1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Silversurf

    Silversurf Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,
    nel calcolare il valore catastale di un immobile da indicare nella denuncia di successione (mod.4 pag.1) nella voce "asse ereditario" va indicata la r.c. dell'immobile moltiplicata per 115,5% se 1a casa oppure, ad.es., 126% nel caso di altro immobile non 1a casa.
    Vi sembrerà un'ovvietà ma non riesco a ben comprendere a chi è riferito il concetto di prima casa, ovvero se è riferito al de cuius o all'erede. Ad esempio se il de cuius era proprietario di un immobile adibito a prima casa e questo cade in successione in favore di chi ha già una 1a casa, bisogna calcolare il valore catastale dell'immobile applicando il moltiplicatore 115,5% (1a casa del de cuius) oppure 126% (2a casa dell'erede)? In sintesi il valore catastale si calcola sulla 1a casa del de cuius o sullo status che la stessa avrà una volta aperta la successione (per gli eredi potrebbe essere 1a o 2a casa).
    Mi viene questo dubbio in quanto le imposte (ipotecaria e catastale) da applicare per la 1a casa sono fisse e non tengono conto del valore catastale dell'immobile, diversamente dall'eredita' di un immobile "2a casa" o altro dove le imposte si applicano sul valore catastale in misura percentuale.

    Ringrazio tutti coloro che mi aiuteranno a capire meglio.
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Il concetto di prima casa e relativi requisiti sono da riferirsi all'erede, nulla importa se il de cuius usufruiva quell'immobile come prima casa.

    Inoltre se il de cuius aveva più immobili l'agevolazione prima casa può essere richiesta da ciascun erede per ciascun immobile, faccio un esempio il de cuius avea le case (classe A non di lusso) 1, 2, 3, 4, 5, i garages (classe C6) 1a,2a,3a,4a,5a, le cantine (classe C2) 1b, 2b, 2c, 3c, 4c, 5c le tettoie (classe C7) 1d, 2d, 3d, 4d, 5d, bene l'erede 1 può se ha i requisiti chiedere agevolazione per gli immobili 1, 1a, 1c, 1d e così via.

    attenzione ai vari conteggi tra il 3% e le tasse fisse avvolte pagare il 3% è uguale a richiedere l'agevolazione perche l'1% e il 2% possono non superrare la tassazione minima che è uguale a quella agevolata 1^ casa, con pena se viene richiesta in questo caso di non poterne usufruire per successivi 5 anni, a meno che non si faccia vendita del'ereditato e riacquisto entro l'anno di altro bene come prima casa.

    Ciao salves
     
    A H&F, Bagudi e Bianca84 piace questo elemento.
  3. Silversurf

    Silversurf Membro Junior

    Privato Cittadino
    Provo a fare un esempio per essere piu' chiaro....

    eredito un'immobile con rendita catastale 485,57. Se lo eredito come prima casa (la mia prima casa) dovrò moltiplicare tale rendita per il coefficiente 115,50 per stabilirne il valore catastale, mentre se lo eredito come 2a casa dovrò moltiplicare la rendita catastale per 126.
    Quindi è la mia condizione fiscale e/o patrimoniale che determina il valore catastale, ovvero, se così possiamo definirla, la base imponibile.
    Pertanto, se lo eredito come 1a casa avra' un valore catastale di e.56.083 mentre se lo eredito come 2a avrà un valore di e.61.181. Di conseguenza applico le imposte dovute in misura fissa senza considerare il valore catastale nel caso della 1a casa (quindi a che scopo indicarlo...?) mentre se lo eredito come 2a applico le imposte (3% totali) su 61.181.
    A questo punto sul mod.4 denuncia di successione nel quadro "asse ereditario" campo "immobili e diritti reali immobiliari" inserirò non un valore certo, ma un valore che dipenderà dalla mia condizione fiscale.
    Giusto??????
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Puoi dichiararlo come prima casa se ne hai i requisiti, cioè se di già non hai immobili adibiti ad abitazione nel comune dove hai la residenza e non hai chiesto tale agevolazione in altri edifici nell'intero territorio italiano.

    Ciao salves
     
    A H&F piace questo elemento.
  5. Montecristo

    Montecristo Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Domanda: muore il padre e lascia solo un figlio, in eredità lascia 1/2 della casa (l'altro 1/2 era già del figlio) e 1/2 di un terreno (l'altro 1/2 era già del figlio). Nel calcolare i valori degli immobili devo dividere a metà il risultato ottenuto, giusto?
     
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Si
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina