1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nicola quintavalle

    nicola quintavalle Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti,

    ho visto tra le discussioni sulle locazioni, che sono tantissime, e non riesco a trovare quella che fa per me; il mio quesito è il seguente:

    L'art. 1573 del Codice Civile recita:

    Salvo diverse norme di legge, la locazione non può stipularsi per un tempo eccedente i trenta anni. Se stipulata per un periodo più lungo o in perpetuo, è ridotta al termine suddetto”.

    Che cosa significa?

    Che il contratto di locazione non può durare più di 30 anni?

    Nella Legge n. 392 del 1978 non ho trovato nulla relativamente alla durata massima!!!!

    Allora, come ci si deve comportare (ai fini dell'indennità di avviamento) nel caso di un contratto commerciale rinnovatosi che attualmente conta 28 anni?

    Nello specifico, in una locazione a uso diverso dall'abitazione iniziata 28 anni fa, rinnovatasi di 6 anni in 6 anni, se il locatore-proprietario vuole alienare il suo immobile libero (senza inquilino) che cosa dovrebbe fare?

    Dovrebbe comunque mandare disdetta al conduttore 12 mesi prima della scadenza?

    La disdetta dovrebbe riportare “per finita locazione” perché trascorsi 30 anni?

    Il conduttore avrebbe lo stesso diritto alle 18 mensilità di indennità per la perdita dell'avviamento?

    N.B. Preciso che l'inquilino svolge attività di disbrigo pratiche automobilistiche, e, quindi, rientra nelle attività a contatto diretto con il pubblico degli utenti e dei consumatori, e, quindi, gode sia del diritto all'indennità di avviamento commerciale e sia del diritto di prelazione in caso di vendita.


    Ringrazio anticipatamente tutti coloro che volessero aiutarmi a risolvere questo caso. :)
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se la proprietà non intende rinnovare il contratto deve inviare al conduttore la raccomandata AA/RR dodici mesi prima della scadenza.
    Al conduttore spetta l'indennità per la perdita di avviamento e gode del diritto di prelazione in caso di vendita dell'immobile.
    L'art. 1573 recita che un contratto di locazione non può essere stipulato per una durata superiore ai 30 anni, non che l'immobile non possa essere condotto in affitto per più di 30 anni.
     
    A nicola quintavalle piace questo elemento.
  3. nicola quintavalle

    nicola quintavalle Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'art. 1573 recita che un contratto di locazione non può essere stipulato per una durata superiore ai 30 anni, non che l'immobile non possa essere condotto in affitto per più di 30 anni.[/quote]

    Grazie Antonello, a volte abbiamo la soluzione davanti agli occhi ma per vedere altrove non ce ne accorgiamo :)
    ..........continuavo da stupido a fossilizzarmi sui "30 anni"..........
    caso risolto.
    Scusate se ho aperto una discussione inutilmente!
     
  4. Alex1966

    Alex1966 Ospite

    Per completezza d'informazione in relazione all'argomento, si cerchi contratto d'affitto ultranovennale, il quale, per l'appunto, può durare massimo trent'anni.
    Oggi che non si può più acquistare con facilità è una tipologia contrattuale sempre più utilizzata, da maggiori garanzie all'affittuario.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina