1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve,
    come proprietario ho questo problema: nonostante la mia volontà di sottoscrivere un contratto transitorio per il mio immobile interamente ammobiliato, ho accettato un 3+2 per risparmiare sulle tasse dato che l'inquilino mi ha assicurato che la sua necessità di abitare nell'appartamento non sarebbe stata superiore ai 12/18 mesi. Per questo motivo non ho volturato le utenze, inserendo nel contratto la seguente clausola: "competono al conduttore i pagamenti delle utenze di elettricità, acqua e gas da effettuarsi dopo la presentazione della relativa bolletta da parte del locatore con il canone del mese successivo". Quindi sono io a pagare le bollette e l'inquilino mi dovrebbe rimborsare.
    Per i primi sei mesi è andato tutto bene, ho ottenuto il rimborso nel giro di pochi giorni.
    Ora però, siccome l'inquilino a un certo punto ha deciso di farmi la guerra per una serie di motivi di sua esclusiva invenzione, arrivando persino a ingiuriarmi con conseguente querela da parte mia, alla presentazione dell'ultima bolletta dell'elettricità (che è anche piuttosto salata) con allegato bollettino di pagamento già avvenuto, dapprima mi ha risposto che rimborserà "solo se il rimborso è dovuto" e poi non ha dato seguito alla cosa (in pratica io ho pagato i suoi salatissimi consumi e non sono stata rimborsata).
    Sulla base di cosa l'inquilino si ritiene in diritto di non rimborsarmi una spesa che io ho sostenuto al posto suo sulla base di accordi contrattuali? A me sembra chiaro che si tratta di un dispetto conseguente alla querela, ma
    cosa posso fare per ottenere ciò che mi spetta? :occhi_al_cielo:
    Grazie a chi vorrà rispondermi.
     
  2. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Se non riesci a ristabilire rapporti "normali" il mio suggerimento è quello di disdettare le utenze. Se cominci una guerra del genere limita i danni poichè l'unico modo di avere riconosciute le proprie ragioni è una causa, ma se riesci cerca di evitarla sia per i tempi sia per i costi.
    E' chiaro che se la situazione precipita è l'unico modo per vedere tutelati i propri diritti... ma quanto ai soldi è un po' più dura.

    Quindi passo numero 1 disdetta le utenze e facci sapere :stretta_di_mano:
     
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ... sul forum qualcino aveva posto dei dubbi tipo interruzione di servizio anche per la disdetta che anch'io riterrei giusta. Meglio verificare le modalità per procedere senza ulteriori beffe.
     
  4. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io non farei una chiusura delle utenze ma comunicherei il nominativo del subentrante.
     
  5. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Invierei una diffida per il pagamento dello scaduto e, in difetto, lo avviserei della cessazione delle utenze.
    Con raccomandata A/R.
     
    A Valeria Morselli piace questo elemento.
  6. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie per tutte le vostre risposte! In effetti io ho un po' di timore a disdettare le utenze perché credo che se lo facessi passerei dalla parte del torto in quanto il locatore è obbligato a mantenere l'abitazione nello stato di giusto godimento.
    Nel frattempo il tipo mi ha comunicato per e-mail che "per ora" non pagherà la bolletta perché ha scoperto che è risultata così salata a causa dell'eccesso di calcio nello scaldabagno (elettrico). Quindi secondo lui la bolletta è salata per colpa mia (che non ho tolto il calcio dallo scaldabagno!) e dunque non mi è dovuto il rimborso. Con quel "per ora" intende dire che vuole aspettare di vedere la prossima bolletta e se non sarà salata la pagherà. Io dico:
    1. il calcio può far consumare più energia in uno scaldabagno a gas, non in quello elettrico (mi sono informata presso tecnici).
    2. nella bolletta sono compresi anche i consumi dovuti alla lavatrice, al ferro da stiro, all'illuminazione e, non da poco, ad una stufa elettrica tenuta sempre accesa dall'inquilino che ha un certo punto si è messo in testa di spegnere la pompa di calore (che è del tipo split) perché a suo dire provoca il rischio di SALMONELLA! Questo è pure alquanto ignorante, allora! :shock:

    Penso che farò fare lettera di diffida da un avvocato con addebito delle spese all'inquilino, perché la situazione è diventata insostenibile. :triste:
    Grazie ancora...
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ... e non ti dimenticare di effettuare il subentro delle utenze ..... sempre che lo possa chiedere tu e non il subentrante.
     
  8. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    No un momento, tu non passi dalla parte del torto, tu, proprio per essere stracorretti inviterai l'inquilino a mezzo a/r, come suggeriva Antonello, ad intestarsi delle utenze, decorso tot giorni, diciamo 8 o 15 tu stacchi. Non sta scritto da nessuna parte che io devo pagare le bollette dell'inquilino.

    Adesso è l'inquilino che valuta se la bolletta è giusta o meno e decide se pagarla o meno, ma stai scherzando? Se cominci così se ti dimostri arrendevole non ne vieni più fuori.

    Tra l'altro con il sistema che hai adottato, le utenze risultano più salate, la luce senz'altro, a meno che tu non abbia lì la residenza.

    Non ti fare mettere i piedi in testa, altro che calcio nello scaldabagno.
     
    A Valeria Morselli piace questo elemento.
  9. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie Alessandro per la tua risposta!
    Il fatto è che mi sono fatta ingannare dal discorso che a lui l'appartamento serviva peer un anno massimo 18 mesi perché ha preso la residenza in un'altra città e sta aspettando il trasferimento. Siccome ho sempre affittato con contratto transitorio, non ho mai volturato le utenze per evitare di stare a fare volture ogni 6/12 mesi, anche perché all'inizio, quando volturavo le utenze, una volta mi è pure capitato che l'inquilino ha smesso di pagare tutto (canone e utenze :triste:), così le varie aziende hanno staccato il servizio e mi è toccato rifare il contratto daccapo, pagando pure l'insoluto dell'inquilino che nel frattempo si è dileguato, altrimenti le aziende non avrebbero riallacciato :disappunto:
    Questo è capacissimo di fare la stessa cosa. Io ho paura!
    E poi purtroppo il fatto che lui debba pagare dopo la presentazione della bolletta da parte mia sta scritto nel contratto e la bolletta dell'elettricità arriva sempre in straritardo!
    Comunque non mi farò mettere i piedi in testa, sentirò l'avvocato e cercherò di seguire il tuo consiglio :stretta_di_mano:
     
  10. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Conosco bene il problema, ho dei clienti che usano lo stesso sistema per le stesse motivazioni e quello che è successo a te è successo a loro...

    Facci sapere come va a finire :ok:
     
  11. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ecco come è andata a finire: ha fatto mandare una raccomandata dall'avvocato per comunicami la risoluzione del contratto nel giro di DUE giorni! Racc. ricevuta il lunedì e riconsegna dell'appartamento il mercoledì! Motivi della risoluzione del tutto inventati (che l'appartamento è invaso da infiltrazioni di acqua e pieno di muffa e altre menzogne simili), ma con una faccia tosta al limite del verosimile! :rabbia:
    Mercoledì vado a riprendermi le chiavi (un inquilino così meglio perderlo!!!) e trovo l'appartamento in perfetto stato, senza neanche l'ombra di una più piccola infiltrazione e/o muffa. A questo punto che fare? Impiantare una grana per avere i sei mesi di canone che mi spetterebbero vista la falsità della risoluzione (che invece doveva essere un regolare recesso con preavviso)? :triste:
    Almeno però ho potuto detrarre dalla cauzione i soldi della bolletta non pagata e anche qualche altra cosetta, glielo ha detto persino il suo avvocato, che DOVEVA rimborsarmi!
     
  12. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti conviene dimenticare il passato e cercare un nuovo inquilino che si paghi da solo le utenze, oltre i canoni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina