1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. al1971

    al1971 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Buongiorno a tutti.
    Nel caso di locazione di immobile commerciale all'interno del quale vi è vendita al pubblico e siamo giunti in prossimità della scadenza del 12° anno; qualora il conduttore, nel silenzio del locatore, non intenda continuare l'attività, avrà diritto all'indennità per la perdita dell'avviamento richiamata dall'art. 34 della legge 392/78? Secondo me no, attendo vostri lumi.
    Invece, se il locatore dovesse chiedere un aggiornamento del canone, questa raccomandata avrebbe la stessa valenza di una disdetta del locatore? Secondo me si e quindi il conduttore avrebbe diritto all'indennità.
    Infine, qualora il locatore non dovesse dare nessuna comunicazione, si intende rinnovato per altri 6 anni?
    Per cortesia, le risposte siano "si, perchè" oppure "no, perchè".
    Per chiarezza, grazie.
     
  2. al1971

    al1971 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Nessuno è in grado di aiutarmi?
    attendo fiducioso...
     
  3. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    prima domanda NO

    seconda domanda, alla fine del dodicesimo se il locatore chiede l'aggiornamento del canone (l'aumento istat per intenderci), vuol dire che NON DISDICE, e il contratto si rinnova per ulteriori anni 6 (terza domanda)

    Se il locatore dà disdetta per finita locazione (i 12 anni) lo fa per due motivi:
    Va bene l'inquilino che c'è dentro ma, con contratto nuovo, gli ritocca il canone
    Vuole cambiare inquilino perchè un altro gli dà di più

    In questo caso il conduttore può
    Accettare l'eventuale nuovo contratto che va avanti quindi per 12 anni
    Non accettarlo e allora in questo caso HA DIRITTO all'indennità
    Andarsene e di nuovo HA DIRITTO all'indennità
     
    A al1971 piace questo elemento.
  4. al1971

    al1971 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Grazie.
    Chiaro e puntuale.
    Un'ultimo chiarimento e ricito quanto detto: "Invece, se il locatore dovesse chiedere un aggiornamento del canone, questa raccomandata avrebbe la stessa valenza di una disdetta del locatore?".
    Mi spiego: se arrivasse una raccomandata con la richiesta di un aggiornamento del canone da, esempio, 10 a 15, non giustificabile come aggiornamento istat, avrebbe la stessa valenza di una disdetta?
    Grazie
     
  5. Sep

    Sep Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    certamente si perche' lo precede la legge 392/78
     
  6. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Non avrebbe senso, perchè un aggiornamento del canone, non giustificato dall'aumento istat sarebbe arbitrario senza una precedente disdetta e la successiva stipula di un nuovo contratto di locazione.

    potrebbe essere interpretato come disdetta, ma è un'interpretazione
     
    A al1971 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina