1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. petronius

    petronius Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    Vi chiedo gentilmente un parere, se è possibile (legale), deliberare lavori straordinari (che si farebbero solo per ragioni di estetica, non per motivi di sicurezza), nel caso in cui diversi condomini risultano morosi.
    La somma è altissima.

    Grazie
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti risponderà un amministratore di condominio (@bit100 @Andrea Occhiodoro ) ma io credo che tutto sia possibile, ma non tutto desiderabile o opportuno ...
     
    A eldic piace questo elemento.
  3. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non sono amministratore, ma vedo diverse problematiche:
    - per evitare che i morosi restino tali a lungo, l’amministratore dovrebbe fare i decreti ingiuntivi
    - la riforma del condominio ha istituito l’obbligo di un fondo speciale per le spese straordinarie, a tal fine i contributi dei condomini devono essere raccolti prima di cominciare i lavori , o perlomeno secondo le fasi di avanzamento dei lavori.
    Per ciò, se qualcuno non versa la sua quota relativa ai lavori straordinari, in teoria non si potrebbero iniziare i lavori.

    Quindi, con le giuste maggioranze, nessuno vieta di deliberare lavori di grande entità; ma è una scelta che pare poco saggia, se prima i morosi non ripianano i debiti arretrati .
    L’amministratore dovrebbe provvedere, prima di pensare a spendere altri soldi che probabilmente non verranno versati da tutti.
     
    A mmic piace questo elemento.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Per esperienza, i decreti ingiuntivi servono solo a spendere altri soldi...
     
    A bit100, dormiente e eldic piace questo elemento.
  5. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Può essere, ma immagino concorderai che mettere in pista lavori straordinari ingenti senza perlomeno rientrare delle spese ordinarie non saldate è un comportamento condominiale, seppur lecito, poco lungimirante.
    Guai sicuri.

    Peraltro, io ho esperienze diverse dalle tue, e ho sempre visto pagare dopo i decreti ingiuntivi.
    Perché c'è anche gente che, pur avendo le disponibilità, non paga per scelta, aspetta il decreto, e preferisce pagarsi anche le spese legali...
    Il mondo è pieno di gente strana...
     
    A Graf e eldic piace questo messaggio.
  6. Andrea Occhiodoro

    Andrea Occhiodoro Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    La risposta di @francesca63 è precisa ed esauriente. Anche a me non sembra opportuno, in una situazione di elevata morosità, procedere a deliberare lavori straordinari non urgenti e di notevole entità. L'assemblea però è sovrana e una delibera in tal senso sarebbe perfettamente lecita.
     
  7. davideboschi

    davideboschi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Molti, al solo vedersi recapitare il decreto del tribunale, pagano subito. Comunque ho visto case andare all'asta su istanza del solo condominio.

    Per essere legale lo è, la legge non lo vieta. Così come non vieta di prestare soldi a uno che no te li ridarà mai, o vendere merce a credito a uno che piuttosto che pagarti sparirà, o fare lavori presso un cliente che non ti pagherà mai.

    Che poi siano scelte sagge, è cosa assai dubbia. Ma la sventatezza non è (quasi mai) un reato.
     
    A francesca63 piace questo elemento.
  8. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se lo fosse , forse, qualcuno userebbe un po’ di più i neuroni .
     
  9. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    In un grosso condominio si segue la decisione della maggioranza . Figurati se non effettuano lavori perché 1 condomino su 20 è moroso. Dovrebbe essere premura del proprietario disfarsi al più presto della zecca. A maggior ragione se sa già che non caverà un centesimo.
    Auguri
     
  10. davideboschi

    davideboschi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Gli oneri relativi ai lavori straordinari ricadono sul proprietario. Se si teme che qualcuno non pagherà, significa che probabilmente il moroso è proprio il proprietario...
     
  11. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Le decisioni che riguardano un condominio circa i lavori straordinari voluttuari devono essere deliberate con le maggioranze di legge. Se i condomini decidono di approvare dei lavori non vi è la possibilitá da parte dell'amministratore di poterlo impedire. Non è ostativo al fine della delibera che alcuni condomini siano morosi. Il dovere dell'amministratore è quello di attuare le decisioni dell'assemblea far pagare le spese condominiali ( in caso di morositá attuare un decreto ingiuntivo che di solito non risolve nulla sia per i tempi che per i modi) e far rispettare il regolamento di condominio. Quindi i condomini hanno il diritto di deliberare spese straordinarie secondo il loro gusto. In assemblea sarebbe il caso di approvare il riparto di queste spese che potrebbero essere caricate solo sui condomini più facoltosi che si prenderebbero l'onere di pagare anche per gli altri. Claudia@
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    sei la seconda ad affermarlo: dipende dall'entità del debito o è una invariante?
    In fin dei conti il moroso possiede un bene...
     
  13. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Non riesci lo stesso a recuperare in caso di piccole morositá e io intendo fino a 5000€ non conviene. In casi molto gravi di solito il condomino moroso ha altri debiti pendenti. di solito o con Aquitalia o con una Banca in caso di pignoramento dell'immobile e messa all'asta l'amministratore può accodarsi dietro gli altri e comunque le cifre di una vendita in questi termini non rendono soddisfatti i primi figuriamoci i terzi. Diverso sarebbe dotare l'amministratore di clava e aspettare il moroso sotto casa e fregargli il portafoglio che sicuramente sará vuoto.:risata::risata::risata:
     
    A andrea b, Bagudi, CheCasa! e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Come sospettavo, per piccoli (si fa per dire) importi, forse il giudice non arriva a mettere all'asta?

    Su grosse pendenze, è invece chiaro che solitamente ci si trova in coda.
     
  15. davideboschi

    davideboschi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L'esperienza di @bit100 è illuminante ma io sono sempre dell'opinione che il disfattismo non è mai un buon punto di partenza.
    Per situazioni patrimoniali gravemente compromesse è senz'altro vero. Ma ci sono situazioni che sono per lo più imputabili a cattiva gestione del patrimonio: ad esempio ci sono persone che, trovandosi in ristrettezze economiche, preferiscono mantenere le proprie abitudini di vita (e di spesa), rimanendo indietro col pagamento dei creditori con meno potere negoziale, tra cui il condominio. In questi casi il decreto ingiuntivo funziona anche come solo deterrente: basta nominarlo in assemblea, e magicamente i soldi delle vacanze o dell'auto nuova vengono dirottati sul rientro dalle rate insolute...
     
    A francesca63 piace questo elemento.
  16. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dipende.
    In genere, chi è moroso col condominio è moroso anche con altri creditori, soprattutto le Banche e quindi non vale la pena ricorrere al decreto ingiuntivo.

    Se invece si tratta del moroso "spiritoso" che crede di gabbare il condominio , procederei senza pietà...
     
  17. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    Mi sembra un po troppo semplificativo dire che il decreto ingiuntivo sia cosi quasi inutile .

    Va premesso che l amministratore ha l obbligo di procedere con decreto ingiuntivo nel termine di 6 mesi. Una volta emesso e dotato di provvisoria esecutività, se senza esito , l amministratore ha l obbligo di attivare la procedura esecutiva

    Oltre al lavoro di rito per ottenere il decreto ingiuntivo ( corredo notifiche avvisi assemblee, consuntivi preventivi e riparti ,bilancio condominio le diffide effettuate ) , a livello pratico si tratta di inquadrare ogni singolo moroso , ottenere le informazioni circa il suo stato lavorativo e generale , la storia del condomino , se ricorrente in ritardi , o se cambiamneto improvviso da regolarita a morosita, il perdurare della morosita etc. . sa seguito della diffida di un legale ( preceduta dalal diffida del amministratore) a fronte della quale si addebitano anche su per giu un centinaio di euro per spese legali , già si ha il saggio del debitore , poi il procedere al decreto va valutato su una situazione puntuale col debitore , in caso il debitore si sottragga a dare spiegazioni o a sottoscrivere un impegno di rientro, l amministratore visto che è un suo obbligo deve sottoporre all assemblea il rischio dell ìa infruttuosita dell azione ed eventualmente cosi ottenere l esonero dal obbligoo.
    In caso in cui si sia senza esonero l amministratore rischia per legge e dovrebbe procedere col decreto.

    Qualora sia infruttuoso anche il decreto , in tal caso lo sara solo nei confronti di chi effettivamente insolvente critico , il passo dell esecuzione non è detto che si debba andare direttamente sul immobile , si puo procedere col precetto verso banca , presso terzi es stipendio, etc , ed in ultima si procede al pignoramento dell immobile.

    Quindi l amministratore con ragionevolezza valuta , concede tempo etc quindi seppur magari non rispetta tassativamente i termini di legge , non puo ignorare de plano i suoi obblighi , fatto salvo l esonero.

    Nel caso esposto , l ammnistratore deve valutare che in caso di "caldeggiare" o meno , nel sottoporre lavori straordinari voluttuari seppur sottomessi ovviamente alla volontà del assamblea che decide , si espone verso i contrari che procedano per inerzia nel perseguire secondo legge i morosi, specie se non abbia sottoposto la situazione dei recuperi e delle morosita all'assemblea ottenendone l esonero per le posizioni piu critiche e irrecuperabili.


    Altresi esiste il fondo delle spese straordinarie.

    Il riparto di eventuali spese voluttuarie vanno ripartite secondo legge , non potendo essere ripartite solo sui piu "abbienti " spero di aver capito male ma sarebbe oltre che completamente illeggittimo, sarebbe abberrante .

    Pertanto non vi è un divieto diretto nel approvare spese voluttuarie straordinarie , ma queste indirettamente non possono esere approvate qualora la situazione dei morosi determini un dissesto grave finanziario del condominio , in tal caso l Amministratore ,si troverebbe responsabile per la gestione del dissesto, e dovrebbe adottare tutte le cautele del caso , a partire di sottoporre tramite odg , non solo le spese voluttuarie ma anche lo stato di dissesto del condominio.
    Ripeto di dissesto secondo regole contabili di analisi del bilancio o secondo situazione patrimoniale provvisoria in corso di esercizio se il dissesto si formi e o concretizzi tale in corso di esercizio.

    Spero di essere stato chiaro .
     
    Ultima modifica: 15 Marzo 2018
  18. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Non ho mai sentito una marea di cretinate tutte insieme:risata::risata::risata::risata::risata:
     
  19. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ora ribatti punto per punto altrimenti la figura di chi dice cretinate la fai tu
     
  20. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Boo-ni....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookie per personalizzare i contenuti, personalizzare la tua esperienza e per mantenerti connesso se ti registri.
    Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi