1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ilguru

    ilguru Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno ragazzi sto per concludere un contratto di locazione di un appartamento, ma il locatore vuole che le utenze rimangano intestate a lui per sicurezza in caso di mancato pagamento.
    Il contratto è un 4+4 regolarmente registrato.
    E' possibile farlo, cosa comporta per ambo le parti??
    Ho sentito dire che in caso di richiesta di certificato da parte del conduttore il locatore entrerebbe a livelloo di stato di famiglia, oppure che ci sarebbero problemi causa nuova residenza del conduttore.....
    Illuminatemi.....:D:D:D
     
  2. maria antonietta

    maria antonietta Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Piano, piano....
    non è molto chiara la situazione...
    il contratto deve essere un 4+4 registrato!
    Non è chiaro se il proprietario mantiene la residenza nell'immobile o no.
    Il problema dello stato di famiglia è superabile nel momento in cui tu farai la residenza (nel caso lui mantenga residenza nello stesso immobile), basta dichiararlo in fase di richiesta.
    Il problema sorge nel momento in cui lui non sia residente e mantenesse l'intestazione delle utenze: in questo caso le tariffe sono più alte perchè verrebbe conaiderato utilizzo per seconde case (vedi mare/montagna) e non come uso residenza principale, quindi con consumi molto più costosi per te.:shock:
    Non solo, lui opterebbe per lasciare l'intestazione a lui a garanzia del pagamento dell'affitto....
    sarà meglio che lo avvisi che l'immobile non può non avere i servizi, e che lui sarebbe passabile di denuncia per sospensione dei servizi primari, con addebito di ulteriori danni materiali e morali! Non credo proprio gli convenga!:shock:
    Per assurdo, si potrebbe verificare che tu non paghi l'affitto, lui ti chiude le utenze, tu ti fai nuovi contatori (o in forza del contratto registrato riapri le utenze), con spese a suo carico per l'installazione/riapertura e a tuo carico solo il consumo!:sorrisone:
    Risultato? Lui non prende l'affitto, le spese sostenute le scalerai dal dovuto, chiederai i danni, ecc....:shock:
    Meglio che chiarisci prima con lui, non credo che si renda conto della situazione che si andrebbe a creare.
    Proponigli piuttosto una garanzia fidejussoria per il pagamento pigioni per un importo adeguato, di solito equivalente a 8/12 mensilità, ovvero il tempo necessario per uno sfratto per morosità. Attenzione:da non confondersi con il deposito cauzionale!
    Questa spesa di solito dovrebbe essere sostenuta dal proprietario, in quanto è lui che vuole una tutela maggiore e che sarebbe garantito dalla banca/assicurazione!
    Nulla vieta però di accordarsi diversamente......:stretta_di_mano:
     
  3. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In base alla mia esperienza è una maggior tutela per il proprietario che le utenze se le intesti l'inquilino. altrimenti si potrebbe giungere all'assurdo per cui l'inquilino moroso sia "ospite" del proprietario che gli paga tutte le bollette... senza nemmeno poter chiedere il distacco, pena una bella denuncia per "esercizio arbitrario delle proprie ragioni" (è penale neh...)
    se invece si limitasse a sospendere i pagamenti, gli toccherebbe poi pagarsi tutti gli arretrati e le more x riallacciarle la fornitura...

    che di per sè è anche una bella idea, non fosse che siamo in italia e le società che prestan garanzia fan di tutto x nn pagare...


    credo proprio che la soluzione migliore sia che ti intesti tu le utenze e bon.... anche per la questione consumi cui accennava maria antonietta, costa meno la tariffa residenti.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  4. Sep

    Sep Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Mi sembra una pretesa alquanto strana che comporta dei rischi per entrambi, ma soprattutto per il locatore in quanto se l'inquilino non dovesse poi pagare le bollette, nei confronti dell'Ente erogante sarebbe lui a dover provvedere. Per l'inquilino non penso ci dobìvrebbero esseri grandi problemi a parte il disagio di qualche giorno senza erogazione di luce o gas nel caso al proprietario saltasse in mente di disdettare le utenze che, appunto, nel giro di qualche giorno porebbero essere poi volturate all'Inquilino.
    Per quanto concerne la residenza, a parte il regolamento comunale di qualche comune che s'inventa qualcosa di particolare, non credo che ci possano essere difficoltà il quanto la residenza nonn si basa sull'intestazione delle utenze.
     
  5. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Se l'appartamento è arredato è d'uso frequente che le utenze rimangano intestate al proprietario soprattutto la TARSU.
    Molte volte gli inquilini "dimenticano" di pagare la tassa rifiuti e a distanza di tempo il proprietario si ritrova con cifre da pagare non indifferenti tra dovuto e more. Per quanto riguarda luce e gas se si prevede un tempo ridotto di locazione la situazione è favorevole per entrambi. Il proprietario non rischia di trovare debiti che impediscano nuovi contratti futuri e gli inquilini risparmiano il costo delle volture. Naturalmente gli inquilini rimborseranno a presentazione della "bolletta" il costo.
    Molte aziende chiedono questo sistema ai proprietari......
    A volte si dimentica che tutti i contratti a canone libero sono sempre e solo 4+4 in quanto i transitori hanno canone concordato ed il più delle volte a cifre completamente fuori mercato per cui anche per periodi brevi si devono sempre fare contratti 4+4. Una società che affitta un appartamento per un suo dipendente per un anno non ritiene vantaggioso fare tutte le volture.....
     
  6. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    che intendi? o sono 4 + 4 oppure sono transitori, max 18mesi...
     
  7. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Scusate errore di battitura la frase era "tutti i contratti a canone libero sono sempre e solo 4+4, in quanto ai contratti transitori........
     
  8. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    :ok: scusa nn volevo risultare pignola ;)
     
  9. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    hai ragione invece a volte una sola lettera può cambiare il significato di una frase. grazie e spero di essere stata chiara.....:stretta_di_mano:
     
  10. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se la bolletta della tassa rifiuti è intestata all'inquilino e arriva la cartella esattoriale per la riscossione di rate scadute, il proprietario dell'immobile deve recarsi dal gestore della TARSU con il contratto di locazione per dimostrare che le rate suddette non competono a lui ma all'inquilino.
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Strana, se non assurda pretesa.
    Se ha questi dubbi sul futuro conduttore, ne cerchi un altro.
    E' un'imposizione fuori da ogni logica che non lo tutela affatto.
    Faccio un esempio: il conduttore non paga i canoni.
    Il proprietario che fà?
    Paga la corrente elettrica e tutte le altre utenze o diventa moroso nei confronti delle società erogatrici?
    Mi direte: ma il conduttore resta senza servizi.
    Ma il conduttore, se proprio non vuole pagare i canoni, si fa intestare, in forza del contratto registrato le utenze oppure va via e non consegna le chiavi, lasciando all'interno anche della mobilia.
    Non capisco il vantaggio o la garanzia del proprietario.
     
  12. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
     
    A carlor piace questo elemento.
  13. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Non pretendo che tu sia d'accordo, ho solo spiegato come funziona con molte aziende. Mi occupo di locazione da molti anni e ai tempi d'oro concludevo oltre 10 locazioni al mese metà delle quali con aziende e il sistema di cui parlavo è sempre stato utilizzato soprattutto con le banche, alcune versano contestualmente al canone ed alle spese condominiali una cifra mensile per il rimborso delle utenze conguagliando il tutto ogni 3/6 mesi a seconda degli accordi.
    Ad alcuni proprietari è capitato che dopo aver locato un immobile l'inquilino lamentava di non poter volturare le utenze per pendenze lasciate dal precedente inquilino. Naturalmente dal momento che il vecchio inquilino era uccel di bosco è toccato ai proprietari saldare i debiti per poter permettere al nuovo inquilino di poter accedere ai servizi anche perchè senza di quelli l'appartamento non era usufruibile e quindi il contratto annullabile.
    Come vedi può succedere di tutto e garantisco che alcuni proprietari hanno dovuto saldare i debiti dell'inquilino alla TARSU perchè mentre loro avevano dichiarato l'affitto dell'appartamento gli inquilini non solo non avevano mai pagato ma neppure si erano preoccupati di volturare: in ogni caso ricorda che se un inquilino non paga si rivalgono tutti sempre sul proprietario ed è poi lui a rivalersi sul moroso. Scusate se ci sono errori ma sto facendo troppe cose contemporaneamente
     
  14. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Con cognizione di causa, e cioè per averlo sperimentato direttamente, qualora un inquilino "scappi" lasciando debiti per un'utenza non pagata, l'azienda non si rivale sul proprietario dell'immobile, ma "insegue" l'inquilino-debitore, specialmente se "aiutata" nella ricerca dal proprietario stesso. Sono pertanto d'accordo con Limpida. :stretta_di_mano:
     
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Le utenze vengono attivate al nuovo conduttore anche se il precedente non ha pagato le stesse.
    Nulla e niente viene richiesto al proprietario dell'immobile se questi documenta la regolare locazione.
    Tarsu compresa.
    Per la Tarsu il Comune incarica Equitalia che insegue l'intestatario del dovuto (il conduttore) e non il proprietario dell'immobile.
     
    A carlor piace questo elemento.
  16. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    che però è un reato...

    poi, non sono sicura, ma avevo sentito dire che per la voltura le società eroganti chiedano che gli impianti sian certificati, e spesso il proprietario non è perfettamente in regola sotto qs profilo (però forse non è vera questa cosa)... anzi, potete illuminarmi su qs??
     
  17. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Forse fai confusione con la certificazione energetica degli edifici, che è tutt'altra cosa.
     
  18. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    no, no, intendevo proprio la certificazione degli impianti e della caldaia.. anche perchè è un'info "vecchia" (e nn ho mai verificato, per cui coglievo l'occasione) di parecchi anni, ben prima dell'introduzione della certificazione energetica. Grazie cmq!
     
  19. maria antonietta

    maria antonietta Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Confermo quanto dice antonello, anch'io non ho avuto problemi, successo anche di recente ben 2 volte......:rabbia:
    Il proprietario, una volta "dileguato" l'inquilino, deve solo fare, insieme alla delega di firma per i nuovi contratti e/o subentri, una comunicazione di nuova locazione (con relativi dati) dichiarando di non essere legato al vecchio inquilino da nessun vincolo di parentela, e magari se ne è a conoscenza, dando il nuovo recapito del "disperso".
    Questo perchè per legge è responsabile solidarmente solo chi firma il contratto di fornitura, quindi l'inquilino!
    Ribadisco che se il proprietario mantiene i servizi a suo nome, è responsabile non solo nei confronti degli enti eroganti, ma è passabile di denuncia non solo civile, ma anche penale in caso di interruzione dei servizi essenziali (luce, acqua e gas) peggiorati se poi fra gli inquilini ci sono dei minori o degli anziani :triste:
    La Tarsu viene aumaticamente cambiata e sottoscritta quando si fa il cambio intestazione fornitura acqua (da noi stesso ente) con le stesse modalità e responsabilità
     
  20. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao Lessie, a Bologna non é con la dichiarazione di affitto che si paga la TARSU, ma con l' apposito modulo di denuncia per la tassa smaltimento rifiuti, non ci si può sbagliare. Potrebbero esserci inquilini che non sanno nemmeno cosa sia la TARSU, sopratutto quelli "alle prime armi". Sta a noi metterli a conoscenza delle procedure, onde evitare incomprensioni future.
    Mi é capitato qualche volta, che i gestori dell'acqua, abbiano chiesto al proprietario dell'immobile il pagamento di arretrati dei propri inquilini. Non so esattamente, dal punto di vista legale se ne abbiano titolo, ma il proprietario ha sempre in mano un deposito cauzionale e possibilmente altre forme di garanzia.

    Ai tempi d'oro non c'ero!:triste::triste::triste:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina