1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. LUCIO 64

    LUCIO 64 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel 2001 ha acquistato un appartamento sito in un Condominio edificato
    nel '63. L'immobile - così come riportato anche nel rogito notarile - e' posto al piano dei locali deposito ovverosia al piano cantinato, ed è riportato nel N.C.E.U. con categoria catastale A/2.
    In sede d'acquisto, ho presentato regolare DIA, cui è seguito dopo i 30gg la ristrutturazione dell'immobile.
    Oggi scopro, casualmente, che esiste una difformità tra l'accatastamento e quanto riportato al Comune (servizio edilizia privata), ove, da progetto, il mio appartamento risulta tuttora evidenziato come locale cantinato.
    Posso cortesemente sapere se tale difformità deve essere sanata, e in caso positivo, se è possibile aderire all'attuale condono in scad. al 31/12 p.v.?
    Quali rischi corro, posto che l'acquisto è stato fatto in totale buona fede.
    Occorre in ogni modo considerare, che nel 2001 ho presentato al Comune la DIA, alla quale lo stesso Ufficio Tecnico non ha fatto alcuna obiezione
    ne', sui lavori da effettuarsi ne', sulla natura dell'immobile (locale o
    appartamento), legittimando di fatto, lo stato dello stesso.
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Un appartamento di civile abitazione con categoria catastale A/2 (signorile) situato al piano cantinato e confinante ai locali deposito mi avrebbe fatto pervenire qualche dubbio sulla veridicità dei dati.
    Il notaio non ha battuto ciglio a tal proposito?
    La legittimazione per silenzio assenso?
     
    A LUCIO 64 piace questo elemento.
  3. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Premesso che una risposta certa può dartela un tecnico del posto, mi viene da dirti che:
    Posso cortesemente sapere se tale difformità deve essere sanata, e in caso positivo, se è possibile aderire all'attuale condono in scad. al 31/12 p.v.?
    SI la difformità deve essere sanata, il 31/12 non scade nessun condono ma solamente i termini per accatastare immobili mai accatastati.

    Quali rischi corro, posto che l'acquisto è stato fatto in totale buona fede.
    Occorre in ogni modo considerare, che nel 2001 ho presentato al Comune la DIA, alla quale lo stesso Ufficio Tecnico non ha fatto alcuna obiezione ne', sui lavori da effettuarsi ne', sulla natura dell'immobile (locale o appartamento), legittimando di fatto, lo stato dello stesso.
    Secondo me l'Ufficio Tecnico, accettando la DIA, non ha legittimato alcunché dato che la DIA è presentata sotto la responsabilità del Tecnico che la redige e non passa attraverso la commissione edilizia per l'assenso che è tacito trascorsi 30 giorni.
    Ti dico che secondo me non sana perché nella DIA ci sarà quasi sicuramente scritto che si eseguono modifiche su un appartamento (dichiarazione mendace in atto pubblico) senza chiedere (come avrebbe dovuto) il cambio di destinazione d'uso.

    Verifica se è ammissibile un cambio di destinazione d'uso e speraci.
     
    A LUCIO 64 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina