1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ho da poco sostenuto l'esame scritto a Lucca e vi posto alcune domande con relative possibili risposte...secondo voi qual'è la risposta giusta??
    ovviamente a me hanno scritto solo SI o NO, e quindi in caso di errore non so qual'è quella giusta, ma almeno so quale è sbagliata...

    1- Quale tra i seguenti elementi può incidere nella scelta del tasso di capitalizzazione per la stima di un immobile civile?
    A) la qualità dei serramento
    B) la presenza di aree verdi nella zona
    C) il canone di affitto
    D) l'imponibile catastale

    2- Tra due acquirenti dello stesso immobile è preferito:
    A) chi ha stipulato per primo l'atto di acquisto
    B) chi ha trascritto per primo l'atto di acquisto
    C) chi ha trascritto per ultimo l'atto di acquisto

    3- Per gli immobili destinati ad abitazione principale all'imposta di registro si applica :
    A) l'aliquota del 3%
    B) l'aliquota del 7%
    C) l'aliquota del 4%

    Vediamo un pò cosa rispondete...
     
  2. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ci provo io.
    Non essendo agente immobiliare, l'eventuale brutta figura non andrà a discapito della credibilità della categoria.:^^:

    Primo quesito risposta giusta:C
    Secondo quesito risposta giusta:B
    Terzo quesito risposta giusta:A.
     
  3. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    C B A . complimenti e in bocca al lupo!!!
     
  4. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    anche io nel test alla 1 e 3 ho risposto come voi e la commissione ha scritto NO e non mi ha fatto superare l'esame...(il titolo della discussione è stato rettificato dallo staff, ma io non sono passata per 1 risposta)...

    Aggiunto dopo 1 :

    riguardo alla 2 io avevo messo A ma non era corretto...

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    però mi chiedo:
    1- non è nemmeno la D, e allora quale cavolo è?????

    2- ma la trascrizione dell'atto non ha solo effetto di pubblicità dichiarativa?? vale chi stipula prima l'atto non chi lo trascrive...solo per l'ipoteca l'iscrizione ha efficacia costitutiva..da notare che durante il corso ci hanno sottolineato svariate volte questa differenza

    3- che cosa intendono per abitazione principale??? a logica si intende prima casa e quindi l'imp.registro è il 3%...è vero però che se una persona compra un'altra casa da adibire ad abitazione principale ed ha già usufruito dei benefici prima casa, non può ricevere i benefici una seconda volta, quindi pagherà il 7%....ecco e allora come la intendono???le risposte vere sono due!!

    :rabbia::rabbia::rabbia::rabbia: lo faranno di proposito per passare chi vogliono?? da notare che hanno superato la prova scritta in 50...numero strano...
    BUON NATALE
     
  5. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sulla prima non mi pronuncio perchè non me lo ricordo .... :occhi_al_cielo: :confuso:
    Per la seconda: la trascizione dell'atto (cioè la sua pubblicizzazione) ha la funzione di renderlo opponibile a terzi! Se, ad esempio, prima Gianni e poi Pinotto stipulano il preliminare di acquisto per la stessa unità immobiliare, ma Pinotto lo trascrive per primo (ed unico, perchè se e quando Gianni ci andrà non lo potrà fare! :confuso:), la proprietà dell'immobile andrà a Pinotto, fatto salvo il diritto di Gianni a rivalersi sul venditore! :ok:

    A mio avviso per "abitazione principale" intendono abitazione per la quale si può usufruire dei benefici "prima casa"; non credo che le commissioni di esame siano costituite da Accademici della Crusca che analizzano tutti i significati di quanto scrivono per evitare errori di interpretazione! :disappunto::disappunto::disappunto:

    ... comunque in bocca al lupo per la prossima! :ok: :stretta_di_mano:

    ;)
     
  6. Alex69

    Alex69 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  8. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Sulla prima mi affido ai tecnici io pensavo la C ma voi dite D

    Per quanto riguarda la 2 oltre a quanto detto da Maurizio ti aggiungo che:
    1- Funzione tipica della trascrizione, oltre ad altre, è quella di dirimere i conflitti non già tra le parti, bensì tra più aventi causa dallo stesso autore o dante causa.
    2- La trascrizione non ha efficacia costitutiva ma solamente dichiarativa.Quindi un atto è perfettamente valido ed efficace tra le parti e la T nulla aggiunge, nè tantomeno può trasformare un diritto da personale a reale.Diverso discorso per quanto riguarda i terzi, la cui funzione è appunto l'opponibilità.
    3- Non ha funzione sanante di eventuali vizi dell'atto
    4- Risolve solo i conflitti tra acquirenti per atto tra vivi
    5- Non risolve i conflitti tra acquirenti a titolo derivativo e originario
    6- Risolve solo conflitti con un comune dante causa

    Quindi come tu hai scritto e come da me confermato al punto 2 non stiamo parlando della trascrizione ai fini dlla validità di un atto(sarebbe stata costitutiva in quel caso) ma siamo nell'ambito dei raporti con i terzi. Quindi avendo una funzione di pubblicità rende noto a terzi dell'atto. E chi per primo trascrive ha fatto salvo il suo acquisto, regola di fondamentale importanza in materia contrattuale. Ovviamente la trascrizione è prevista solo per determinate categorie di atti.


    Per quanto riguarda la risposta n°3 abitazione principale è solo 1 non ne hai mille.E facendo l'esame per agente immobiliare a te interessa la normativa in materia fiscale per acquisto prima casa e in base ad essa dare la risposta ovvero il 3%. Inoltre sbagli nel dire 7% perchè se effettui l'acquisto entro i 5 anni hai un credito d'imposta e non vai a pagare il 7%. Qualora ne acquisti un'altra paghi l'imposta totale perchè appunto è seconda casa.
     
    A sheila piace questo elemento.
  9. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie per le risposte, ma devo dirvi che alla 1 domanda la C e la D sono SBAGLIATE, a quanto ha scritto la commissione, e pure per il 3% di imposta di registro la commissione mi ha scritto NO...
    per la 2 domanda siete stati chiarissimi, evidentemente l'ho sbagliata davvero...ma le altre due non mi pareva di averle sbagliate e voi mi state dando conferma che avreste risposto come me, motivando anche le risposte...
    a me 'sta cosa puzza un pò..e siccome ho superato alla grande il minimo di risposte esatte totali e solo in una delle due prove non ho raggiunto il minimo per una sola domanda (e mi hanno segata) tra cui c'erano queste che credevo, e sono ancora convinta, di averle fatte bene (tranne la 2:D), ho pensato di sentire anche voi...
     
  10. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
  11. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    no, perchè quando sono andata a prendere la copia del test c'era un'impiegata della cciaa rin********ta e figuriamoci se sapeva qualcosa..vedrò di andare in questi giorni a parlare con il responsabile, ma non vorrei peggiorare la cose, della serie che la prox volta che riprovo a darlo mi bocciano all'orale poi perchè ho rotto le scatole e ho messo in discussione il loro operato..
    grazie per il link, ho già le tabelle, perchè ho studiato le imposte e tutta la parte di diritto tributario scaricando l'annuario del contribuente 2010 dall'agenzia delle entrate, che tra l'altro è fatto bene...ma evidentemente l'imp.di registro per abitazione principale NON è il 3%...
     
  12. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    POLLI CHE SIAMO TUTTIIIIIIII!!!!!! La risposta alla domanda n°3è la 2 ovvero il 7%!!! Mi è venuta l'illuminazione del trabocchetto....:rabbia::rabbia::rabbia:

    Le agevolazioni, quindi il 3% va per l'acquisto PRIMA CASA, mentre ABITAZIONE PRINCIPALE può essere anche una seconda o terza o quarta casa....quindi la risposta è il 7% per questo motivo....:risata::risata::risata:

    Ecco scovato il trabochetto e il fatto che sia tu che tutti noi abbiamo sbagliato...

    Concordate con me sul ragionamento????:sorrisone::sorrisone:

    Aggiunto dopo 5 minuti :

    Infatti per definizione nuda e cruda....

    Per abitazione principale, secondo la finanziaria 2007, s’intende la casa in cui ci si vive, cioè la dimora abituale del contribuente e/o dei suoi familiari.
    L’abitazione principale gode delle agevolazioni ai fini della imposta I.C.I. e sui redditi.

    Per prima casa invece si intende la prima abitazione di cui si viene in proprietà, possesso, usufrutto, nuda proprietà o in uso, anche se non ci si vive. E’necessario, dunque, il possesso, occorre però essere residenti nel Comune a cui appartiene l’immobile. La prima casa gode delle agevolazioni ai fini delle imposte sui trasferimenti immobiliari (di registro, IVA, ipotecarie e catastali) e dell’l’applicazione dell‘imposta sostitutiva dello 0,25 % sull’importo finanziato con prestiti a medio lungo termine.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  13. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Le agevolazioni, quindi il 3% va per l'acquisto PRIMA CASA, mentre ABITAZIONE PRINCIPALE può essere anche una seconda o terza o quarta casa....quindi la risposta è il 7% per questo motivo....

    Allora è la domanda che è formulata male:
    doveva essere formulata così:
    Per gli immobili destinati ad abitazione principale e non rientranti nella categoria della "prima casa"
    all'imposta di registro si applica :

    Altrimenti è una domanda non trabocchetto ma in palese mala fede.
    Proprio perchè gli immobili destinati ad abitazione principale possono essere indifferentemente prima o seconda casa o terza casa...
    E' una domanda impossibile da rispondere così come è formulata, poichè non da tutte le indicazioni necessarie alla risposta...altro che trabocchetto!:sorrisone:
    E' una di quelle tante gherminelle in cui è disseminata l' Italia pubblica.:rabbia:
     
    A enrikon piace questo elemento.
  14. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
  15. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Proprio perchè tu vai subito a pensare prima casa=abitazione principale.A mente fredda ci si ragiona ma a caldo trae in inganno...e infatti ci siamo cascati tutti, x giunta stando a rispondere con calma sul forum...immaginiamo chi è stato in sede di esami...Non dico siamo giustificati ma....dobbiamo fare attenzione....:triste::triste::triste:
     
  16. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    IO SONO PIENAMENTE D'ACCORDO CON GRAF...ma che cavolo di domande sono!!
    e per la prima domanda allora qual'è la risposta??
    il tasso di capitalizzazione dei redditi si sceglie in base al rischio che si assume, almeno cosi dicono libri e internet...
    mica saranno le aree verdi ad incidere sul saggio di capitalizzazione...
     
  17. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    E' proprio la B invece...ho appena cercato su internet...leggi quì...leggiamo quì...

    ESTIMO CIVILE: I FABBRICATI CIVILI

    anche se non è intervenuto nessun esperto in materia di estimo penso sia così...
     
    A sheila piace questo elemento.
  18. sheila

    sheila Membro Junior

    Privato Cittadino
    quindi le aree verdi sono considerate un COMODO in quanto aumentano il valore dell'immobile e influiscono sulla scelta del tasso in quanto è più facile vendere un immobile con aree verdi vicine...il concetto dovrebbe essere questo...

    :rabbia:a me mi pare che più uno studia e più viene tratto in inganno da queste domande...:rabbia:
     
    A enrikon piace questo elemento.
  19. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Io insisto sul considerare la terza domanda come una domanda alla quale è impossibile rispondere perchè manca di un elemento fondamentale.
    .Se mi chiedi la percentuale dell'imposta di registro per gli immobili destinati ad abitazione principale, mi devi specificare, preventivamente, se l'abitazione principale è posta in un immobile considerato dalla legge "prima casa" o in un immobile considerato "seconda casa".
    Perchè ambedue le ipotesi si possono avverare nell' esperienza pratica.
    Così com'è posta la domanda la risposta o è impossibile oppure deve essere preceduta dall'espressione cautelativa: "dipende: se l'abitazione principale è posta in un immobile considerato dalla legge "prima casa", la percentuale dell'imposta di registro è del 3%, altrimenti, negli altri casi, è del 7%".

    Punto.
     
    A sheila e enrikon piace questo messaggio.
  20. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    anche a me ha tratto in inganno ma ragionando ti ripeto la domanda parla di abitazione principale. La regola è il 7%. L eccezione il 3%. In base alla regola devi dare la risposta....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina