1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti espongo il mio problema e vi ringrazio in anticipo per le risposte.
    ho messo in vendita un appartamento con l'impianto a norma e certificato, negli anni passati anche il condominio è stato messo a norma, ma la documentazione relativa ai lavori effettuati non si trova. Posso vendere l'immobile con queste condizioni (rendendo edotto il compratore) o ci sono problemi legali? se ci sono problemi come posso venirne a capo? nuovamente grazie.
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non ci sono problemi legali. Basta indicarlo nel contratto...
     
  3. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    per l'impianto condominiale, se guardate il verbale forse ritrovate il nome dell'elettricista e potete chiedere a lui una copia (se non è andato in pensione), se non avete i verbali guardate nel quadro contatori se è rimasto l'adesivo che normalmente attaccano in queste occazione
    un altro tentativo si può fare in comune all'ufficio impianti ma .... come l'anno archiviato?
    - nome del condominio Cond x; condominio x; Cond via ...; etc...
    - nome dell'amministratore di allora
    - sotto una pratica edilizia perchè i lavori li avete fatti insieme ad altri che richiedevano il permesso ... trovarlo ora un numero ...
    - ...
    i comuni, almeno quello di forlì, hanno una fantasia incredibile ....

    in teoria la copia della certificazione dovrebbe essere anche alla cciaa
    in quella di forlì, le hanno accatastare in scatoloni, secondo quanto mi hanno detto:confuso:
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Concordo con i colleghi, comunque anche l'amministratore attuale dovrebbe averla perché quando si subentra in una amministrazione la documentazione tecnica viene richiesta al predecessore.
     
    A maryber piace questo elemento.
  5. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie x le risposte, il problema + grosso è che l'attuale amministratore non ha nulla a riguardo e non so se ne verrà a capo. :disappunto:
    vi chiedo un'altra cosa, siccome sono in trattativa x la vendita dell'appartamento e 'acquirente vuole (giustamente) tutta la documentazione, nel caso in cui la vendita dovesse fallire perchè non si riesce a trovare nulla, posso citare il condominio x danni?
    grazie ancora.
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si potrebbe far fare un certificato di rispondenza, costa senz'altro meno che far causa al condominio. :occhi_al_cielo:
     
  7. Elena

    Elena Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao,
    concordo anch'io con i suggerimenti dei miei colleghi; riflettevo però che l'obbligo di produrre la certificazione dell'impianto elettrico condominiale (introdotto dal DM n.37 del 22-01-2008) e stato abrogato (nel giugno dello stesso anno) eccezion fatta per il caso del riscladamento e delle opportune certificazioni.
    Il quesito che poni, mi sembra di capire, è di carattere morale; è legato al fatto che hai fatto una promessa alla quale, giustamente, non vuoi sottrarti. ma prima di far saltare la trattativa ed innescare querelle legali che non sono utili a nessuno potrebbe valere la pena, percorrere altre strade. Consulta comunque il notaio che si occuperà del rogito e se darà conferma che l'obbligo non c'è più il tuo acquirente si tranquillizza e lo rendi partecipe del fatto che sta facendo comunque un acquisto a "regola d'arte"..
    Ciao
     
  8. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie x le risposte, non è solo una questione di carattere morale, è che voglio fare le cose in regola senza avere problemi in futuro, quindi mi state dicendo che se nel rogito faccio inserire la clausola in cui "L'ACQUIRENTE COMPRA L'IMMOBILE NELLO STATO DI FATTO E DIRITTO IN CUI SI TROVA, ACCETTANDO QUINDI LA CASA COSI' COM'E' CON LE SUE ATTUALI DOTAZIONI E RINUNCIA A QUALSIASI RIVALSA FUTURA", possiamo stare tutti e due tranquili?
    e se il notaio non volesse inserire detta clausola? (potete mica indicarmi il decreto abrogativo?)
    grazie 1000. :stretta_di_mano:
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il notaio NON si oppone perchè produrre certificazioni non è obbligatorio x legge (tranne l'ACE in certe regioni).
    Se la legge a cui si riferisce la mia collega è quella che aveva fatto bersani sulle conformità/rispondenze di tutti gli impianti puoi stare tranquillo: NON esiste più per fortuna.
     
  10. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    è l'acquirente che crea ostacoli, perchè da un punto di vista teorico i comuni se volessero far soldi, potrebbero multare tutti quelli con impianto precedente al 90, senza certificazioni
    la 46/90 è scaduta

    e se il condominio non ha il certificato deve rifare i lavori, sulla base delle leggi successive che sono più onerose
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Anche su questo forum la situazione u.i. ante 90 è stata ampiamente dibattuta: e vorrei proprio sapere da dove viene fuori la possibilità per i comuni di multare per impianti ante 90 senza certuificazione.

    La certificazione nasce con la legge 46/90: prima non poteva averla nessuno. Ancora oggi il DM37/2008 esenta gli impianti ante legge 46/90 dalla certificazione, sempre che abbiano salvavita con correte diffrenziale < 30 mA, e magnetotermico. (art 6 DM 37/08)

    Quanto agli obblighi del proprietario in caso di vendita , è stato abrogato l'art. 13 del DM 37/08 che imponeva certiificazione o dichiarazione di conformità. Per riferimenti normativi rimando al sottostante link:

    Decreto Ministeriale 22/01/2008 n 37: disposizioni in materia di impianti negli
     
  12. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    la 46/90 obbligava ad adeguarsi ed avere la certificazione, in caso contraio scaduti i termini prorogati varie volte, ma oggi scaduti, sei passibile di multa
    la multa la trovi indicata nella 46/90

    oggi non puoi più fare un adeguamento alla 46/90, ma alle normative successive che richiedono di più e devi comunque avere il certicato che dice che sei a norma
     
  13. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    scusate la mia ignoranza (in materia :D) ma non ci sto capendo niente, in conclusione sto benedetto:rabbia: certificato condominiale ci vuole o no? :disappunto:
    :stretta_di_mano::stretta_di_mano::stretta_di_mano:
     
  14. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    la casa si può vendere anche senza adeguamenti, te lo hanno detto agenti immobiliari e te lo può confermare qualsiasi notaio
     
  15. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è obbligatorio, puoi fare senza. :stretta_di_mano:
     
  16. Elena

    Elena Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    confermo :stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina