• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bragaciop

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#1
Salve
qualcuno di voi saprà rispondermi ma sinceramente (siamo morosi e lo sappiamo) ma chiuso il contratto di affitto andandocene la locataria non vuole restituirci il deposito cauzionale infruttifero. Chiarisco che il suo avvocato mi ha mandato una Pec dicendo che le utenze erano tutte pagate e i locali tenuti ottimamente.
Le varie associazioni dei consumatori dicono che devono ridarci i 550 euro poi se la Locataria vuole deve fare una causa a se stante.
Vi riporto a parte i dati personali il contratto nella sua interezza così potete aiutarmi a capire se questo deposito dobbiamo riaverlo o meno. Grazie


  1. Il suddetto immobile è concesso in locazione per abitazione transitoria
  2. Le parti convengono che il presente contratto viene concluso espressamente per destinazione ad uso civile, escludendone qualsiasi altra.

  1. La locazione avrà durata di 18 mesi dal 13-10-2017 al 12-04-2019, data in cui il contratto decadrà in automatico, tale transitorietà viene giustificata dal fatto che il conduttore dovrà trasferirsi ad Alghero per motivi di lavoro ed il locatore e' intenzionato a rientrare in possesso del proprio immobile per la vendita dello stesso o per uso proprio, in occasione di un suo futuro trasferimento, per cui si impegnerà in prossimità della scadenza contrattuale (di solito almeno un mese prima della scadenza) ad inviare al conduttore una lettera raccomandata con la quale conferma quell'esigenza di vendita dell’immobile stesso e il conduttore sarà così tenuto a lasciare la casa al termine della locazione indicato in contratto. Se, invece, l'esigenza del locatore, nel frattempo, si fosse esaurita, o comunque nel caso in cui il locatore non inviasse la raccomandata di conferma prima della scadenza del contratto, quest'ultimo potrebbe essere ricondotto alla durata del contratto libero, di 4 anni più 4 di rinnovo automatico.


  1. Le utenze dell’energia elettrica saranno a carico dei conduttori in base ai consumi, le spese di energia elettrica verranno conteggiate a parte, per la prima bolletta , si farà una lettura iniziale e si calcolerà la somma di consumo, mentre, per le successive saranno intestate al locatore e i conduttori le riceveranno a domicilio e si impegneranno a pagarle e ad inviare copia delle bollette pagate alla proprietaria, il supplemento dell’acqua è di € 10,00 al mese. Le spese condominiali del 2017/2018 attualmente ammontano a € 35,00 mensili, il locatore si impegnerà ad aggiornare i conduttori su eventuali cambiamenti delle stesse e i conduttori si impegneranno a fine conguaglio a sanare eventuali pendenze. le spese del gasolio per il riscaldamento ammontano a € 35,00 mensili saranno anche esse a carico del conduttore e pagate insieme al canone di locazione entro il 05 di ogni mese.

  1. Il canone complessivo per l’intero periodo di locazione è di € 9900,00 (novemilanovecento/00) € 550,00 (cinquecentocinquanta/00 mensili ), che sarà pagato entro il 5 tramite bonifico bancario suo C/C bancario del locatore, insieme alle utenze come citato nella clausola 4);

  1. Il conduttore ha versato in data della proposta di locazione una caparra di € 550,00, il giorno del contratto tale somma è imputata in conto deposito cauzionale infruttifero, che verrà restituito a fine contratto se l’appartamento sarà riconsegnato nello stato in cui è stato locato e saranno pagate le fatture delle utenze. Il deposito cauzionale sarà considerato tale fino alla conclusione del contratto senza mai essere considerato conto canone. Il conduttore dichiara di avere visionato l’unità immobiliare locatagli e di averla trovata adatta all’uso convenuto, impegnandosi a riconsegnarla nello stato in cui si trova, salvo il normale deperimento d’uso, pena il risarcimento del danno. A tale proposito verranno fatte delle foto e ciascun contraente avrà una copia delle stesse.
  2. Il giorno del contratto al posto dell’inventario sono state fatte delle foto dal locatore e inoltrate ai rispettivi conduttori tramite e-mail, proprio per attestare lo stato di fatto dell’appartamento, degli oggetti, dell’arredamento e degli elettrodomestici nuovi e funzionanti e saranno verificate da entrambe le parti il 12/10/2017.
  3. Le spese di registrazione e le marche da bollo del presente contratto sono da ripartire in parti uguali fra i contraenti.

  1. I conduttori dopo avere preso visione dell’arredamento e delle relative suppellettili si impegnano di dare comunicazione immediata di eventuali danni o eventi straordinari a carico dell’immobile locato, di avere la massima cura di quanto affidatogli e di risarcire qualsiasi danno verificatosi per sua colpa.

  1. Restano a carico del conduttore le riparazioni di piccola manutenzione ordinaria.
  2. Il conduttore dovrà permettere che si compiano le riparazioni straordinarie, modifiche o miglioramenti di cui possa aver bisogno l'immobile, da parte del locatore, senza aver diritto ad una riduzione del canone o ad una indennità; mentre le manutenzioni ordinarie saranno a carico dei conduttori;
  3. Il locatore potrà, in caso di necessità e dietro preavviso ispezionare i locali affittati;
  4. Ogni aggiunta che non possa essere tolta in qualsiasi momento senza danneggiare i locali ed ogni altra innovazione, miglioria o modifica, non potrà' essere eseguita dal conduttore se non con il consenso scritto del locatore. In ogni caso, tutto quanto il conduttore faccia, con o senza autorizzazione del locatore, rimarrà a beneficio di quest'ultimo, senza che gli sia dovuto alcun compenso o indennità. IL locatore si riserva comunque il diritto di riottenere i locali nel pristino stato, e il conduttore si obbliga a riconsegnare l’immobile alla scadenza nelle medesime condizioni e, le eventuali modifiche realizzate in danno dell’immobile potranno essere eliminate dal locatore a spese del conduttore.

