1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ataro

    ataro Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao.Sto per fare il compromesso per un appartamento di Roma , il quale non ha il certificato di agibilita'.l' agente dice che la meta degli appartamenti di Roma non ce l ha, il mio e' ante 1967.
    Devo pretenderlo il certificato? o si puo' fare anche senza? e se si rogita senza a che vado incontro diventando poi io proprietario di un appartamento che non ha questo certificato?E per ottenerlo cosa si dovrebbe fare?
    Grazie
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    devi semplicemente chiederlo nella proposta di acquisto ai fini della validita' della proposta stessa e te lo devono dare entro il rogito.
    io non comprerei mai una casa senza agibilita'.
     
  3. ataro

    ataro Membro Junior

    Privato Cittadino
    si lo chiedero' ma tanto mi sentiro rispondere che non serve .Gia me lo ha accennato la gente imm. all'inizio .Cerchero' di averlo, so che ho tutto il diritto di chiederlo e ottenerlo, ma con certa gente non si ragiona.
     
  4. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ataro vai in agenzia fatti rilasciare una copia dell'atto e troverai all'interno la concessione edilizia ,prendi il numero della concessione edilizia e fai un salto in catasto sicuramente troverai questo certificato.
    Il discorso di "ante" 67 è valido se ci sono stati ampliamenti volumetrici a livello di verande senza condono per intenderci.
    Ma il certificato di abitabilità ci deve essere per forza!!!
     
  5. ataro

    ataro Membro Junior

    Privato Cittadino
    gia ce l ho l atto di provenienza, c'e' scritto che il venditore dichiara che l imobile e's tato costruito prima del 67 e non sono stae apportate modifiche suscettibili di sanatorie e sanzioni.
    non riesco a capire qual'e' il n di concessione edilizia. c'e' un sigla RLC e' questa pe caso?oppure il numero della partita?
     
  6. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    No, ESEMPIO c'è scritto il sindaco di Roma rilascia in data 1/1/1968 certificato di abitabilità dell'immobile sito in Roma via............n,,,,,,,,,
     
  7. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Se sei registrato al sito del comune di Roma puoi controllare sul sito stesso, inserendo anche solo la via o il nome del costruttore, la presenza del certificato nell'archivio on-line.
    Comune di Roma | Sito Istituzionale
     
  8. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Attenzione che i certificati non esistono davvero!! Confermo l'agente immobiliare che sta trattanto l'immobile. Io ad esempio sono in una zona di Roma costruita intorno al 1960 e nessuno degli appartamenti intorno a me e anche quelli da me venduti ha il certificato di agibilità. Non c'è e non ci sarà, quindi tu compri senza e vendi senza e i Notai, che sanno queste cose, non faranno problemi.
     
  9. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    anche a livorno ce ne sono molti, al posto dell' abitabilità/agibilità si produce un certificato di vetustà redatto dell' ufficio toponomastica del comune attestante che quel determinato palazzo era già li' nell' anno 1940 (per esempio) poi il proprietario dichiara in atto che non sono state fatte opere che richiedano la presentazione dell' abitabilità, quando il proprietario non è ottuso e splilorcio per sua maggiore tranquillità faccio corredare il tutto da relazione tecnica di un ingegnere/geometra che lo conferma.
     
  10. ataro

    ataro Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie delle risposte , ma volevo sapere a cosa vado incontro se non ce l ho.Un domani posso rivenderla tranquillamente o poi la bega passera' a me?Non so un controllo dei vigili del fuoco
     
  11. daniela porrovecchio

    daniela porrovecchio Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    s'è l'immobile è antecedente al 01/09/1967 è vero che il certificato di agibilità non è obbligatorio, però devi verificare che non ci sono stati interventi edilizia, altrimenti deve essere prodotto .
     
  12. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Nessuna bega! Se non esiste non esiste proprio! Mi spiego: è un documento divenuto obbligatorio successivamente la costruzione dell'immobile, quindi ci saranno immobili antecedenti l'obbligo che ce l'hanno e altri che non ce l'hanno. Bene per quelli che ce l'hanno, ma nessun male per quelli che non ce l'hanno in quanto in fase di realizzazione non era obbligatorio produrre tale certificato. Nessuno può obiettarti ciò. E' come se oggi è obbligatorio vendere un'auto Euro5 mentre tu l'hai acquistata 2 anni fa Euro4: rimarrà a vita Euro4 perchè quando è stata prodotta quelle erano le regole.
    Quindi se un domani qualcuno volesse obbligatoriamente questo certificato per vendergli la casa vuol dire che è male informato o che è stato male informato: la deve comprare così come tu l'hai comprata. Ovvio che se sono state fatte opere di aumento cubatura allora c'è bisogno del certificato in quanto viene rilasciato dopo perizia a seguito "fine lavori", e questo vale anche per te se dovessi fare queste opere.
     
  13. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    non è assolutamente vero!!
    Un certificato di abitabilità ci deve essere.....evidentemente non è stato rilasciato perchè il costruttore non ha pagato gli oneri di urbanizzazione.
     
  14. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'INCIS non si è pagato gli oneri?
    Se è come dici tu allora rendiamo nulli l'80% degli atti di compravendita di Roma.
    La discussione è iniziata facendo riferimento a Roma e per questo ho risposto.
     
  15. ataro

    ataro Membro Junior

    Privato Cittadino
    io qui con me ho la bozza di compromesso.
    Dice: il venditore dichiara che l 'immobile e' ante 67 e che non sono state apportate modificahe suscettibili di sanatoria ecc. ecc.
    e in un altro articolo del compr. si dice che il venditore si impegna a fornire al noataio tutte le documentazioni necessarie a comprovare le regolarita urbanistiche e di titolarita
     
  16. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Era un esempio "gli oneri"può essere un altro vizio ......allora se è come dici tu l'80% degli atti è costituita da capre che vengono impapocchiate dalla favola ante 67.
    Smettiamo di fare le regole a nostro piacimento l'ante 67 va bene solo per gli ampliamenti di volumetria e basta con la concessione edilizia va allegata l'abitabilità.
     
  17. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Chi le fa le regole? Mai avuto problemi nell'effettuare passaggi di proprietà senza certificato di agibilità/abitabilità per immobili ante 67. A questo punto nel mucchio delle capre mettiamoci tutti: venditori, acquirenti, agenzie, avvocati e anche notai visto che nemmeno lo chiedono (senza stupirsi).
     
  18. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Siamo italiani
     
  19. Immoarmy

    Immoarmy Ospite

    Sim ha ragione. Accertati che non sia stato toccato dopo il 67, e vai tranquillo.:ok:

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    Cito: in caso di assenza del certificato (o perché non ancora ottenuto o perché non potrà mai essere rilasciato) comunque non si verifica un'ipotesi di nullità della vendita per impossibilità giuridica dell'oggetto del contratto, come pur riteneva un'opinione rimasta minoritaria (sostenuta, in giurisprudenza, da Trib. Venezia, 9 febbraio 1978, in Giur. it, 1979, I, 2, p. 234), ma semplicemente un inadempimento del venditore. La legge infatti non pone alcun obbligo di preventivo rilascio del certificato e infatti la cassazione ha precisato che non si può considerare illecita la negoziazione dell'alloggio pur in difetto della licenza (Cass., 11 agosto 1990, n. 8199, in Giur. it., 1991, I, 1, 697; Cass., 29 marzo 1995, n. 3687, in Giust. civ. Mass., 712).
     
  20. ataro

    ataro Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sul compromesso il venditore dichiara che l 'immobile e' ante 67 e che non sono state apportate modificahe suscettibili di sanatoria ecc. ecc.
    Cosi sono va bene secondo voi?Comunque io sarei piu' tranquillo se si riuscisse a turar fuori.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina