• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

D

Dax71

Ospite
Buongiorno a tutti,
Ho dato un incarico esclusivo per la vendita della mia abitazione ... purtroppo l'agenzia mi sta dando qualche problema e nel verificare quali fossero le penali in caso di recesso dell'incarico mi sono accorto che la data di fine incarico aveva l'anno sbagliato.

" Il presente incarico avrà durata dal 16/09/17 al 30/03/17"

Vi chiedo se questo errore è sufficente per annullare il contratto.
Grazie Davide
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Buongiorno a tutti,
Ho dato un incarico esclusivo per la vendita della mia abitazione ... purtroppo l'agenzia mi sta dando qualche problema e nel verificare quali fossero le penali in caso di recesso dell'incarico mi sono accorto che la data di fine incarico aveva l'anno sbagliato.

" Il presente incarico avrà durata dal 16/09/17 al 30/03/17"

Vi chiedo se questo errore è sufficente per annullare il contratto.
Grazie Davide
Non serve annullarlo.

Stante così le cose il contratto ha trovato la sua naturale scadenza.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Direi che l’errore di anno è una svista ( poco professionale ), ma non è motivo per annullare il contratto.
È chiaro che si intendeva 30/03/2018.
Se hai problemi con l’agenzia prima di pagare penali cerca di chiarire cosa non va secondo te.
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Direi che l’errore di anno è una svista ( poco professionale ), ma non è motivo per annullare il contratto.
È chiaro che si intendeva 30/03/2018.
Se hai problemi con l’agenzia prima di pagare penali cerca di chiarire cosa non va secondo te.
scusa svista perché? E perché si dovrebbe intendere 2018 e non 2019 o 2020 ? Diciamo che ha sbagliato ed il venditore se non si trova bene , è stato fortunato della "svista". Per la legge non esiste la svista , se l'agente non sa scrivere una data tanto sveglio non deve essere .
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
scusa svista perché? E perché si dovrebbe intendere 2018 e non 2019 o 2020 ? Diciamo che ha sbagliato ed il venditore se non si trova bene , è stato fortunato della "svista". Per la legge non esiste la svista , se l'agente non sa scrivere una data tanto sveglio non deve essere .
Accade la stessa cosa con gli assegni.

Data sbagliata trattazione nulla.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
E perché si dovrebbe intendere 2018 e non 2019 o 2020?
Codice civile articoli sull’interpretazione dei contratti,dal 1362 al 1371,specialmente l’art. 1367 (Nel dubbio, il contratto o le singole clausole devono interpretarsi nel senso in cui possono avere qualche effetto, anziché in quello secondo cui non ne avrebbero alcuno ).
Se un contratto parte il 16/9/2017 pare evidente che la data finale non può essere precedente,e quindi è una svista che non rende annullabile l’impegno preso.
Poi concordo sulla poca attenzione e affidabilità,ma secondo me non è possibile attaccarsi a questo aspetto per interrompere un incarico .
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
la data si presta a molte interpretazioni non univoche, bisognerebbe sentire un legale . secondo me è nullo e basta.
 

Graf

Nominato ad Honorem
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Poiché il tempo non è un gambero, cioè va avanti e non indietro, dal contesto contrattuale si dovrebbe evincere che quella data che indietreggia verso il passato è una semplice svista... Però, in questo caso, mancherebbe la certezza di una qualsiasi data di fine incarico.
Concordo con Francesca63 e con il suo giusto richiamo all'art. 1367 del codice civile che impone un'interpretazione sensata di un contratto in caso di dubbio per salvaguardarne l'obbligazione sottostante...ma siamo in Italia, la patria dei sofismi e dei cavilli. E delle "pagliette".
 

tharapyo

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Ma invece confrontarsi con l'agenzia e cercare di risolvere le problematiche?
Nooo...meglio fare il furbo e rischiare finire in causa per anni e spendere soldi in avvocati, per poi magari finire col dover pagare la penale e le spese legali...le visite le hanno fatte? avranno un elenco delle persone che hanno visto l'immobile, che potranno testimoniare di aver visto la casa dal 16 settembre in poi... se c'era il proprietario in casa, a che titolo ha fatto entrare queste persone? Se ha dato le chiavi all'agenzia, magari con ricevuta scritta e datata, a che titolo le ha date? Ci sarà della pubblicità, le cui date di invio sono dimostrabili...come vedi non è così semplice dire che siccome c'è una data sbagliata, l'incarico è nullo e basta...
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Ma invece confrontarsi con l'agenzia e cercare di risolvere le problematiche?
Nooo...meglio fare il furbo e rischiare finire in causa per anni e spendere soldi in avvocati, per poi magari finire col dover pagare la penale e le spese legali...le visite le hanno fatte? avranno un elenco delle persone che hanno visto l'immobile, che potranno testimoniare di aver visto la casa dal 16 settembre in poi... se c'era il proprietario in casa, a che titolo ha fatto entrare queste persone? Se ha dato le chiavi all'agenzia, magari con ricevuta scritta e datata, a che titolo le ha date? Ci sarà della pubblicità, le cui date di invio sono dimostrabili...come vedi non è così semplice dire che siccome c'è una data sbagliata, l'incarico è nullo e basta...
Osservazioni, che in linea di principio, possono sembrare valide.

Tuttavia l'intermediario deve scegliere.

Se proseguire in un'azione di efficace vendita.
Oppure deviare su un'azione di sterile pretesto.

Dimostrare la validita' di un incarico non determina il suo espletamento.

Se un mandante e' scontento, dell'operato del mediatore, molto meglio rinunziare all'incarico.
Finche' si e' in tempo per farlo evitando danni peggiori.

Cio' indipendentemente da errori o sviste di sorta.
 

tharapyo

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Il mandante ha tutto il diritto di essere scontento dell'operato del mediatore, se lo è, evidentemente nell'azione di questi c'é qualcosa che non va. Ma forse prima di attaccarsi a pretesti e rischiare controversie si potrebbe chiedere spiegazioni e cercare di capire cosa non va bene.
E per esperienza ti dico che mi sono capitati venditori che con pretesti vari e anche scene strappalacrime hanno voluto interrompere l'incarico, salvo poi ritrovarmeli a vendere con altre agenzie a prezzi più alti, mentre altri che per esempio si sono lamentati della pubblicità ed hanno chiesto correzioni sono stati accontentati col sorriso...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato casa dicembre 1983, rogito dal notaio, ora dicembre 2019, in comune non trovano la concessione edilizia concessa da loro. Che fare per avere tutto in regola? Ho scritto con pec all'ufficio. Tecnico ed attendo risposta e poi......
Ho controllato all'archivio notarile e conservatoria dei registri immobiliari. Dicono che il sono a posto? Avendo il contratto notarile. Allora? Grazie a chi mi indica....
Devono cambiare le leggi vecchie dello stato italiano che incassa e non tutela chi affitta regolare chiedo più flessibilità e meno burocrazia
Alto