  1. Il conduttore ha la facoltà tramite preavviso di almeno 3 mesi di risolvere dal contratto di locazione, inviando una raccomandata al locatore e rispettando tale preavviso, in caso contrario sarà soggetto a penale pari ad una mensilità. Il preavviso di 3 mesi è necessario per fare in modo che il locatore abbia il tempo di riaffittare l’immobile.

  1. Per qualsiasi controversia si conviene la competenza del foro di Sassari.

  1. i contraenti dovranno rispettare le normative del trattamento dei dati personali


–Letto, approvato e sottoscritto.
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
#2
La legge prevede che la cauzione depositata venga restituita per intero qualora l'immobile sia riconsegnato nella condizione in cui lo si ha ricevuto (salvo il normale deperimento d'uso).
La cauzione non può essere computata quali mensilità di pigione/affitto ma va utilizzata solo per le riparazioni di eventuali danni arrecati all'immobile.

Ciò previsto, va detto che se ti rendi conto d'esser moroso, è buona cosa che tu non abbia a pretendere somme (anche se legalmente ti spetterebbero). Di modo che la proprietà non abbia da confezionare una causa per aver un ristoro, anche se solo parziale, degli ammanchi di pigione di cui ti sei reso colpevole.

Passando ora dalla parte dei proprietari che leggono (credo che questo possa esprimere il loro pensiero): perché non fai tu una causa verso la proprietà, per aver ristoro di quei 550 €?
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
#4
Ottima scelta. Ora passiamo alla parte pratica: a fronte della restituzioni di 550 € fra un po' di tempo (mesi? anni?) ti va davvero di partire con una serie di spese legali che potrebbero essere superiori alla cifra da ricevere? Vero che la controparte potrebbe essere obbligata a sostenerle una volta finito il processo, ma nel frattempo dovresti sborsarle tu.
Dall'altra parte (non conosco i termini coi quali avete concluso il contratto) la proprietà potrebbe farti causa per aver ristoro degli arretrati di pigione?
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
#10
Leggo "La locazione avrà durata di 18 mesi dal 13-10-2017 al 12-04-2019" ... solo per capire meglio la situazione: da quand'è che sei diventato moroso?

Per gli interessi: non so quando è finito il contratto ma facendo finta che sia terminato oggi, ti verrebbero € 1,62 di interessi (locazione calcolata dal 13/10/2017 al 16/04/2018)

Per la causa: dato che la cauzione è in mano alla proprietà, al momento toccherebbe a te avviare le pratiche legali.
 

bragaciop

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#13
Allora per fare causa avrei gratuito patrocinio in ogni caso e se ben sapete per fare una querela non costa nulla. per la tessera vedetevela voi. Un diritto rimane un diritto come per me un dovere rimane un dovere pagare le morosità incolpevoli. In ogni caso meno male che esiste anche Sunia che ci tutela. Poi per me voi Agenti immobiliari guadagnate fin troppo per quel che fate! Comunque per me il discorso si chiude qui. Saluti
 

Bruno2301

Membro Attivo
Agente Immobiliare
#16
Ma signori BEATI VOI che avete soldi, lavoro e case di proprietà! Poi definiteci pure zecche o certi soggetti fate come volete
Il problema non è questo, il problema è che siccome per una ragione o per l'altra sei inadempiente e fino a prova contraria hai usufruito di un bene di un'altra persona che potrebbe avere i tuoi stessi problemi e potrebbe avere per di più fatto dei sacrifici per avere l'immobile e pagarci pure le tasse.... e per di più non è colpa del locatore se tu sei inadempiente, potresti almeno avere il buon senso di lasciare quei soldi per sopperire alle perdite che tu hai cusato.
Certo che se non ci sono danni all'appartamento e lo hai reso come lo hai preso ti devono essere restituite le somme di cauzione ma considera che ilsolo dover rimbiancare l'appartamento esaurirebbe appienola somma di cauzione....!!! rifletti e agisci secondo buon senso!!!
Buona fortuna!
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
#17
Allora per fare causa avrei gratuito patrocinio in ogni caso e se ben sapete per fare una querela non costa nulla. per la tessera vedetevela voi. Un diritto rimane un diritto come per me un dovere rimane un dovere pagare le morosità incolpevoli. In ogni caso meno male che esiste anche Sunia che ci tutela. Poi per me voi Agenti immobiliari guadagnate fin troppo per quel che fate! Comunque per me il discorso si chiude qui. Saluti
Ehi Bragaciof, non fare di tutte le erbe un fascio, sono dalla tua parte, però lavoro molto e guadagno poco! :riflessione::rabbia:
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
#18
Poi per me voi Agenti immobiliari guadagnate fin troppo per quel che fate
Se ci pensi, questa potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi: frequenta il corso, supera l'esame, apri partita IVA, investi un paio d'anni (o meno se ti è sufficiente) al soldo di qualche agenzia dove farti le ossa e metter da parte un po' di soldini da poter investire in un ufficio tutto tuo e vedrai che in men che non si dica anche il tuo viso sarà sulla scatola del monopoli.

Pensa te...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto