1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Patty

    Patty Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sempre più di frequente i miei clienti mi chiedono se qualche venditore, non riuscendo a vendere, fosse propenso ad accettare un accordo del tipo: io entro nel tuo appartamento con un contratto d'affitto e fra quattro anni, al rinnovo, se mi posso permettere il mutuo, ti compro l'appartamento per x euro che decidiamo ora, contando/non contando i canoni mensili a titolo di acconto prezzo; se non riesco a fare l'operazione libero i locali e me ne vado senza pretendere nulla.
    Francamente non ho mai avuto a che fare con niente di simile e vorrei dei consigli su come dovrei scrivere questo tipo di accordi.
    Quali formule è meglio usare?
    Meglio fare un normale contratto d'affitto e un preliminare condizionato con atto notarile fra quattro anni?
    E se quattro sembrano troppi si può fare due? Ma essendoci un regolare contratto di locazione non può essere meno di quattro!
    Il prezzo poi resterebbe in qualche modo indeterminato visto che negli anni il canone può variare in base all'Istat così come gli interessi legali!
    E poi, che provvigione chiedere? Una mensilità? No!
    Insomma, ho bisogno di un aiutino :occhi_al_cielo:
     
  2. Personalmente farei un contratto di locazione transitorio con opzione alla vendita determinando il prezzo , se l'opzione non venisse esercitata nei tempi di durata contrattuale, si confermerà il motivo della transitorieta prima della fine locazione. In alternativa, se l'intenzione all'acquisto è certa, farei un preliminare di vendita, con possibilità di recesso, e con pagamenti pari all'ammontare della prevista locazione e saldo finale all'atto notarile. Tieni presente che ai fini fiscali , se si fa un contratto di locazione il Locatore pagherà le imposte sul reddito di locazione, se si procede al preliminare il Locatore non dovrà pagare imposte,
    Per quanto riguarda la provvigione, nel primo caso maturerai subito la provvigione sulla locazione , mentre quello sulla vendita maturerà all'esercizio dell'opzione ( meglio precisare nel contratto il tuo intervento), nel secondo caso, se prevedi un contratto condizionato, la provvigione maturerà all'avverarsi della condizione.
    Ritengo che se i tuoi dubbi non sono stati sciolti è opportuno il parere di un Notaio.
    Buon lavoro
     
  3. Patty

    Patty Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Wow, è complicato!
    Ma non impossibile :D
    Grazie mille
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina