1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gius3

    gius3 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve a tutti, in qesti giorni stavo facendo una proposta d acquisto per un appartamento- fino a che l agenzia mi ha detto che la cooperativa che lo possiede ha la casa sotto ingiunzione giudiziaria e mi ha proposto di firmare un alettera di intenti che entro data x l ipoteca debba essere cancelleta per proseguire con la compravendita . ora la mia domanda e se , e sicuro farlo ? e come posso fare per tutelarmi ? grazie anticipatamente per l aiuto
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per tutelarti devi farti seguire da un avvocato, il quale inizia a dialogare direttamente con la proprietà per meglio capire in che fase è questa sofferenza finanziaria. Ci sono dei tempi entro i quali si può correre ai ripari, parlo del debitore, ma per farlo ci vogliono i soldini e non pensare che con una lettera d'intenti, per me non corretta, non si bloccano le procedure. Bisogna capire bene il tutto. Se tu sei realmente interessato, rivolgiti ad un avvocato il quale si muoverà correttamente.
     
    A Avv Luigi Polidoro, francesca7 e Bagudi piace questo elemento.
  3. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Come far saltare una vendita ad un collega.

    Dovrebbe saltarfuori l' @eldic con il suo premio perfidia.

    Nulla di piu' azzeccato per l'occasione.

    La lettera di intenti o qualsiasi altra azione preventiva proposta, dimostra la cautela e la tutela, che l'agenzia ha riservato al cliente, che qui e' intervenuto.

    Evidente l'intento, di congelare rallentando l'azione di vendita, per poter mettere ordine nella pratica e porre il cliente, nella condizione corretta di un acquisto, lontano dai rischi.

    Direi che un cliente, deve farsi seguire, da un buon intermediario e non dall'avvocato o no Rosuccia...? -:amore:
     
    Ultima modifica: 5 Ottobre 2016
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io non tutelo e non ho poteri su chi ha debiti. Posso solo sapere quanti debiti ma per far comprare veramente immobile noi non siamo sufficienti. L'avvocato può intervenire nella procedura noi non possiamo.
    quella lettera d'intenti non ha nessun valore mi impegno a comprare se paga i debiti. Ma va? E come? Chi lo sta e con che mezzi chi lo ferma? Parlo del creditore. Pyer finche ci sentiamo fenomeni ... A ognuno il suo.
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  5. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non mi dire che non conosci neanche un avvocato.

    Si fa' il punto della situazione, si esaminano i rischi e si procede con l'offerta, direttamente proporzionale ai vari adempimenti e spese accessorie, quali quelle per il legale.

    Sempre ammesso che occorrano.
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non si parla di me e l'avvocato non mi manca dal quale vado prima. Non dopo. Detto questo a cosa serve la lettera d'intenti? A non perdere l'acquirente? Ma qui manca il venditore ....
     
  7. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    che io sappia (ma non seguo le sofferenze) le dichiarazioni di intenti se non seguite da azioni più... sostanziose, non bloccano l'idea di escussione dell'ipoteca.
    però coi chiari di luna attuali non escludo che sia così...
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  8. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Un venditore, cedendo, si libera da una azione di ingiunzione, al quale e' sottoposto.
    Nessun altro, piu' di questo soggetto, ha "voglia" di vendere.

    Se ce' una cosa che non manca e' proprio il venditore.

    Necessita aggiungere, che il notaio prima di essere tale, e' un avvocato.
     
  9. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Pare che gli strumenti piu adatti siano i soldi.
     
    A eldic piace questo elemento.
  10. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Non sempre un notaio è avvocato e a volte ne ha solo il titolo.
    In questi casi però....meglio avere un avvocato a fianco del mediatore
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  11. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sufficiente per l'azione richiesta.

    Le pendenze, sono e restano, imputabili alla parte venditrice.
     
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    quando ci sono delle pendenze, la volontà non basta, non dipende più da lui.
     
  13. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Manone'vero.

    Il titolo e' del venditore.

    Egli e', titolare del bene, dei crediti e dei debiti.

    Senza la sua accettazione della proposta, le azioni da intraprendere a suo carico, sono altre.
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    uff quando ti fissi ...
     
  15. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Hi Hi :D

    Me lo dice anche mia moglie.
     
    A Avv Luigi Polidoro, Bagudi, ludovica83 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    pyeruccio hai idea di quello che è scritto in queste due righe?
     
  17. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Potrebbe essere qualsiasi cosa.
     
  18. Ettore Arru

    Ettore Arru Membro Junior

    Altro Professionista
    Io, innanzi tutto, verificherei cosa ha originato il decreto ingiuntivo.
    Nel caso in cui (probabilmente) sia stato promosso dall'istituto che ha concesso il mutuo fondiario per la realizzazione dell'intero complesso, procederei a verificare se allo stato attuale il mutuo è già stato oggetto di frazionamento oppure no (cosa che, credo, è da escludere). Saldare il prezzo di vendita idell'immobile, in presenza di un mutuo non frazionato non darebbe, infatti, diritto alla automatica liberazione dello stesso dall'ipoteca che dovrebbe, in tal senso, essere oggetto di "restrizione ipotecaria" da parte dell'istituto creditore; il tutto, previa acquisizione attestante la disponibilità dello stesso istituto a svincolare la porzione dell'immobile dall'ipoteca iscritta.
    Il ttto sarebbe più difficoltoso se chiaramente non ci fosse il frazionamento dell'intera proprietà (quindi una chiara identificazione catastale) che non permetterebbe, infatti, alcuna restrizione ipotecaria, posto che il mutuo concesso e la relativa ipoteca, risulterebbe iscritta su un unico Foglio e Mappale comprendente una pluralità di singoli immobili. Spero di aver capito bene il problema e di non essere uscito "fuori binario"
    Buon lavoro a tutti
     
    A Bagudi, eldic e PyerSilvio piace questo elemento.
  19. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Esatto.

    Analizzare il dolore prima di procedere con le fasciature.
     
  20. gius3

    gius3 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti grazie per le risposte il decreto ingiuntivo e nato da una causa con un altro complesso da loro costruito informando un po' per i vari forum ho scoperto che deve e essere il tribunale a rimuovere l ingiunzione
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina