1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    E' un ragionamento solo abbozzato, niente numeri alla mano, niente grafici, solo una idea, che parte dal voler generalizzare un discorso che mi toccherà tra tanti anni.

    Con una popolazione stabile, e case di proprietà, ovvero mediamente una prole di 2 figli per famiglia, non ci sarà necessità di un acquisto di una nuova casa, ma solo una ridistribuzione di quelle già esistenti.

    Alla dipartenza dei nonni, i nipoti riceveranno in dote una % della casa (1/8), e con 4 nonni e 2 persone per andare a convivere (lui&lei), fanno esattamente 1 casa per famiglia.

    Questo non vuol dire che non ci saranno compravendite di case, quella descritta è la situazione media, il che vuol dire che ci saranno i figli unici di babbi/mamme figli unici che si ritroveranno con 2 case a testa.
    Inoltre, già il fatto che uno sia beneficiario per 1/8 della casa, se la vuole riscattare per intero deve pagare i restanti 7/8.

    Qualcuno può obiettare sulla durata della vita che si sta allungando; vero, ma è altrettanto vero che si stanno allungando i tempi di quando uno esce di casa e tira su famiglia.
    Con 25 anni di differenza tra le varie generazioni, significa verificare il ragionamento con i nonni a 75 anni.
    Con 30 anni di differenza, si arriva a nonni di 90 anni, ovvero una media ben più che plausibile.

    Ho scritto tra 20 anni, ma può essere un processo già iniziato; il boom delle nascite è stato quello degli anni 70, quindi già negli anni 2000 può essere già in atto.

    Se il ragionamento è corretto, il mercato potrà riniziare ad avere nuova linfa: perchè fondamentalmente i soldi per l'acquisto di una casa verranno dalla vendita di un altra, ovvero una compravendita a costo "quasi" nullo (quasi nel senso che saranno spiccioli rispetto alla situazione attuale).
    Le case brutte, isolate, piccole, mal fatte, varranno sempre meno, fino a diventare di fatto invendibili (se devo comprare casa, la prendo migliore di quella dei nonni, altrimenti vado direttamente nella loro casa).
    Quanto descritto va bene indipendentemente dal valore degli immobili, e da quanto tiri o meno il mercato, dalla ripresa o meno del mercato del lavoro; è un discorso di numeri e di pura necessità.

    Certo che aspettarsi la ripresa del mercato immobiliare grazie alla morte dei nonni è un concetto decisamente lugubre.:basito:
     
    A 25maggio e enzo6 piace questo messaggio.
  2. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    Ma 7x8 fará 56????:risata: :risata:
     
    A EnCa78 e Hyperion piace questo messaggio.
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Le case dei nonni non ci saranno più da tempo sono state già vendute ........ Per aiutare i figli in difficoltà e sono andati tutti in affitto!
     
  4. slucidi

    slucidi Membro Attivo

    Altro Professionista
    .... tra 20 anni, una popolazione stabile con una media di 2 figli a famiglia... ma parli dell'Italia ???
     
  5. pavel77

    pavel77 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Tra vent'anni anni,se continua cosi,l'età media sarà sicuramente molto + alta di ora(sempre meno nascite) e il divario di ricchezza tra le varie classi sarà ancora + evidente.Speriamo solo di esser dalla parte giusta.
     
    A skywalker piace questo elemento.
  6. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ammesso che i nonni abbiano acquistato una casa nuova o come più spesso accadeva l'abbiano costruita quando toccherà ai nipoti sarà da ristrutturare completamente.
    In più il moderno mercato del lavoro prevede una flessibilità ed una disponibilità allo spostamento che molto spesso farà sì che quellìimmobile ereditato si troverà a diverse centinaia di km di distanza da dove servirebbe...
    ...e la casa può essere vendibile (in quel caso dando lavoro ai mediatori locali) ma non spostabile...a meno che i nonni vivessero in rulotte...
     
    A H&F piace questo elemento.
  7. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Splendida citazione!!
     
  8. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Spiegati meglio.
     
  9. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il mio discorso non cambia: o vai a vivere nella casa dei nonni, o la vendi e ne prendi un'altra.
    In entrambi i casi non si partirà dalla condizione attuale, di una nuova famiglia impelagata in un mutuo di 20 anni per avere una casa, un gran bel passo avanti.
     
  10. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    Vai Renato......continua cosi
     
  11. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ...cambia invece...a meno che il nonno non risorga per ricomprarsi lui stesso la casa lasciata in eredità al nipote occorrerà qualcuno che la acquisti e poco conta se anche il nuovo acquirente per avere quella disponibilità abbia a sua volta dovuto vendere quanto a sua volta ereditato...sempre compravendite sono.
    Faccio questo lavoro ormai da qualche stagione e mi è capitato ormai di trattare con dei clienti ai quali avevo venduto il loro primo bilocale quando ancora giovani erano usciti di casa poi di averglielo rivenduto quando avevano deciso con la neo moglie di acquistarne uno più grande e di aver venduto loro anche quest'ultimo poi di aver venduto anche quello quando le cose non erano andate come sperato e il divorzio aveva nuovamente cambiato le loro esigenze e infine di aver venduto ad entrambi le nuove abitazioni dove vivono ora.
    ...in un caso ho anche rivenduto al lui di turno lo stesso appartamento che aveva acquistato da ragazzo e dove tanto bene era stato, appartamento che nel frattempo era tornato sul mercato...in altri casi ho rivenduto anche quelli perchè l'arrivo di un nuovo compagno/compagna ha reso necessario acquistare nuovamente un appartamento più grande dove crescere i figli giunti nel frattempo.
    Con la demografica questo ha veramente poco a che fare ma con il mio numero di transizioni molto...
    Considera poi che io seguo (a parte i conoscenti e quelli con cui mi piace lavorare) prevalentemente investitori e speculatori...gente che continuamente acquista e rivende pertanto della situazione demografica me ne infischio.
    I miei clienti sono tutti professionisti preparati, eruditi, capaci di rapide decisioni e famelici di giusti profitti.
    Fintanto che sarò in grado di soddisfare la loro fame che è seconda solo alle loro ambizioni (e non lo dico in senso dispregiativo anzi, stimo queste persone e le tratto sempre con la massima trasparenza e la massima dedizione) questi continueranno sempre a compravendere in barba alle statistiche sul calo demografico che crollano rapidamente abbattute dai colpi degli utili netti che maturano.
    ...e giustamente direi...
    sono persone eccezionali che non si accontentano di un trattamento o di un risultato che non lo sia.
    Vedi caro amico, quando ti occupi di certe cose e di un certo settore...non sei più tu a dover cercare loro...sono loro che con i loro amici si scambiano il tuo numero.
    Sono loro a cercare te...
     
  12. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    ragazzi la popolazione italiana non è stabile, è in netto calo; è stata bilanciata per qualche anno dagli immigrati ma il flusso è diventato negativo con la crisi e il rimpatrio degli extras. tra vent'anni per ogni cittadino ci saranno due case di proprietà - un investimento ideale sono officine di trasformazione di mattonelle e calcinacci in cibo :^^:
     
    A La Capanna, utenteimmobiliare e Ale. piace questo elemento.
  13. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non capisco perchè banalizzare così dei concetti...è come dire che le tue officine di trasformazione di mattonelle e calcinacci in cibo sono inutili perchè tanto la gente per mantenere la linea è perennemente in dieta...
     
  14. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    che vuoi che ti dica? che invece la popolazione fiorirà e si creeranno in vent'anni dieci milioni di nuove famiglie? :^^:
     
    A Ale. piace questo elemento.
  15. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    no...certo!
    Ma il settore in assoluto non può prescindere dai sui sgmenti...
    Demografica ed immobilare sono argomenti a sè...almeno per il segmento che io rappresento.
    Capisco che con la crisi si vendan meno panda...ma le ferrari si vendon comunque... e si vendono anche dove sino ad ora non le avevano mai comprate.
     
  16. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    vabbe ma quant'è il mercato del vero pregio? 1%?
     
    A Ale. piace questo elemento.
  17. Ale.

    Ale. Membro Senior

    Altro Professionista
    Le nicchi di mercato non contano nulla nell'economia globale, appunto per questo si chiamano nicchie.
    Per la gente comune, il 95 % dellla popolazione visto che citate giustamente la flessibilità del lavoro, sarà deleterio acquistare casa, meglio l'affitto più agile.
    Mi sapete dire con che parole convincereste un acquirente che cambia paese e lavoro spesso ad acquistare in questo mdercato attuale per poi dover diventare matto a vendere e nel 90 % dei casi con tempi lunghi inacettabili per le dinamiche del lavoro senza tener conto di dover arricchire ad ogni passaggio notai ed agenzie??
    La gente non è certo stupida;)
     
    A pavel77 piace questo elemento.
  18. slucidi

    slucidi Membro Attivo

    Altro Professionista
    slucidi ha scritto:
    .... tra 20 anni, una popolazione stabile con una media di 2 figli a famiglia... ma parli dell'Italia???
    Circa la natalità tra 20 anni ... guarda cosa scrive il Censis. http://bit.ly/Y5bnmJ
    Da dove prendi il dato di una popolazione stabile con 2 figli per famiglia... Hai delle proiezioni di Nostradamus o dei Maya ? Come si fa a costruire su queste basi, un ragionamento sul mercato immobiliare tra 20 anni ?
     
    A gennaro63, utenteimmobiliare e Ale. piace questo elemento.
  19. enzo6

    enzo6 Ospite

    Mi fa piacere vedere che non solo l'unico ottimista ma che alcuni colleghi stiano pensando al mercato fra 20 anni mi sembra un po' prematuro in un paese in cui non sappiamo neppure se a giugno si rivoterà.
     
    A Graf, Ale. e slucidi piace questo elemento.
  20. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Esattamente.
    Il fatto che la popolazione italiana sia in calo aumenta le possibilità di ereditare una casa di proprietà, e quindi conferisce maggior ragione al discorso, non il contrario, come qualcuno che si è fermato al 1° rigo che ho scritto.

    Come corollario c'è anche che il prezzo del nuovo (e di tutto il resto) non può che diminuire.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina