1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Aiutatemi non so come comportarmi...
    Sto stipulando un contratto d'affitto di un'appartamento con l'impianto elettrico non a norma e ovviamente senza certificati...ho chiesto al proprietario se potevo eliminare le prese di corrente e gli interruttori con dei nuovi anche perchè quelle che ci sono ora sono ancora quelle bianche rotonde.

    L'intenzione è quella di sostituirle ma il quesito è :
    se sostituisco le prese e gli interruttori e mi succede un corto circuito o comunque un problema all'impianto elettrico ne risponde comunque il proprietario visto che l'impianto non è a norma oppure siccome ho apportato io delle modifiche (concordate) la responsabilità passa a me?

    vi ringrazio anticipatamente
    Mara
     
  2. arch.cortese

    arch.cortese Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ..gli interventi sugli impianti dovrebbero essere fatti sempre dal proprietario o comunque concordati e autorizzati da lui. Per un impianto elettrico inferiore a 6 kw ed una superficie abitabile inferiore ai 200 mq non serve un progetto firmato da un tecnico, ma è sufficiente che l'elettricista che fà l'intervento lo faccia a norma e rilasci lui stesso una certificazione di conformità con uno schemino di massima dell'impianto.
    Sostituire solo qualche presa non è sufficiente; bisognerebbe valutare quadro elettrico, messa a terra, cablaggi interni, prese e punti luce, oltre ad eventuali macchinari alimentati.
    Solitamente un elettricista esce gratuitamente a fare un sopralluogo e un preventivo di massima, il mio consiglio è di chiamarne uno di fiducia e chiedere un parere.. Non avendo nominativi a disposizione chiederei all'amministratore di condominio un parere da parte dell'elettricista che si occupa delle pertinenze condominiali.
    buona giornata
     
  3. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    è un'appartamento di 80 mq. il cambio delle prese e degli interruttori della luce è in accordo con il proprietario tanto che è stato inserito nel contratto di locazione, quindi io non vado a toccare l'impianto ma semplicemente sostituisco la parte esterna.
    Il proprietario ha fatto visionare l'appartamento da un suo elettricista e gli farà mettere il salvavita e mi ha confermato che l'impianto è adeguato quindi funzionante senza pericolo, però non mi può lasciare nessuna certificazione ovviamente.

    Le prese le facevo cambiare a mio papà visto che ha fatto per anni l'elettricista ma lui non può rilasciare nessuna certificazione anche perchè nessun elettricista mi rilascerebbe una certificazione per il cambiamento delle prese e con un'impianto non a norma giusto?

    quindi cosa posso fare? le cambio e mi devvo assumere io la responsabilità anche per l'impianto che non è a norma... oppure è comunque sua la responsabilità?
     
  4. arch.cortese

    arch.cortese Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ..se nel contratto avete già concordato la sostituzione delle prese esterne, vale la pena comunque di cambiarle.. A questo punto, visto che la certificazione ufficiale non c'è comunque, le faccia pure cambiare a suo papà di cui si fida... Almeno le prese saranno a norma. Non è molto, ma è già un primo passo.
    Conservate eventualmente delle foto di quello che era e quello che avete sostituito..
    Quanto alle responsabilità in caso di incidente grave credo rimangano comunque a carico del proprietario che non ha provveduto ad adeguare, mettere a norma e certificare l'impianto..
    .. immagino però che se la situazione fosse così a rischio suo padre se ne sarebbe accorto di certo e non le avrebbe fatto firmare il contratto..
    ..una curiosità: ha provato a chiedere un preventivo serio di messa a norma? Le hanno fatto un preventivo così folle che davvero non vale la pena di mettere a norma l'impianto regolarmente, magari concordando con il proprietario di dividere le spese? Io a casa mia non avrei dubbi..
    ..buona decisione, a presto
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Un impianto non certificato NON è un impianto certamente non a norma. La responsabilità è sempre del proprietario. Al limite mi farei fare un certificato di rispondenza da un elettricista abilitato.
    saluti
     
    A AndreaPalerma piace questo elemento.
  6. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    il contratto devo firmarlo sabato, ho provato a chiedere al proprietario se dividendo le spese ovviamente si poteva far sistemare l'impianto ma lui non vuole e non ha intenzione di tirar fuori nemmeno un'euro.... perchè il suo elettricista gli ha detto che ci vogliono dai 2000-3000 circa.

    Purtroppo mio papà non ha ancora visto l'appartamento ma parlando con i vicini di casa che conosco mi hanno detto di non preoccuparmi per gli impianti che non è mai successo niente e il condominio è a norma...
     
  7. arch.cortese

    arch.cortese Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ..mi spiace molto, ma non avendo visto l'appartamento non saprei come fare ad aiutarla oltre..
    2000/3000 euro per mettere a norma l'impianto elettrico di un appartamento di 80 mq mi sembra tanto, a meno che non sia davvero così conciato.. alllora però bisognerebbe valutare se spenderli per davvero..
    Non saprei.. Buona fortuna!
    ..ma l'appartamento in questione dove si trova?
     
  8. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si trova a lecco, anche a me sembrano eccesivi e ovviamente è il suo elettricista probabilmente mi ha detto una cifra così elevata probabilmente per farmi passar la voglia di sistemare l'impianto...
    grazie comunque
     
  9. dani72

    dani72 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao, sono in affitto in un appartamento dove gli impianto elettrico non è a norma, il proprietario non ne vuol sapere, perchè dice che è a posto cosi', chi ne risponde se mi succede qualcosa causa scossa da impianto e sopratutto cosa rischia penalmente?
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ne risponde lui, ma perchè dice che non è a norma?
     
  11. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    perchè il proprietario mi detto che l'impianto è stato fatto prima del 90 e non ha in mano niente di scritto e di conseguenza non ne può essere certo...probabilmente è a norma con le vecchie leggi e non penso che quando hanno costruito l'edificio hanno fatto un'impianto non a norma...
    so solo che l'impianto è adeguato manca solo il salvavita per renderlo più adeguato.... questo è quello che mi ha detto lui...
     
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quindi non è certificato ma non è 'non a norma'.
    Deve essere a norma l'impianto condominiale, il salvavita sarà giù nelle cantine o comunque dove c'è il quadro generale. Se io fossi al posto del proprietario lo farei certificare (e quindi adeguare), tuttavia con un certificato di rispondenza si potrebbe togliere eventuali responsabilità.
     
  13. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    infatti questo è il dubbio, l'impianto condominiale per quello che mi ha detto è a norma ma non l'ho visto il quadro centrale per sapere se c'è il salvavita, invece il salvavita dell'appartamento lo deve mettere anzi lui ha parlato di un differenziale che manca... il certificato ha detto che non gli e lo fanno... per questo ho proposto di rifare l'impianto ma lui non ha nessuna intenzione...
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nel quadro centrale vedrai che c'è un salvavita sicuramente. Il certificato non glielo fanno perchè l'impianto è da rifare, possono tuttavia rilasciargli un certificato di rispondenza. Ma non ho capito qual è il tuo problema?
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Per gli impianti preesistenti al 90, l'impianto si considera adeguato se esiste il salvavita specifico dell'appartamento. Può essere posizionato in un quadro generale condominiale, ma non confonderlo con i salvavita dell'impianto delle parti comuni condominiali.

    Il proprietario dovrebbe provvedere almeno al salvavita per essere in regola: non è una gran spesa.

    Per maggiori dettagli leggi quanto gia riportato da me ed altri nel seguente link, di argomento analogo.

    si-pua-affittare-una-casa-senza-impianti-a-norma-t2855-10.html

    saluti :ok:
     
  16. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :applauso: :applauso: :applauso: :ok:

    ;)
     
  17. AndreaPalerma

    AndreaPalerma Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi sembra molto strano, l'elettricista deve rilasciare obbligatoriamente la certificazione per quello fa. Per la parte che non tocca, come ha detto giustamente Umberto Granducato, si può fare una dichiarazione di rispondenza. E' una dichirazione con allegata relazione che attesta la corretta funzionalità e sicurezza dell'impianto (in pratica una mini sanatoria).

    Purtroppo anche se è al persona più esperta al mondo, senza abilitazione e iscrizione alla camera di commercio, non potrebbe nemmeno farlo... Tuttavia se la rispondenza si facesse dopo la sostituazione delle prese........

    Il proprietario potrebbe in un contenzioso, affermare che le modifiche le ha apportate lei, e non sarebbe facile dimostrare il contrario.
     
  18. AndreaPalerma

    AndreaPalerma Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Dimenticaco...

    Con 2000-3000 Euro si fa quasi un impianto nuovo, è evidente che i soldi sarebbero molti meno ma chi affitta forse non li vuole spendere.

    Vi ricordo anche che non è sufficiente la presenza del "salvavita" (o interruttore differenziale) per dichiarare un impianto a norma, ma ci sono altre cose importanti quali i cavi, i collegamenti, la marchiatura dei componenti ecc...
     
  19. maramiggiano

    maramiggiano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Aggiornamento...
    Mio papà ha visto l'appartamento e mi ha detto che manca la messa a terra e che il salvavita nell'appartamento c'è... ma l'elettricista del proprietario vuole metterne un'altro che collega l'appartamento al condominio.

    Sul contratto è stato scritto che mio papà cambierà solo le prese e gli interruttori ma non toccherà l'impianto interno fili etc.... ed il suo elettricista non ha nessuna intenzione di rilasciare certificati e nemmeno la dichiarazione di rispondenza (in poche parole non vuole responsabilità) ho proposto di inserire il filo per la messa a terra e mi ha detto che se non è una grande spesa e se ovviamente è possibile visto che i tubi sono vecchi e non sappiamo se ci passa un'altro filo e questo può andare bene ma se c'è da rifare l'impianto no.. dopo tutto ciò pensavo prima di rimuove le prese di fare delle foto all'appartamento alle prese ed ai fili così posso dimostrare come era l'appartamento in caso di problemi può servire a qualcosa?
     
  20. AndreaPalerma

    AndreaPalerma Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Re: Modifica impianto elettrico non a norma - contratto di locaz

    Secondo me come già detto è meglio che suo padre non metta mano all'impianto, almeno in modo ufficiale, e quindi meglio evitare che sia in un contratto, è molto rischioso.

    Il salvavita prima del quadro di appartamento è spesso necessario (salvo condizioni particolari come cavi in doppio isolamento) quindi ci può stare. Ripeto che l'elettricista è obbligato per legge a rilasciare la conformità (e non può rifiutarsi) almeno delle cose che ha fatto direttamente lui.

    Per la rispondenza conviene che senta un suo tecnico di fiducia, o un installatore che abbia in organico un tecnico specializzato. Ma la spesa non dovrebbe essere eccessiva, per un appartamento varia di solito dai 400 agli 800 Euro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina