1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    con tutte le precauzioni del caso ....sottopongo ad opportuna riflessione da parte degli utenti del forum il seguente articolo

    Oggi sono a disposizione molti portali immobiliari ma, per come sono strutturati, sono realmente utili al nostro lavoro?
    Possiamo dire con tranquillità che in parte già ci aspettavamo i risultati che l’indagine ha prodotto, soprattutto riguardo ai contatti generati dai portali.Risultati del Sondaggio su Portaliimmobiliari.net:
    1. Ho aumentato il numero di contatti, ma non le vendite (41%)
    2. Ho incrementato le vendite (19%)
    3. Ho aumentato le perdite di tempo (16%)
    4. Ho aumentato il numero di contatti (13%)
    5. Non ho percepito cambiamenti rilevanti (9%)
    Ho aumentato il traffico sul mio sito Web (2%)Più del 50% di quelli che hanno risposto affermano che, tramite i portali immobiliari, hanno visto aumentare il numero di contatti per la propria agenzia a cui si aggiunge un 19% che ha visto aumentare le vendite grazie a questi mezzi.Da questi primi due dati, potremmo quindi affermare che oggi, avvalersi della pubblicazione di annunci sui portali immobiliari, è una buona strategia promozionale per portare all’agenzia contatti di potenziali acquirenti, che hanno così la possibilità di entrare in contatto con agenti in grado di valutare i loro interessi e capaci di individuare, tra le diverse offerte, quella più idonea a soddisfarli.Il 19%, ha inoltre dichiarato che i contatti hanno generato vendite e questo grazie all’accesso ad un mercato virtuale, che consente di veicolare verso l’agenzia, soggetti che molto probabilmente non sarebbero entrati fisicamente in ufficio, ma sono stati “catturati” dagli annunci nelle loro ricerche nel Web.E’ interessante confrontare i risultati generati dal sondaggio nel blog, con quanto è emerso, dallo stesso sondaggio lanciato sul Linkre, gruppo dedicato agli agenti immobiliari su Linkedin e partner di Portaliimmobiliari.net.Risultati del Sondaggio su Linkre
    1. Ho incrementato le vendite (23%)
    2. Più contatti, ma gli ho venduto altro (26%)
    3. Ho aumentato le perdite di tempo (41%)
    4. Non mi è servito a nulla (5%)
    5. non lo so 1%
    Ad un primo sguardo, la risposta che trova risultati molto simili è: Ho incrementato le vendite, che si assesta su un 20%, mentre agli antipodi tra le due fonti, chi afferma di perdere tempo dalla pubblicazione sui portali, da un lato solo il 16%, dall’altro addirittura un 41%.In entrambi i casi, comunque più del 50% è concorde sull’effetto positivo per la propria attività generato da questi players, che sembrano, oggi più che mai, strumenti efficaci e necessari nella pianificazione pubblicitaria delle agenzie.Ci permettiamo di attingere, ad alcune affermazioni comuni a commento di questo sondaggio che sono state postate su Linkre con la speranza dare l’input ad un dibattito anche nel blog.La maggior parte degli agenti che hanno lasciato il loro parere sono concordi su una delle funzioni primarie svolte dai portali, ovvero quella di vetrina ad ampio raggio nel Web, dove trovano visibilità le proposte delle agenzie.Una richiesta però sale unanime dalle stesse file, la qualificazione delle richieste: sembra alla fase di svolta l’epoca in cui tutti i contatti, indipendentemente dalla tipologia, erano considerazioni una miniera d’oro.Oggi, si richiedono sempre più contatti non solo quantitativamente, ma anche QUALITATIVAMENTE elevanti, che possano consentire all’agenzie, l’ottimizzazione delle risorse, potendo contare su un contatto interessato, verso il quale approcciare professionalmente per informarlo sulle opportunità nel mercato immobiliare.Molto probabilmente vanno lette in quest’ottica le percentuali di chi ha ritenuto i portali, delle perdite di tempo, non esclusivamente per mancanza di contatti, ma per mancanza di selezione a monte delle richieste che giungono all’agente.Siamo propensi ad affermare che mettere in atto delle strategie che consentano di selezionare ulteriormente i contatti potrebbe favorire una maggior fiducia degli agenti verso i portali, incrementando il loro interesse ad appoggiarsi, in misura sempre più massiva a tali partner per la propria attività.Fatti 2 conti veloci, a mio parere, i portali immobiliari risultano utili al 20% degli intervistati, a quelli che hanno incrementato le vendite ;)


    Teniamo presente che:
    non conosciamo la metodologia d'indagine ...
    non sappiamo se il campione può ritenersi rappresentativo o meno ...
    l'indagine è condotta da un soggetto di parte ...insieme a tanti altri dubbi .......

    c'è da pensarci bene, credo, prima di continuare su questa strada, o no?
    :fiore::fiore::fiore:
     
  2. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, ritengo i portali immobiliari fondamentali per la ns. pubblicità,la maggior parte di clienti che entrano in ufficio hanno già visto l'immobile sul web.;)
     
  3. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ..e ormai hanno soppiantato la carta ( meno male..com quel che costava:^^: )
     
  4. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    i dati dell'indagine riportano dati differenti, solo il 20% dichiara di aver aumentato le vendite ... quindi l'80% no ;)
    e l'indagine è svolta dai portali :^^:
    dalle mie parti sono utilizzati pochissimo perchè non portano risultati, vengono utilizzati solo per dimostrare che si fa pubblicità dell'immobile ma c'è la consapevolezza della loro poca utilità ... saranno migliori in futuro? Mah, intanto la situazione è questa
     
  5. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    I portali servono. Tanto o poco, dipende da che agenzia sei e da come sei strutturato... ma servono.
    Sulla loro economicità rispetto alla carta stampata aspetterei a cantar vittoria.
     
    A studiopci e salvo cervino piace questo messaggio.
  6. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    dall'idea che mi son fatto è che dovrebbero servire di più nelle grosse città
    vista l'epserienza che riportavo prima
     
  7. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    personalmente avessi un mercato formato dai soli stanziali o da comuni limitrofi non darei un euro ai portali, le dinamiche sono diverse se tocchi mercati che sono ditsanti qualche 50 e oltre km.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    guarda..ai tempi della carta...uno spazio da 100cmq. ( circa 8 immobili ) mi costava sulle 200.000 lire e ne facevi almeno 3 uscite mensili, con bacino di utenza delle 20/30.000 famiglie ( se volevo toccare il milanese dovevo fare altro ) ma sai il cannone sparave forte e non ci facevi caso...oggi con 100 euro tocco milioni di persone e ne pubblicizzo 60 di immobili, ma non tirando il cannone sembra tantissimo;)
     
  9. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Oggi... :fico:

    Il fatto è che la carta costa sempre meno (causa concorrenza che si è decuplicata negli ultimi vent'anni) mentre internet sempre di più.
    Poi, tu lavori molto con l'estero e capisco che per te internet sia indispensabile.
     
  10. Casitalia Re

    Casitalia Re Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Cari Colleghi, vi scrivo questa mail con gran rammarico e sconcerto su quello che accade nel mercato della pubblicità on-line.
    In particolar modo mi riferisco alla vendita degli spazi (annunci), da parte dei 2 maggiori gruppi italiani di pubblicità Immobiliare (immobiliare.it e casa.it).

    Sono più preciso:
    Mi son trovato a dover rinnovare l’abbonamento scaduto con immobiliare.it, in fase di trattativa per il rinnovo, ho riscontrato una spiacevole sorpresa a danno nostro.
    A parte il fatto che mi hanno proposto un rinnovo iniziale pari a 2.200,00+IVA per 60 annunci, per poi arrivare ad un’altra controfferta a ribasso pari a 1.250,00+ IVA.

    Ma la cosa che più mi ha fatto rammaricare è che lo stesso prodotto viene venduto alle agenzie in Franchising ad un prezzo notevolmente inferiore, che per essere preciso stiamo parlando di circa 500,00€ annue.
    Ancora più triste è il fatto che lo stesso prodotto o meglio lo stesso servizio, di 60 annunci on-line viene venduto a cifre diverse anche alle agenzie singole non affiliate a nessuna parrocchia succhia €..

    Esempio pratico Immobiliare.it:
    Contratto stipulato a gennaio 2011 per 60 annunci € 974,00 + IVA (Agenzia non in Franchising)
    Contratto stipulato a giugno 2011 per 60 annunci € 1.580,00+ IVA (Agenzia non in Franchising)
    Contratto stipulato a Gennaio 2011 per 60 annunci € 450+IVA (Agenzia in Franchising Gabetti/Tecnocasa).
    Questi esempi REALI E li posso PROVARE…!!!!

    Riflessione che porto all’attenzione di tutti Voi:
    a) Clienti di SERIE A e clienti di SERIE B ? (QUANDO ALLA FINE SIAMO TUTTI COMUNI TITOLARI DI AGENZIA A CUI VIENE EROGATO IL MEDESIMO ED IDENTICO SERVIZIO);

    b) Pagare fior di quattrini un sito dove anche i privati pubblicizzano i loro beni in vendita
    (Vedi immobiliare.it)?;

    c) Risultati, (a parte il periodo di mercato) discutibili, inoltre per quanto riguarda l’indicizzazione del sito sui maggiori motori di ricerca, possiamo anche dire che non sono proprio al TOP come ci vogliono far capire o credere, ma ci sono altri portali, con abbonamenti ad annunci illimitati, con cifre pari a 600,00 € annue.

    d) PERCHE’ CONTINUIAMO A PAGARE SOLDI ALLA CA…?

    Basta pagare un servizio che non vale quello che si fanno pagare.
    Il mio invito è quello di non rinnovare più i contratti in scadenza.

    Sono loro ad avere bisogno di noi per stare in piedi, e non noi di LORO per poter vendere le nostre case.
    Sappiamo tutti cosa dover fare per vendere un’immobile, non c’è bisogno di casa.it o di immobiliare.it (a cifre spropositate) per vendere un’immobile.

    Chiedo che questa mail venga fatta girare a più colleghi possibili affinchè queste disuguaglianze e l’approfittarsi da parte loro finiscano E CHE TUTTI METTIATE IN PRATICA QUANTO VI STO SUGGERENDO.

    IO L’HO GIA’ FATTO OGGI…!!!!

    Grazie per l’attenzione…
     
  11. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    beh, utilizziamo i portali gratuiti e, soprattutto, creiamo rete utilizzando gli strumenti tecnologici attualmente disponibili, si può fare ;)
    escludendo i privati e creando una rete professionale :stretta_di_mano:
     
  12. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E' comprensibile che i grandi gruppi in franchising riescano a strappare condizioni migliori degli altri; su questo non ci trovo niente di scandaloso.
    Non trovo scandaloso nemmeno che i prezzi varino a seconda della città in cui si trova l'agenzia (il "potere di acquisto" di un'agenzia dipende anche dal fatturato di quest'ultima e il fatturato dipende anche dal prezzo delle case nella zona in cui l'agenzia opera).
    Trovo invece scandalosi tout-court i prezzi che hanno oramai raggiunto gli annunci su questi portali immobiliari.
     
    A andrea boschini e Antonio Troise piace questo messaggio.
  13. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    i portali gratuiti non danno nulla...anzi crei a loro valore riempendoli di contenuti gratis ( i tuoi immobili )
     
    A prettypenny piace questo elemento.
  14. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Magari la differenza sta per quelle agenzie che sono loro clienti da sempre, e mi sembra naturale premiare la fedelta' . Per i franchising e' ovvio ,scusa, se io faccio un contratto unico e metto sul piatto 300 uffici e' naturale avere condizioni diverse da chi si presenta solo ;)
     
  15. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    io ho rilevato più quantità e più qualità degli annunci dai portali gratuiti, pensa te :^^:

    Chiaro che ognuno è un caso a sè, difatti, come ho già detto, i portali, anche quelli a pagamento, nella zona non sono diffusi e i risultati sono molto scadenti

    Non ho partecipato all'indagine che ho segnalato, ma io avrei dato questa risposta

     
  16. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    poi il mio intervento non trattava solo dei portali immobiliari ma pure delle novità che potrebbero essere rappresentate dalla rete di professionisti e dall'esclusione dei privati ....
    una possibile via per aumentare la professionalità?
    Se l'unico problema degli attuali portali sono, come leggo, solo i costi è un conto :soldi:
    altrimenti le riflessioni su questi strumenti credo dovrebbero andare un pò più a fondo ;)
     
  17. Casitalia Re

    Casitalia Re Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Non condivido nella maniera più assoluta...in quanto nel franchising ogni agenzia è un'impresa autonoma. La casa madre non impone di fare pubblicità all'affiliato su determinati canali, ma è a propria discrezione.

    E poi il servizio che viene dato è uguale per tutti...sia che ti chiami pinco pallo, sia che ti chiami pizza e fichi.
     
  18. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ...:shock:

    Guarda...personalmente col mio gestionale multinvio inserisco su oltre 30 portali ( sbagliando ), di questi 30 , 5 sono a pagamento gli altri a uffa... ( gratis ndr ) , ho impostato le stesse zone ( lago di garda e costa azzurra ) da dove ricevere mail, quelli a pagamento mi danno tutti riscontro ( chi piu' chi meno, quelli gratuiti 0 zero..nada de nada...niente..., ora a quei clienti che interessano le zone sopracitate sono toccati solo da quelli a pagamento o gli altri non li vede proprio nessuno...si vede che a Treviso i gratuiti sono piu' furbi;)
     
  19. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao, io ho provato con i portali gratuiti, inseriti da Società a pagamento,;) risultato 0.
    Casa.it ok
     
  20. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Gratuiti o meno nella mia realtà non vedo utilità nel ritorno/riscontro/contatti ... tanto che, vista la situazione, preferisco investire nella pubblicità del mio sito piuttosto che spendere in un servizio di cui non sono convinto (non mi va di essere allo stesso livello dei privati, lo fanno già loro) e che non mi dà frutti.
    Lo ho pure detto ai vari portali che mi hanno contattato:
    Non siete presenti nel territorio (es. 130 immobili residenziali presenti su mezza provincia di TV sono una cavolata) ed io dovrei pagare per far pubblicità a voi?
    Se è interesse di entrambi promuovere il Vostro portale:
    fatemi l'abbonamento gratuito a vita ;) e mi darò da fare per farvi pubblicità,
    altrimenti tornate da me quando mi dimostrerete che avrete più presenza sul territorio e allora sì che spenderò volentieri i miei soldi.
    Mi hanno ricontattato dopo un mese dicendo che avevano incrementato la presenza del territorio ed invece il numero di immobili era sceso a 128 ... :confuso:
    insomma ... non mi va di essere spremuto e preso per i fondelli ;)
     
    A mitsus e Casitalia Re piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina