1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. corradino74

    corradino74 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    più di 10 anni fa su di un terreno agricolo costruisco con regolare permesso un magazzino agricolo/ deposito attrezzi di circa 150mq.L'immobile avrebbe tutte le caratteristiche per diventare casa di civile abitazione ma purtroppo il comune non lo acconsente.Un anno fa per un lavoro di completamento regolarmente autorizzato ed accatastato ricevo visita dal catasto che dopo un paio di mesi mi recapita una notifica che d'ufficio mi modifica la categoria da C/2 in A/7 e la classe da 8 in classe 3.Cosa vuol dire questo? posso forse realizzare il mio sogno? Ho dimenticato di dire che per questo immobile ho sempre pagato l'ICI prima e l'IMU poi.Posso cortesemente sapere qualche cosa con urgenza vista la scadenza fissata dal catasto per l'eventuale ricorso?

    Ringrazio anticipatamente.
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Da ciò che descrivi sembrerebbe che la classazione (a livello catastale) sia stata modificata da C2 (magazzini e depositi) in A7 (abitazioni in villa)...
    ora si tratta di verificare con attenzione la situazione, che potrai sicuramente sistemare e definire con un tecnico di tua fiducia che ne completi l'iter anche attraverso l'accertamento delle nuove schede catastali ...
     
  3. corradino74

    corradino74 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio per la risposta è proprio così il catasto mi ha modificato classe , categoria e relativa rendita.Quello che vorrei sapere e se posso approffitare della forzatura/errore fatta dagli uffici del catasto per far si che questo fabbricato diventi la mia abitazione.Il geometra che ho contattato su questa mia richiesta , mi ha detto che l'unica cosa che posso fare è il ricorso al catasto per ripristinare lo stato precedente alla loro visita.Scusami se insisto con il chiederti se secondo te ci potrebbe essere qualche possibilità a far realizzare il mio sogno ed ripeto quello di far diventare questo magazzino agricolo a casa di civile abitazione......visto che da anni tento questo passaggio senza però esito positivo , cosa però che potrei fare iscrivendomi come agricoltore cosa per me impossibile vista già la mia posizione lavorativa.


    Grazie Architetto
     
  4. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Il catasto è una catalogazione sostanzialmnte ai fini fiscali.
    La posizione urbanistica dell'immobile è un'altra cosa.

    Il tuo geometra ha ragione il C/2 dovrebbe essere più conveniente ai fini fiscali.

    Mi preoccupa questa categoria A/7 : sei sicuro di essere in regola con il titolo abilitativo ?
    Le caratteristiche costruttive di un C/2 non sono quelle di un A/7 : un magazzino non è un appartamento? Cosa hai realizzato ? Bagni, cucina etc...?
    Tieni conto che se ci sono differenze con il titolo abilitativo, rischi la denuncia per abuso edilizio. Se la variazione catastale viene trasmessa, come dovrebbe, al Comune, il problema sarebbe non da poco.
    Cosa dice il il tuo geometra sulla possibilità che vengano contestati abusi ?
    Cercherei di capire e sistemare spontaneamente prima che il problema sfugga di mano.
     
  5. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Scusami, forse c'è qualcosa che non quadra ...
    nella prima descrizione, indichi che avevi un magazzino/deposito classificato come C2... poi viene il tecnico dell'AdT e ti trasforma da C2 in A7... e adesso mi dici che il tuo tecnico ti suggerisce di rimettere a posto la situazione ...
    Se ciò è così come hai indicato, allora non capisco la difficoltà, ovvero l'AdT ti ha già trasformato il tuo immobile in residenza e per giunta in abitazione in villino ... Quello che tu indichi come forzatura/errore presumo sia già un classamento che ha preso in considerazione la tua richiesta ... pertanto è già reso in abitazione ...
    Non devi far altro che verificare attraverso le schede catastali che sia così e la tua risposta l'avrai in mano ... ovvero quello che era deposito ora è un'abitazione ...
    spero esserti stato chiaro...
     
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Una cosa è il Catasto ed un'altra è la posizione urbanistica.
     
    A pasimo piace questo elemento.
  7. Tommaso Badano

    Tommaso Badano Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Caspita che situazione! In effetti sembra strano che un tenico dell'AdT dica che un magazzino è in realtà un villino: questo a meno che non sia stato realmente trasformato/costruito come un'abitazione senza regolare titolo abilitativo. Purtroppo, se di fatto (non di diritto) l'edificio è un'abitazione il fisco chiede inevitabilmente il suo inifluentemente dal titolo abilitativo, mentre il Comune potrebbe chiedere la demolizione di quanto non corrisponde ripristinando il tutto in c2 e sanzionando per bene. Non credo invece che l'opinione del catasto possa minimamente influire sulla destinazione d'uso di un immobile, che dipende esclusivamente dalla normativa edilizia in vigore. L'unica è davvero affidarsi ad un tecnico che con tutte le carte e le informazioni del caso (che qui mancano) trovi la soluzione.
     
    A H&F piace questo elemento.
  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Se urbaniasticamente non è possibile trasformare un magazzino in abitazione e ciò è stato fatto, è abusivo dal punto di vista Urbanistico.

    L'AdT con sopralluogo di verifica ha rilevato una abitazione anzicche un magazzino, per questo l'ha classificta in villetta, questo poco influisce sulla regolarità urbanistica, anzi nulla, lAdT cura la parte prettamente fiscale senza considerare la regolarità urbanistica.

    Il comune dal canto suo potrebbe procedere ad accertamento ed intimare la messa in ripristino, qualora tale intimazione non viene eseguita allora si procede all'acquisizione da parte del comune al proprio patrimonio indisponibile e successivi adempimenti.

    Ciao salves
     
  9. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    :stretta_di_mano::applauso:
    Concordo pienamente con il contenuto del tuo intervaneo e per questp ho sollecitato corradino a muoversi. L'AdT potrebbe ( anzi dovrebbe informare) il Comune di questo riaccastamento e potrebbero (dovrebbero) scattare i controlli Comunali. E sarebbero grane forse anche gravi.
    Mi spiace creare in corradino allarmi, ma le cose da lui descritte lo giustificano.
     
  10. corradino74

    corradino74 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    cerco di essere più chiaro: Il deposito atrezzi/magazzino agricolo in questione riceve più di dieci anni fa certificato di agibilità. La sua pratica edilizia era completa di progetto, impianto elettrico, progetto impianta riscaldamento, autorizzazione bombolone gas gpl, progetto fognatura e cuant'altro dovuto. Al suo interno è stata prevista anche la costruzione di un bagno, tutto ciò é stato realizzato così pensando all' eventualità che io un domani divenissi agricoltore.In questo caso l'immobile aveva ed ha le caratteristiche per diventare una abitazione.Tantè vero che le due volte che sono andato all'ufficio tecnico del comune a chiedere verbalmente se avrei potuto ottenere l' abitabilità, mi rispondevano che non avevo i requisiti ( quelli di essere agricoltore regolarmente iscritto).Ora mi chiedo può il catasto decidere di punto in bianco che questo non è più un magazzino ma bensì un villino? se così fosse posso io allora magari pagando oneri dovuti, condoni ecc...chiedere l'abitabilità? mi conviene forse pensando ad una prospettiva futura accettare quanto stabilito dal catasto o ricorrere contro tale imposizione?




    Ringrazio tutti nuovamente
     
  11. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non mi sembra che sulla base delle leggi attuali tu possa regolarizzare urbanisticamente. Ed i Comune è stato chiaro. Un domani potrai fare quello che ti sarà concesso dalle leggi.
    Io contesterei catasto. Oggi con l'IMU seconda casa, sono da fare due conti.
    Poi, ti ripeto non vorrei, che la notizia di un riaccatstamento in A/7 crei approfondimenti in Comune su come è nato questo A/7.
    Evidentemente c'è anche una cucina, altrimenti non sarebbe A/7.
    Il C/2 non dovrebbe avere cucina, mi sembra.
     
  12. Tommaso Badano

    Tommaso Badano Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per trasformarlo in abitazione bisogna fare una pratica di cambiamento di destinazione d'uso, ma se il PRG (e quant'altro) non lo prevede questo diventa impossibile. Se lo status quo dell'immobile è pari pari come da pratiche edilizie originarie nonché dall'agibilità concessa dal comune oltre dieci anni fa, l'unica strada percorribile è ricorrere contro la decisione del catasto dimostrandogli crata alla mano che si tratta di un magazzino e che ha preso una cantonata grossa come una casa (anzi, come un villino). Sperare di convincere il comune ad agire contrariamente alla normativa vigente perché il catasto vuole aumentare il reddito imponibile mi sembra vano, anche se in effetti come IMU senz'altro ci guadagnerebbe.
     
    A H&F piace questo elemento.
  13. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Condividendo a pieno quanto detto da Tommaso Badano, ti posso assicurare che sicuramente il comune ha i dovuti contatti con il tecnico del AdT e sicuramente sono a conoscenza delle situazioni e del cambiamento di classazione ...
    alla luce di quanto hai appena citato, capisco il tuo tecnico che indica il riclassamento allo stato originario... ma vi è di più ... sempre da ciò che hai descritto sicuramente hai la negazione perchè l'immobile si trova in area agricola e tu non hai (da quanto ho capito) i requisiti di agricoltore ... per farlo divenire abitazione in residenziale allora la procedura indicata da Tommaso... ovvero necessita verificare se il PRG o il PGT permettono il CDU urbanistico ...
     
  14. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    C'è del "magico".
    La visita del catasto è pure emblematica.
    I tempi, mi sembra, stringano.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Questa visita del catasto è veramente una curiosità. Non ne avevomai sentito citare un altro caso simile.

    Quanto al collegamento fra comune e AdT, non c'è bisogno di contatti personali: tutti i comuni sono connessi istituzionalmente alla banca dati catastale, e se non dormono sugli allori la consultano con sistematicità per verificare i pagamenti IMU, Tarsu ecc.

    Convengo con quanto sopra suggerito da Salves, ed altri: potrebbe esserti contestato l'abuso edilizio. Credo comunque che incaricando un tecnico del posto, potrebbe pure sondare il comune, facendo presente la situazione paradossale della variazione catastale d'ufficio: magari con questi tempi di magra si fa allettare da un maggiore introito IMU e pianiifica una variazione del PRG: è comunque un percorso rischioso, perchè perderesti itempi del ricorso in catasto, senza alcuna garanzia sul buon fine del sondaggio.
    Consiglierei quindi il ricorso al catasto per ritornare al vecchio accatastamento, sempre che sia fattibile: come dice giustamente H&F, sembra strano che il comune abbia autorizzato su questo magazzino lavori tali da essere equiparabili ad una classificazione di villino. Parrebbe che in corso lavori si sia ... diciamo... largheggiato nella interpretazione...! Con conseguenti abusi non contemplati nelle concessioni ottenute.
     
  16. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Caro Bastimento, posso garantirti che stanno facendo controlli a tappeto, per riorganizzare il NCEU e vanno dappertutto, anche commettono castronate, non importa, tanto ... sei sempre tu che devi trovare il modo di contraddirli ... :disappunto: ... il resto no comment ... lo lascio a voi ... :shock:
     
    A Bagudi e Bastimento piace questo messaggio.
  17. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Apprezzo che hai rivisto a tua posizione del CP n.5 ;)
     
  18. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Con tutta tranquillità, senza offesa ... alle volte mi chiedo se è il tuo comune modo di fare oppure cerchi di provocare... non riesci proprio a fare interventi senza critiche nei confronti di altri ...:pollice_verso:
     
  19. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma suvvia non è così. Io non provoco, è il mio comune modo di fare, secondo me molto normale ed aggiornato. Stile giornalistico, televisivo. Il modo moderno di comunicare.
    Leggendo quotidianamente i giornali, ti accorgi che oggi si comunica così : velocemente ed andando al sodo. Lo abbiamo importato dagli USA. Paese della grande democrazia, dove un uomo di colore diventa Presidente ed uomo più potente del mondo. Gli avversari scrivono contro di lui con libertà e senza censure.
    Ci lamentiamo che in Italia la stampa sia di parte e poi la vogliamo di parte a nostro favore.

    Tornando al tema : C/2 ed A/7. Non critiche ma percorso verso la sostanza.
    Il tuo CP n. 5, mi è sembrato si fosse sbilanciato in una sanatoria edilizia "di fatto" a favore del villino A/7 e corradino/4 già faceva programmi.
    Poi io, SALVES e TommasoBadano abbiamo invitato alla prudenza. E tu hai concordato.
    Alla fine una bella discussione di utilità per corradino74 con il contributo di TUTTI.

    Vi sono membri con linguaggio un pò d'antan, e membri con linguaggio da XXI secolo.
    Nel '700 si dialogava in altro modo, ed anch'io sarei stato in linea. Ma XXI secolo !?

    Ho sempre ammirato, anche se non l'ho detto mai prima, Fabrizio di Studiopci, che di fronte a sviste o ripensamenti, dice con semplicità e grande correttezza : ero di fretta, non avevo letto bene, si concordo con voi......
    Vero Fabrizio ?
     
  20. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Non apro e non faccio dibattiti a titolo privato... ma vorrei precisarti alcune cose ...
    1) gli interventi che si fanno sono in italia e si parla italiano ... ed io sono italiano (con vanto) e non mi pongo confronti in quanto a democrazia, perchè di gran lunga superiore ... :fico:
    2) siamo nell'era dove si è capaci di scrivere o parlare correttamente (oggi si parla con linguaggio sms).. e quando si trovano parole che sono da capire/interpretare allora si va in confusione ... ed io negli interventi uso molta moderazione ...
    3) io non faccio riferimenti a colleghi o altre persone, parlo direttamente e se c'è qualcosa che non mi è risultato chiaro oppure ho commesso errori di interventi ho sempre dato le dovute scusanti ...
    Pertanto ti invito a rivedere i modi d'intervento e se ti è possibile essere costruttivo per la natura del forum senza dover obbligatoriamente criticare altri ... (perché non è la prima volta che dai interventi aggressivi o quanto tali) ... e se proprio devi, allora fallo con i MP...
    Spero con questo sia chiusa la questione ... e di confrontarsi con costruttività e non con critiche ... :)
     
    A H&F piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina