1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sappiamo o dovremmo sapere, che con il vecchio ruolo ci si poteva iscrivere nella sezione mandato a titolo oneroso, oggi nel REA è ancora prevista? .......Si contua a dire che con il mandato a titolo oneroso il cliente è esonerato dal corrispondere la provvigione, e che questa venga pagata dal Proprietario/Costruttore, ma se si parla di zero provvigioni da parte dell'acquirente a mio avviso si va contro una disposizione.
     
  2. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ma lavorare a zero provv.ni non si contrasta con qualche disposizione?

    Si, contro quella dello stomaco che reclama tre pasti al giorno...
     
    A Rosa1968, ingelman, ludovica83 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Graf quella senza ombra di dubbio, ma mi riferisco ad altro.
     
  4. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    quale?
     
  5. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    prova ad indovinare tu lo dovresti sapere[DOUBLEPOST=1368985951,1368984644][/DOUBLEPOST]Massimo a quale associazione sei iscritto[DOUBLEPOST=1368990840][/DOUBLEPOST]Vi risulta?
    Codice Civile

    Libro Quarto: delle Obbligazioni

    Capo XI: Della mediazione

    Art. 1755. La Provvigione

    “Il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti (art. 2950), se l’affare è concluso per effetto del suo intervento.La misura della provvigione e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna delle parti, in mancanza di patto, di tariffe professionali o di usi, sono determinate dal giudice secondo equità.”
    Salve, iniziamo da quello che è di certo l’argomento più fastidioso da trattare sia per gli operatori che per i clienti, così da toglierci davanti il macigno più grosso.
    La Provvigione.
    L’articolo è chiaro, stringato, interpretabile in molti suoi punti, ma diretto nella sostanza. Si fa subito luce su chi sia il mediatore (ovvero come descritto nell’art. 1754“E’ mediatore colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza”). Esso è soggetto super partes che non propende per nessuna delle parti ma che si muove in maniera equidistante dalle stesse. Da ciò consegue che il compenso per la prestazione svolta dal mediatore non può pesare su nessuna delle parti in maniera maggiore rispetto all’altra salvo diverso accordo, e comunque prestare mediazione a provvigione ZEROdetermina uno sbilanciamento a carico esclusivo di uno dei contraenti che può configurare l’opera del mediatore come inquadrata in un rapporto di rappresentanza o dipendenza e quindi in contrasto con il citatoart. 1754. Perchè il contratto si intenda concluso grazie all’intervento del Mediatore, è sufficiente che questo dimostri come le parti siano entrate in relazione grazie alla sua attività a prescindere che l’obbligazione sia stata perfezionata con o senza il suo intervento. E’ lasciata alla libera contrattazione tra le parti la determinazione della provvigione. Essa comunque non può rivelarsi troppo onerosa e quindi sproporzionata alla prestazione resa, o giudicarsi imposta ad una delle parti in condizioni di difficoltà, pena la configurazione della stessa come vessatoria e dunque perseguibile nella misura e determinazione. In caso di controversia il Giudice competente potrà rifarsi agli usi e consuetudini come depositati presso la Camera di Commercio del Comune dove è sito l’immobile, e comunque stabilendone la giusta misura.
    Ricapitolando, la provvigione va pagata sempre al mediatore che dimostra di essere stato tramite per l’incontro delle parti. La misura della mediazione va stabilita cercando di farla gravare in egual misura ad ambo le contraenti e comunque mai nella misura di ZERO per nessuna di esse. Per aver certezza di una mediazione equa è consigliabile rifarsi agli usi e consuetudini del Comune dove è sito l’immobile.
    fonte blog Immobiliare
     
  6. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    l'hai scritto tu, o meglio incollato
    salvo accordi idversi
     
  7. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    dove? è specificato mai uguale a zero[DOUBLEPOST=1368996018,1368995953][/DOUBLEPOST]e per me è giusto, altrimenti si ravvisa un mandato a titolo oneroso e questo prevede che l'altra parte lo sappia..........questa cosa è da tenere tanto in conto[DOUBLEPOST=1368996090][/DOUBLEPOST]@Ponz @Abakab @Kurt @Rosa1968 che ne pensate c'è qualcosa che mi sfugge?
     
  8. Abakab

    Abakab Ospite

    Se ti riferisci all'allegato, ti ricordo che gli accordi possono essere differenti, esempio una mediazione ridotta alle imprese ..in ogni caso dobbiamo dichiarare il tutto davanti al .. notaro! Quindi non vedo il problema, uso sempre l'allegato anche a parità di mediazione.
     
  9. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Abakab mi riferisco al fatto di provv.ne zero per me cozza.
     
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    É li che voleva parare ..... Il vecchio Top.
     
  11. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Penso che la discussione valga.....uno scambio di opinioni.
     
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Vero Top. Siamo qui apposta per condividere le opinioni.
     
  13. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    e tu che ne pensi?
     
  14. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Credo sia inopportuno scherzare sulla fatica umana.
    Si possono trovare varie forme o formule di sconti, di promozioni, di abbuoni, di deduzioni ma il lavoro del mediatore (e qualunque altro lavoro) è SACRO è va SEMPRE remunerato.
    C'è crisi?
    Il lavoro scarseggia?
    Allora meglio non lavorare che lavorare gratis.
    Meglio accontentarsi, allora, di bere un bicchiere di acqua fresca piuttosto che uno di vino.
     
  15. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non mi riferisco alla volontà o meno di farlo, io dico che per me è anche illegale.
     
  16. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ricordo a tutti che chi ha provato a mettere un minimo nella provvigione ha beccato una multa. Si può eccome lavorare a 0% non c'è alcuna legge che lo vieti, infatti, specie a roma, lo fanno normalmente con 0% dal proprietario.

    Quindi sospetto che non sia affatto illegale, e non saprei a quale dispositivo di legge rifarmi per definirlo tale...
     
  17. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ci tenevo al tuo parere, ma il mio riferimento è questo, so anche che c'è stata una sanzione che è stata fatta alle tre organizzazioni per un presunto cartello, ma mi riferisco che lavorare a zero per me è obbligatorio fare un mandato a titolo oneroso, che in particolar modo deve essere notiziato all'acquirente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina