1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. trebi

    trebi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel mio condominio sono stati votati dei lavori di isolamento delle terrazze. Il mio terrazzo è coperto da una veranda condonata.
    Per realizzare i lavori la veranda deve essere distrutta (non smontabile e non ricuperabile). A chi incombe il costo della distruzione e rifacimento della veranda ?
    Ho diritto ad un indennizzo per il disagio subito ?
    Grazie
     
  2. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
    L'isolamento delle terrazze consiste nell'applicare materiali coibenti tra gli strati impermeabili e le solette dei terrazzi/lastrici, per far diminuire la trasmittanza delle strutture al caldo ed al freddo.
    Poiché il terrazzo su cui è stata costruita la veranda é ora isolato dall'esterno per effetto di questa sovrastruttura (immagino realizzata con specchiature a vetro-camera) ne consegue un risultato equivalente all'applicazione dell'isolamento. Un buon termotecnico lo può facilmente dimostrare: anzi può calcolare addirittura in termini economici il risparmio conseguibile per lo stralcio di questa quota di lavoro da quello previsto per l'intero condominio.
     
  3. trebi

    trebi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La ringrazio molto per questa "idea". Purtroppo lo smantellamento della veranda è inevitabile (sostituzione di tutte le ringhiere, uso del terrazzo per i ponteggi per l'isolamento della terrazza soprastante).
     
  4. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
    Allora non è solo un problema di coibentazione che, comunque, non è "un'idea" brillante ma risponde a precisi criteri termotecnici.
    In merito all'attribuzione delle spese per la rimozione e il ripristino del manufatto sono del parere che l'onere debba ricadere a carico del proprietario esclusivo, a meno che esso non sia stato inserito nel patrimonio condominiale ed abbia avuto un riscontro nella caratura millesimale della unità immobiliare di cui è pertinenza.
     
  5. trebi

    trebi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie, sono d'accordissimo con Lei per ogni opera che conduca ad un risparmio energetico, ed in effetti la parte coperta dalla veranda da questo punto di vista è perfettamente isolata.
    Nel nostro caso la terrazza è calcolata nei millesimi dell'appartamento. Non so cosa soignifichi "inserito nel patrimonio condominiale".
     
  6. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
    Non mi riferisco alla terrazza ma al manufatto "veranda" che è un volume e non una superficie e dovrebbe contribuire ad aumentare la consistenza patrimoniale del cespite.
     
  7. trebi

    trebi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La ringrazio per questa precisione.
    Potrebbe dirmi quindi
    in che modo posso accertarmi che la mia veranda sia considerata come "patrimonio condominiale" e
    se la mia veranda aumenta la consistenza patrimoniale del cespoite, che conseguenze puo' avere sulla questione attuale ?

    Grazie e mille in anticipo
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    In parole più semplici credo gubossa voglia dire:

    Con la realizzazione della veranda hai fatto modificare i millesimi di proprietà dell'appartamento?

    Credo di immaginare che la risposta sarà NO: secondo gubossa quindi il condominio non sarebbe tenuto a rimborsarti.

    Il fatto che io usi il condizionale non significa che abbia un'idea diversa: certamente il quesito si presterebbe a dar lavoro ad avvocati, ma non credo ne valga la pena.
     
  9. trebi

    trebi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie anche a lei per il suo intervento.
    In effetti la risposta è si :
    I millesimi, l'ICI e la tassa rifiuti tengono conto della terazza verandata come parte dell'apprtamento.
    In questo caso secondo voi a chi aspetta il costo di smontaggio e rifacimento?
     
  10. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
     
  11. trebi

    trebi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono d'accordo che la situazione è un po' assurda e si potrebbe trovare un'altra soluzione, ma ormai è stata votata in assemblea. Il fatto è che ci sono altri terrazzi nell'immobile, quindi si fa la stessa cosa per tutti e l'impresa non era per nulla motivata a trovare soluzioni alternative a un ponteggio classico per la terrazza superiore :)
    La veranda è calcolata nei millesimi dell'apprtamento, per il pagamento dell'ICI e della tassa rifiuti, quindi credo proprio che sia considerata come incremento di consistenza dell'unità immobiliare. In questo caso ha un'idea a chi incombe la spesa dei lavori di smantellamento e rifacimento?

    grazie e mille ancora per tutti i consigli
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Che la veranda, dopo eventuale condono, sia computata nel pagamento ICI e Rifiuti è molto verosimile: normalmente a seguito di sanatoria per la realizzazione della veranda avrai dovuto presentare una variazione catastale.

    Ma per quanto riguarda il condominio, molto raramente questo esigeva un incremento dei millesimi, che del resto sarebbero stati trascurabili... Comunque se tu dici che ciò è avvenuto non abbiamo motivo di dubitare.

    Tutta questa premessa però è per me accademica: la tua domanda porta a chiedersi se sia lecito che "a maggioranza" possa essere deliberata la demolizione di una struttura privata: a prima botta direi di no, ma bisogna anche chiedersi se la realizzazione della veranda sia stata fatta "Motu proprio" o se sia stata autorizzata dal condominio.

    Certo che se la veranda è stata autorizzata dal condominio, e urbanisticamente regolarizzata, penso avresti molti diritti da opporre a chi si presenta a demolire a casa tua.
     
  13. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
    Leggere ATTENTAMENTE cosa è scritto in questo verbale: se non è specificamente indicata l'attribuzione delle spese allora il tecnico che dovrà contabilizzarle disporrà della autonomia necessaria per applicare il criterio che meglio risponderà all'interesse generale senza ledere in maniera così brutale quello del singolo, come sembra profilarsi nel tuo caso.
    Estrema ratio esiste sempre la possibilità di ricorrere al giudizio civile per l'annullamento di una delibera palesemente in contrasto con le norme vigenti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina