400 euro al mese non pensiate che stia in un super attico di 200 metri quadri) e mi toccherà tornare a fare il praticante sottopagato (pur essenso avvocato fatto e compiuto!) o, peggio ancora, tornare al paese dove dopo 10 anni, non conosco più nessuno.

    Pensate che questo sia giusto?

    I diritti quesiti dovrebbero sempre essere fatti salvi, non si pul porre le persone davanti ad una scelta da un giorno all'altro.
     
    A POGGIBONSI CASE, Bastimento e Umberto Granducato piace questo elemento.
  8. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    no è questo paradossale, non è così!
    Puoi fare ANCHE il COMMERCIALISTA, il REVISORE CONTABILE, il CONSULENTE DEL LAVORO, il PUBBLICISTA, l'insegnante ma non l'amministratore di condominio!
    é assurdo, soprattutto considerato che lo stesso CNF ha precisato che amministrare condomini non lede l'autonomia e l'indipendenza della professione forense (come anche ribadito nel parere incriminato).

    é un paradosso, non posso fare l'amministratore di condominio ma posso fare il commercialista (che a sua volta può amministrare condomini!)
    Che razza di presa in giro.
     
  9. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Questa faq è scomparsa dal sito del consiglio nazionale forense e anche da tgcom24 la notizia è stata cancellata.
    Mi sa tanto che hanno fatto dietro front.
     
  10. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    la notizia è di martedì...... il giorno di CARNEVALE.

    Mah forse sto solo esorcizzando un tetro presagio.
     
  11. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Mi preoccuperei di più per tutti i nuovi balzelli a cui andrà incontro l avvocato con le nuove riforme...e di come diventerà utopia tra tre anni l accesso alla professione... infondo hai studiato per essere avvocato... ed è triste vedere che bisogna fare altro x portarsi avanti.
     
  12. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Chiedo scusa ad Avvocat_77 se i miei post l'hanno un pò ferito.
    Capisco la sua amarezza circa il pressapochismo e le contraddizioni del legislatore.
    Non si gioca con la vita e il lavoro delle persone.
    Ma, se la norma circa l'incompatibilità tra la professione di avvocato e il lavoro autonomo dell'amministratore di condominio, dovesse essere confermata nella prassi, forse sarebbe meglio prendere in seria considerazione la professione di amministratore di condominio già così ben avviata e allargare il numero dei condomini amministrati.
    In fondo amministrare condomini è un pò godere dello status di lavoro stabile e sicuro.
    Meglio un amministratore vivo e affermato che un avvocato a 1.000 euro al mese...
    Naturalmente se l'avvocatura é sentita come un'autentica ed irrinunciabile vocazione, allora, come non detto.
    Sacrosanto esercitarla.
     
  13. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    ma alla fine no ho capito, sta FAQ qualcuno l'ha veramente letta?
     
  14. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Rompo il silenzio per questo caso speciale ed importante x Avvocato_77.
    Luna_, :amore: tifando per il caso di Avvocato_77, ha probabilmente digitato male su interent.

    Io, mosso dal noto interesse di fare fuori :rabbia: l'amministratore/avvocato del condominio, allarmato dalla ferale notizia di Luna_, sono corso a fare ricerche .

    La legge è : Legge 31.12.2012 / N. 247, pubblicata in G.U. del 18.01 2013.
    Articolo della Legge : art. 18 lettera a).

    Presentata e commentata da : Ufficio Studi del Consiglio Nazionale Forense con nota 1/2013 del 21.01.2013, a firma dell'avv. Guido Alpa, Presidente del C.N.F.

    In tale documento è scritto, come esempio, proprio la incompatibilità con la professione o attività di amministratore di condominio, con immediata attuazione.

    Mi spiace per Avvocato_77, cui consiglio, come Graf, una serena riflessione sulle soluzioni che ha di fronte.

    Me ne torno nell'ombra, ( come il Pontefice Benedetto XVI ).
    Un cordiale saluto a tutti.
     
    A slucidi piace questo elemento.
  15. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    ma questo documento dove sta? Sul sito del CNF semplicemente non c'è... o meglio c'è un FAq ma nulla dice circa gli amministratori di condominio. Metti link.
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    puoi sempre farti amico di qualche amministratore, che per il periodo in cui siamo vedi quanti contenziosi ti passano
     
  17. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    adimecasa: a ciascuno il suo progetto di vita. Io di formazione e di attitudini sono un amministrativista, che è un settore nel quale è più complicato entrare e farsi un nome (e dire che pure ci stavo riuscendo!) pur essendo avvocato il contenzioso dei condomini non l'ho mai tenuto per me nè in modo diretto nè in modo surrettizio, lo passavo ai colleghi civilisti. Amministrare condomini era proprio il modo per resistere finché il mio contenzioso amministrativo non avesse raggiunto una certa massa critica.
    Io a suo tempo feci le mie valutazioni ed essenzialmente l'alternativa era o mettersi a fare gli imbrogli con i sinistri stradali (dove hai voglia che si guadagna con relativa facilità) o amministrare condomini. Fra le due strade ho scelto quella pulita ed onesta.

    Nel lungo periodo non ho intenzione di dedicarmi al contenzioso condominiale (pur sapendolo fare sia chiaro).
     
  18. slucidi

    slucidi Membro Attivo

    Altro Professionista
    Come già detto da H&F, dentro il sito del CNF è sufficiente scaricare la gazzetta ufficiale in prima pagina e leggere l'articolo 18 ! :disappunto:
    Legge 31 dicembre 2012 , n. 247 (G.U. venerdì 18 gennaio 2013, n.15 )

    Circa eventuali dubbi intrepretativi consiglio di leggere l'articolo del sole24ore in merito
    http://bit.ly/Yz88DI
     
  19. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio

    Aspetta, mi sa che state confondendo le acque. Il confronto fra la legge forense e la disciplina delle professioni e le sue eventuali interpretazioni sono una cosa.
    Un PARERE del CNF è un'altra.
    Se il CNF non si è espresso, in via ufficiale, nei termini riportati un po' ovunque (quindi di incompatibilità) il divieto è meramente virtuale.

    L'unico motivo per cui mi sono allarmato è perché si è parlato di una FAQ sul sito del CNF nella quale era ESPRESSAMENTE specificato che l'amministrazione condominiale sia causa di incompatibilità. Ma questa FAQ non la trovo sul sito e su quella che c'è non vi sono riferimenti così precisi.

    Allo stato, quindi, POTREBBE esserci una potenziale incompatibilità, che però potrebbe essere smentita nella prassi o subire deroghe.
    Ad esempio per chi è già amministratore (chiamasi diritti quesiti), oppure in via analogica ed interpretativa si può ritenere che, potendo l'avvocato essere anche commercialista, esperto contabile ecc... a maggior ragione può essere anche amministratore di condominio (visto che sia la Corte Costituzionale che lo stesso CNF erano in questo senso orientati).
    In fine, e giusto per farvi capire che la questione è ancora piuttosto indefinita, la legge di riforma delle professioni non mi sembra che parli, da nessuna parte, che l'amministratore sia una figura professionale specifica (sebbene non iscritta all'albo) quindi è possibile anche una interpretazione più morbida che renda l'incarico compatibile con la professione di avvocato.

    Gentilmente non gradisco icone come questa:disappunto:
    non sono uno stupido, le cose le ho lette per bene, mi sembra invece che sia il mio interlocutore a non aver approfondito e cercato bene la fonte cui avevo fatto riferimento, sul sito del CNF.

    Buona domenica!
     
  20. Avvocato_77

    Avvocato_77 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    ho esaminato approfonditamente il sito del CNF e gli aggiornamenti degli ultimi giorni. Il 15 febraio la vecchia FAQ è stata cancellata e sostituita con una nuova nella quale (a questo punto volontariamente) il riferimento alla asserita incompatibilità fra avvocato e amministratore di condominio è stato cancellato.

    Quindi per il momento si è trattato di un falso allarme. Staranno approfondendo la questione, nel frattempo vale il parere del 25 giugno 2009, n. 26 del CNF che garantiva la piena compatibilità fra le due cose.

    Prosit.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina