1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rubens

    rubens Membro Attivo

    Altro Professionista
    :^^:Ciao a tutti....vorrei porvi un quesito un pochino ingarbugliato....se io dovessi liquidare mio padre rinunciando alla eredità futura......quindi favorendo sua moglie ad erede unica ...posso io rientrare nell'eredità sapendo che c'è un testamento olografo a mio favore antecedente alla rinuncia ???
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Cosa intendi per "liquidare": pagare? comprare? annientare? sopprimere?

    Tu hai eredi? ascendenti o discendenti?

    Spiegaci meglio.
     
    A rubens piace questo elemento.
  3. rubens

    rubens Membro Attivo

    Altro Professionista
    ......i miei fratelli vorrebbero far cedere le quote di mio padre di una nostra società (non è in ottima salute) rinunciando alla quota leggittima dei suoi beni che ci spetterebbe in caso andasse a miglior vita........posso io in futura far valere un testamento olografo dove sono beneficiario della disponibile?????

    P.S.
    Tutto questo viene fatto per non avere a che fare con la seconda moglie.....

    Aggiunto dopo 1 :

    ....... ops dicasi futuro non futura ......grazie
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quello che ho capito è:
    " siete in società per la conduzione di un'attività.
    Vostro padre vi cede le sue quote e voi rinunciate alla quota legittima che vi spetterebbe in caso di sua prematura dipartita.
    Dopo questa operazione esibirete un testamento che in pratica annulla la vostra rinuncia e vi rimette in gioco per la legittima.
    Questo per evitare che nell'asse ereditario subentri la seconda moglie di vostro padre."
    E' così?
    In pratica state anticipatamente rinunciando all'eredità.
     
  5. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Stai attento che nel nostro ordinamento vige il divieto di patti successorio, in estrema sintesi, è cioè vietato promettere di dare in eredità qualcosa. quindi non puoi nemmeno rinunciare ad un'eredità futura.. e le donazioni fatte in vita a favore degli eredi sono assoggettate alla c.d. collazione per cui, di fatto, al momento di apertura della successione si va a vedere anche chi ha avuto cosa dal defunto finchè era vivo e di ciò si tiene conto per la divisione.
    Affrontare estensivamente il discorso è complesso. Dal 2006 è comunque possibile, proprio per le società, stipulare il c.d. "patto di famiglia" per il trasferimento delle quote di partecipazione 768bis e seguenti codice civile.
     
    A rubens piace questo elemento.
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In pratica è così, ma è interessante attendere la risposta di Rubens.
     
    A rubens piace questo elemento.
  7. rubens

    rubens Membro Attivo

    Altro Professionista
    .......grazie a tutti ma avete confermato quello che già sapevo......ma il consulente della moglie di mio padre vuole fare il furbettino.....................una cosa non mi ritorna....il diritto di collazione vige anche se un genitore regala dei soldi ad un figlio?

    Aggiunto dopo 5 minuti :

    ........scusami vavy cosa vuol dire non poter rinunciare ad un eredità futura.......ad esempio se ho un testamento olografo antecedente alla dipartita del testatore ed il beneficiario sono io...posso distruggerlo?????Grazie....................
     
  8. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ovviamente no. non puoi distruggerlo. anzi la distruzione di testamento rientra tra le ipotesi di indegnità, che giustifica l'esclusione dalla successione.

    però potresti eventualmente indurlo a modificare la propria volontà..

    per quanto cncerne la collazione, sì vige anche se un genitore regala soldi ad un figlio, con esclusione se la donazione di denaro rientra tra le c.d. "donazioni d'uso" ossia fatte in una certa occasione, come si usa. (che so, in occasione delle nozze)
     
    A rubens piace questo elemento.
  9. pignatti

    pignatti Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusate, mi inserisco anch'io perchè ho un problema su questo tema. Questa "collazione" vale anche se un genitore (con diritto di usufrutto) ha mantenuto per 20 anni a casa propria un figlio (nudo proprietario al 50% della stessa casa) per cui l'altro figlio, nudo proprietario dell'altro 50%, alla morte del genitore usufruttuario può avanzare richieste di indennizzo nei confronti del fratello mantenuto? Grazie
     
  10. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    a rigore di logica ti direi di no, visto che i genitori hanno un obbligo di mantenimento che non viene meno con il raggiungimento della maggiore età... che poi questo a volte sfoci nell'eccesso è vero.
     
  11. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    no,per i motivi su esposti.
     
  12. rubens

    rubens Membro Attivo

    Altro Professionista
    .......scusami vavy ho dei dubbi sul discorso denaro........cosa vuol dire se un genitore nell'arco di vita con una prole affollata regala dei soldi ad uno o più figli, al termine della su vita.... devono fare la conta per le rispettive differenze????
     
  13. rubens

    rubens Membro Attivo

    Altro Professionista
    Inoltre, perchè possa configurarsi l’obbligo di collazione, si è precisato, occorre che il discendente o il coniuge del de cuius siano destinatari di una vera e propria donazione e non soltanto di un negozio gratuito non donativo: quale ad es. un comodato od un mutuo infruttifero. In altre parole deve trattarsi di un atto che importi un impoverimento del donante ed un volontario arricchimento in senso tecnico del donatario per spirito di liberalitàlxxix.
     
  14. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    il discrimine sta in quanti soldi e perchè... nel senso, un miliardario regala 10.000 euro al figlio che si sposa è un conto, un altro se gli compra versailles... la logica di fondo è la giustizia... che tutti abbiano circa lo stesso. se c'è un patrimonio di 1000 e uno in vita ha avuto 500, non è giusto che, morto il de cuius, riceva la stessa cifra del fratello che, ad esempio, in vita non ha avuto nessuna donazione dal de cuius..
     
    A antonello piace questo elemento.
  15. robertobosco

    robertobosco Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    D'accordo su quanto già esposto da "vavy", fatta eccezione per la distruzione del testamento olografo, ipotizzando che Rubens, affidatario, lo detenga lui e ne sia solo lui a conoscenza. Pertanto potrebbe (ove ne ravvisasse la convenienza ) distruggerlo. Forse non si è risposto ad una domanda che poneva sulla disponibile. Si, se tuo padre in un qualunque tipo di testamento ti beneficiasse per l'intera quota di disponibile (nel tuo caso 1/4), è ovvio che ne potrai beneficiare. Oltre a quel quarto avrai ovviamente diritto alla tua parte dei restanti 2/4 (da dividere con i tuoi fratelli) mentre il restante quarto sarà destinato alla moglie di tuo padre. A tale riguardo rispondo anche alla tua espressione "favorendo sua moglie ad erede unica". Ebbene anche questo non è possibile in quanto voi figli legittimari avete dei diritti (pari alla quota di riserva) inalienabili.
     
    A rubens piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina