1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Aspettate un momento, desidero sapere se ho capito bene.
    Riflettiamo insieme:
    si riuniscono i 20 ministri economici del G20 a Washington e decidono che i governi devono assolutamente salvare il deretano delle banche indebitate fino al collo di titoli tossici e, per questo motivo, stabiliscono di sborsare sull’unghia 3000, diconsi 3000 miliardi di dollari, cioè più di 2000, diconsi 2000 miliardi di euro, per ricapitalizzarle.
    Ma in seguito, di fronte alle difficoltà UMANE di 11 milioni di greci ormai in mutande, rifiutano di tirare fuori la miseria di 8, diconsi 8 miliardi di euro, per dare una boccata di ossigeno ad un popolo ormai prossimo alla fame. Il 15 di Ottobre la Grecia non avrà più i soldi per pagare i dipendenti pubblici. E chissà cosa potrà succedere sul piano della stabilità democratica del Paese…
    Ecco il veleno del capitalismo d selvaggio, avido e affamatore. Niente cuore, la persona umana messa ai margini, ma chi se ne frega dei lavoratori e dei padri e madri di famiglia, l’importante è salvare la ghirba e i bilanci agli squali feroci della finanza e delle banche. Togliere loro le castagne dal fuoco. Naturalmente, va da sé, con i soldi degli stessi lavoratori e contribuenti. Si lavora per salvaguardare i bilanci delle banche e le fortune personali dei banchieri. Se è questa l’ Europa Unita, se è il sogno romantico dei Padri Fondatori si e trasformato in questo tenebroso incubo, se, a Bruxelles, hanno il portafoglio al posto del cuore, beh, allora l’ UE merita di scomparire al più presto negli abissi della Storia. Questa non è democrazia ma FINANZIOCRAZIA. Una terribile dittatura del denaro.
    Intanto in Grecia i suicidi sono aumentati del 40% in pochi mesi….


    Già ho nelle orecchie l’obiezione, la critica, la confutazione:
    tutti questi sacrifici imposti ai cittadini sono necessari: bisogna obbedire al volere del Mercato. Bisogna abituarsi al rigore perché ce lo chiede il Mercato!
    Ecco la parolina magica: Il Mercato!
    Ecco il motivo, dunque, della pressione immane sul governo greco spagnolo, irlandese, portoghese ed infine italiano. Il mercato, lo vuole il mercato!
    Berlusconi, Papandreu, Zapatero, Sarkozy, Angela Merkel.....Il loro potere esecutivo è al servizio del Mercato. Agiscono per conto e in nome del Mercato.
    Hanno libertà d'azione politica, certamente...ma nei limiti stretti della suprema volontà del mercato.
    Sediamoci e pensiamo. Noi non siamo liberi se non all'interno del cerchio del mercato.
    Ma non ci accorgiamo che abbiamo abbandonato, a discrezione, qualsiasi velleità di sovranità economica nazionale, provinciale, cittadina, ma soprattuto PERSONALE per sottostare alle profezie dei mercati?
    Ma cosa è questo benedetto Mercato?
    Ma chi sono i mercati?
    Chi di voi conosce personalmente il Signor Mercato? Voi, dico a voi, avete mai incontrato per strada il signor Mercato, gli avete mai stretto calorosamente la mano, l’avete mai invitato a pranzo il signor Mercato?
    Vi vedo perplessi e negazionisti. No, il signor Mercato non ha mai oltrepassato la soglia di casa vostra. Ok.
    Ma allora? Qui bisogna capirci qualcosa!
    Ma, infine, cosa è il Mercato?
    Dico la mia.
    Il Mercato è una specie di potere supremo, sfuggente e misterioso che deve essere placato con i tagli alla spesa sociale che colpiscono sanità, l’istruzione, il lavoro e le pensioni. Insomma un terribile MOLOCH che uccide la vita.
    Un IDOLO che bisogna adorare con questi sacrifici umani.
    Uno dei tanti idoli che l’uomo si è costruito nella storia. La RAGIONE, La SCIENZA, La PATRIA, La RAZZA, La CLASSE, ora il MERCATO.
    Questi anni sono il regno dell’ IDOLO del Mercato.
    Perché il mercato, in realtà, sono gli investimenti finanziari gestiti dagli intermediari bancari e borsistici.
    Ma cosa vogliono gli investitori e i loro intermediari? Cioè gli operatori del mercato?
    L’equilibrio di bilancio delo Stato? L’equità fiscale?
    Delle imprese redditizie? La piena occupazione?
    Chi crede a questo è una persona ingenua e bennata!
    Il vero motore degli investimenti è il guadagno, puro, semplice e a breve termine. È così che funziona il mondo della finanza. Cioè il mercato. È dal guadagno che dipendono i dividendi degli azionisti, ma soprattutto le commissioni e i bonus degli operatori finanziari. E i ricchissimi stipendi dei direttori e degli amministratori delegati.
    Cioè della casta sacerdotale del Mercato.
    Ecco perchè parlavo non di democrazia di sovranità del popolo (ma de chè? aha, aha, aha, aha, aha...) ma di FINANZIOCRAZIA. Una terribile dittatura del denaro e del guadagno.
    Secondo voi, ha più potere reale Silvio Berlusconi o Mario Draghi?

    Vi siete mai chiesti dove abita il Mercato?
    Se ha un indirizzo, una residenza, un documento anagrafico, una carta d' identità?
    Beh, è qui che casca l'asino. Il mercato è un IDOLO che è in ogni luogo e in nessun posto, una ENTITA' SPIRITUALE che non ha una faccia, un corpo, una sostanza fisica e carnale....Inutile continuare, ci siamo capiti. Esso non si può fermare, contrastare, arrestare.
    Chi potrà mai mettere le manette ai polsi del Mercato?
     
    A Abakab, Antonio Troise, Studio ArkSystem e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    In realtà mi ha invitato lui ma il conto l' ho dovuto pagare io ... come sempre!!
     
    A Graf piace questo elemento.
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Magari lo incontrassi... avrei da dargli... ehmm dirgli due paroline !!!
     
    A Graf piace questo elemento.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La profondità e la verità di quanto hai scritto rende ancora peggiore il mio umore, in questo fine settembre in cui il mercato non alza neanche un dito...
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  5. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
  6. Pericle67

    Pericle67 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sante parole
     
  7. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Il mercato è molto umano, troppo umano: pensiamo a Strauss-Kahn, ai piedi di una donna delle pulizie!
     
    A Limpida piace questo elemento.
  8. Studio ArkSystem

    Studio ArkSystem Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Triste, molto triste, ciò che sostiene Graf...purtroppo amara verità:triste:
     
  9. bluabarth

    bluabarth Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    Io penso che sia necessario iniziare a pensare che la responsabilità di questa situazione generale non sia sempre e comunque dipendente da qualcun altro, ma che in realtà ognuno di noi e dei nostri padri ci ha messo un poco del proprio per arrivare dove siamo oggi.
    Idealizzare un nemico esterno e dargli un nome (il mercato) serve solo ad autoconvincerci che tutto dipende sempre dalla responsabilità di qualcun altro.
    Parafrasando Kennedy, potremmo dire: non chiediamoci cosa hanno fatto gli altri per generare questa situazione, ma quale contributo vi abbiamo dato anche noi nel nostro piccolo.

    Siamo chiari. Se oggi le finanze dello stato italiano sono quelle che sono, è dovuto anche al fatto che negli anni di vacche grasse nessuno si è premurato di pensare al futuro, preferendo l'uovo del presente alla gallina del domani.
    Facciamo un esempio. I dipendenti pubblici che negli anni 80 andavano in pensione con 15 anni di anzianità lavorativa e che pesano da decenni sui bilanci INPS (e che vi peseranno ancora per molto tempo) dove li mettiamo? Come mai queste persone, ai tempi, non si sono rifiutate di andare in pensione così giovani dicendo che si sarebbe dovuto essere prudenti in caso di anni futuri di vacche magre? Hanno preso ben felici il loro bottino ed oggi i giovani, anche per motivi come questo, lavoreranno fino a 70 anni per prendere poi una pensione da fame.

    Vogliamo parlare di tanti lavoratori dipendenti? Ho lavorato in aziende strutturate per 10 anni e di gente che vedeva lo stipendio fisso come aver vinto la lotteria ne ho viste troppe. Ogni giorno a parlare di diritti, ma quando si toccava l'argomento doveri, lasciamo perdere... Il diktat era fare il minimo indispensabile e guai se il ragazzo giovane appena assunto si dava troppo da fare, perchè così dimostrava il fan****ismo di altri...
    Quando poi gli imprenditori si stufano e si rendono conto che se traslocano lo stabilimento in Europa dell'Est, dove la gente ha ancora la voglia di fare che avevano i nostri padri e nonni negli anni 60, hanno tutto da guadagnare, si manifesta in piazza contro il declino industriale italiano.
    Prima di vedere l'imprenditore (che spesso ci mette del proprio e che se fallisce sono guai anche con la giustizia) come una sorta di INPS che ti paga la pensione in anticipo, pensiamo a darci da fare per dare il nostro contributo al benessere dell'azienda e, di conseguenza, del nostro.

    Proprio la scorsa settimana stavo parlando con un conoscente che lavora per una nota società di selezione del personale e che sta cercando in tutta Italia agenti commerciali settore business per un grosso operatore di telefonia. E' il classico lavoro che non prevede fisso ma solo provvigioni. Il piccolo particolare è che l'azienda mette a disposizione degli agenti un portafoglio clienti da sviluppare non indifferente e procaccia nuovi appuntamenti per gli agenti tramite un forte attività di telemarketing. Guadagno medio di un agente dopo un anno di attività: 6.000 euro lordi al mese.
    Bene, questo conoscente mi diceva che fanno una fatica incredibile a reclutare personale perchè tutti (dal giovane al quarantenne) vogliono lo stipendio fisso e preferiscono starsene a casa in attesa di un'occasione invece che provare a buttarsi in un'opportunità del genere.

    Senza dimenticare che di lavori a stipendio fisso ce ne sono (di panettieri ed infermieri c'è una notevole richiesta) ma la gente li rifiuta per vari motivi.

    Si parla di Grecia. Un articolo del New York Times riportava gli stipendi di alcune categorie di dipendenti pubblici greci. Un ferroviere arriva a guadagnare fino a 138.000 dollari all'anno. Vi chiedo onestamente: ci si stupisce che i bilanci del loro stato siano devastati? Nella loro crisi hanno un peso maggiore le tanto criticate banche oppure la gente che ha preferito approfittarne finchè ce ne era?


    Anche se mi sono dilungato, proviamo a rifletterci un attimo.
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Concordo con te , ma dobbiamo chiarire che questo era ed è il compito della nostra classe dirigenziale ( politica ) che ha giocato a suo tempo su questo benessere virtuale per i prorpi interessi, che poi ci abbiamo messo del nostro come mentalità, nessuno lo mette in dubbio. Fabrizio
     
  11. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino


    Se l'uomo, il cittadino, chi lavora, chi studia, chi ama, fosse il centro di tutte le cose, invece che il rapido ed enorme guadagno di pochi speculatori sui titoli tossici, le cose andrebbero molto ma molto meglio. ;)
     
  12. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare

    Perfetto!:stretta_di_mano: Anna
     
  13. luberto

    luberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ........ io toglierei "perfetto e accordo" per aggiungere .....lasciamo perdere
     
  14. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare

    E infatti è anche per quelli che continuano a dire "lasciamo perdere" che ci troviamo in questa situazione! Anna
     
  15. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ho già scritto altrove qui, rispondendo a argomentazioni simili, cosa penso dei discorsi mielosi, che ci volete fa', so' sono muriatico, quindi non mi ripeto....
     
  16. bluabarth

    bluabarth Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    Mai detto che governi, banche ed istituzioni non abbiano responsabilità, anzi. Semplicemente vorrei che si passasse dal concetto che la colpa è sempre di qualcun altro brutto, cattivo ed incapace alla consapevolezza che la situazione di oggi è il risultato di una corresponsabilità. Ovviamente la responsabilità individuale di noi cittadini pesa meno di quella di una grande banca, ma messi tutti insieme non vi preoccupate che fa comunque un bel peso...

    Credo che andare avanti a pensare che noi come singoli non c'entriamo nulla e che qualcun altro debba occuparsi di trovare una soluzione, sia la strada migliore per non uscire dal tunnel.
    Chi più e chi meno, tutti quanti abbiamo beneficiato del periodo di vacche grasse dopate e ne eravamo felici e contenti. Ora dobbiamo accettare le conseguenze.
     
  17. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
     
  18. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    No, però la ghigliottina, no! :^^:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina