1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Vavava

    Vavava Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao

    Sto per prendere una casa in affitto a Genova, comune nel quale ho comunque già ora la residenza nella casa dei miei genitori.
    Il contratto partirà dal 01/10 e verrà fatto un 3+2 con cedolare secca e volturerò su di me le utenze gas e luce.
    Mi stanno venendo alcuni dubbi su come procedere una volta registrato il contratto.
    1) E' necessario con questa tipologia di contratto che io cambi la residenza? Se la risposta è no e quindi non dovessi farlo comporta qualcosa ai danni del proprietario o solamente a me per quel che riguarda impossibilità di detrazioni e costi maggiori in bolletta?
    2) Devo pagare il canone rai 2016? (sia se cambio residenza sia se non la cambio)
    3) Se non cambio la residenza ha senso che io comunichi a qualcuno il cambio di domicilio (non abito molto distante dai miei genitori)? se si a chi a parte magari il datore di lavoro?

    I dubbi sono dovuti anche al fatto che il mio passaggio nella casa nuova sarà graduale quindi non sarebbe nemmeno corretto nominarla come residenza abituale (almeno fino al 01/2017 quando rivaluterò il problema e se cambiare effettivamente residenza)

    Grazie
     
  2. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    1) Devi cambiare la residenza solo se hai stipulato un contratto a canone concordato (lo trovi specificato nel contratto). Per il proprietario non cambia niente se tu sposti o meno la residenza
    2) Eventualmente dovresti pagare 2/12 del canone ma ....... lascia che ci pensi ENEL (o l'erogatore di energia elettrica, se diverso da Enel)
    3) Il domicilio non esiste formalmente. Se i tuoi genitori sono in vita (come mi sembra di capire) saranno felici di farti da segretaria e riceveranno la tua posta (e saranno in casa molto più di te). Non fare niente fin quando non avrai ultimato il trasferimento.

    Occhio che devi pagare anche la spazzatura (o nettezza urbana o ....... come si chiama dalle tue parti).
    Su questo argomento ogni città fa come vuole ma ti conviene andarci per far presente che sei un single (a Firenze, ad esempio, si paga un po' meno ma non in modo retroattivo)
     
    A Bagudi e Vavava piace questo messaggio.
  3. Vavava

    Vavava Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il contratto lo dobbiamo ancora registrare ma dovremmo fare un 3+2 con cedolare secca. Questo tipo di contratto è necessariamente concordato?... perchè noi avremmo stabilito tra di noi la cifra del canone pattuita e sul contratto non abbiamo messo indicazione se concordato o meno (il modello scaricato online è preso da un faxsimile di contratto concordato ma senza cedolare secca e ripeto senza specifiche che il contratto sia concordato).

    Il titolo del contratto è
    CONTRATTO DI LOCAZIONE

    ai sensi dell’art. 2, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431

    e la signora dell'agenzia delle entrate ci ha proposto un modello che come titolo ha:
    Locazione abitativa agevolata
    tipo contratto
    (Legge 9 dicembre 1998, n.431, articolo 2, comma 3)

    Il tutto lo stiamo facendo in forma privata senza intermediari quindi a parte essere andati una volta all'agenzia delle entrate dove ci hanno corretto alcuni punti non abbiamo indicazioni proprio precise e il rischio di errori inizio a pensare che sia alto

    Grazie per la risposta

    In una parte del contratto è presente questo estratto:

    Altre clausole

    - A tutti gli effetti del presente contratto, comprese la notifica degli atti esecutivi, e ai fini della competenza a giudicare, il conduttore elegge domicilio nei locali a lui locati e, ove egli più non li occupi o comunque detenga, presso l’Ufficio di segreteria del Comune ove è situato l’immobile locato. Qualunque modifica al presente contratto non può aver luogo, e non può essere provata, se non mediante atto scritto. Il locatore ed il conduttore si autorizzano reciprocamente a comunicare a terzi i propri dati personali in relazione ad adempimenti connessi col rapporto di locazione (legge 31 dicembre 1996,n. 675).

    Si parla di domicilio non di residenza.

    Mi resta quindi il dubbio se necessariamente devo cambiare la residenza già dal 1/10 o se posso farlo magari dal 1/1/2017
     
    Ultima modifica di un moderatore: 25 Settembre 2016
  4. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    E' difficile risponderti perché il "Contratto di Locazione Abitativa Agevolata" prevede una serie di clausole che devono esserci tutte ed un costo di locazione che deve rientrare entro un certo margine definito dal calcolo da effettuarsi in base alle tabelle concordate dalle Associazioni di Proprietari ed Inquilini che differiscono da città a città.
    Nel tuo caso sembra che sia un contratto che non segue queste "regole" a cui però è stato posto un "cappello" (titolo) che lo faccia sembrare un contratto agevolato.

    Il problema quindi riguarda il fatto che al momento della consegna per la registrazione venga o meno riconosciuto come "Contratto Agevolato" (per il proprietario cambia, e di molto, la tassazione e per te può cambiare qualcosa se il tuo reddito è sotto un certo limite).

    Per quanto riguarda "residenza" e "domicilio" sono due concetti diversi e puoi trovarli e confrontarli in internet (nel tuo caso è specificata la clausola del domicilio perché il proprietario deve poter avere un indirizzo certo in cui poterti contattare)..
     
  5. Vavava

    Vavava Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi viene ancora un dubbio.
    Canone concordato, agevolato, cedolare secca, 3+2... queste possono essere caratteristiche di un unico contratto? o qualcosa esclude una di queste caratteristiche?
    Ho suggerito comunque alla proprietaria di rivolgersi all'associazione di proprietari ed inquilini della città per evitare di fare un nuovo viaggio a vuoto all'agenzia delle entrate

    Grazie ancora per le dritte
     
  6. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Cedolare secca è la metodologia scelta dal proprietario per come vuol pagare le tasse.
    3+2 è uno dei possibili periodi contrattuali
    Canone agevolato o concordato è la stessa cosa ma si chiama "Locazione Abitativa Agevolata"
    Possono essere tutte caratteristiche di uno stesso contratto (nel mio caso lo sono)
     
    A Bagudi e Vavava piace questo messaggio.
  7. Vavava

    Vavava Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  8. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Per la verità, secondo me, in questo momento non si tratta neanche un Contratto Concordato (nessuno ha valutato che l'importo sia congruente con quanto previsto)
     
  9. Vavava

    Vavava Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Anche questo è vero anche se la cifra è onesta quindi credo stia nei limiti (anche se il calcolo è complesso quindi giustamente non posso saperlo)
    Come scritto prima ho suggerito alla proprietaria di informarsi meglio per evitare che il contratto possa non risultare corretto.
    La cosa strana è che la signora dell'agenzia delle entrate non ha posto alcun dubbio su questo aspetto ma ci ha solo indicato di dover indicare la classificazione energetiva e di inserire il testo relativo alla cedolare secca
     
  10. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Alcune delle clausole che devono essere presenti sono le seguenti :

    TABELLE MILLESIMALI: - proprietà __,__ - riscaldamento __,__ - ascensore ___,__ - scale ___,__

    COMUNICAZIONE ex articolo 8, 3° comma, del decreto-legge 11 luglio 1992, n.333 convertito dalla legge 8 agosto 1992, n. 359:
    a) estremi catastali identificativi dell'unità immobiliare: Partita ______ Foglio __, particella ____ sub. __
    b) codice fiscale del locatore __________________

    Si dichiara che gli impianti tecnologici dell’alloggio sono a norma di Legge.
    E’ stata fornito il Certificato Energetico.
     
    A Vavava piace questo elemento.
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è detto che la cifra che noi consideriamo congrua, lo sia davvero agli effetti di un contratto concordato: va compilato un modulo con vari parametri.
    Non è che si improvvisa !
     
    A Vavava piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina