• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Per accedere alle detrazioni fiscali ti viene richiesto di poter dimostrare di aver fatto tutto il procedimento edilizio come previsto da legge. La legge prevede che il tuo procedimento edilizio si concluda con la SCA? Allora se questa manca e ti fanno un controllo potresti dover dire “ciao ciao” alle detrazioni…una spesa di poche centinaia di euro contro una perdita di migliaia (o decine di migliaia) di euro. A te la scelta
Comunque non ritengo sia così,
il "procedimento edilizio" della ristrutturazione prevede tutta una serie di obblighi e il mancato aggiornamento dell'agibilità non è indicato fra gli eventi che possono fare perdere le detrazioni fiscali
nè fa parte dei documenti da allegare a chiusura pratica di ristrutturazione
 

Alamonakaponza

Membro Junior
Privato Cittadino
Se si tratta di una SCIA per Agibilità parziale, la documentazione richiesta deve essere inerente al tuo appartamento (chiaramente!) e alle parti comuni (strutture, impianti, copertura, facciate, ....).
Quindi devi avere per esempio l'autorizzazione allo scarico (o equivalente), il collaudo statico delle strutture (o equivalente), conformità degli impianti comuni relativamente all'epoca della loro relizzazione o modifica (le Di.Co / Di.Ri partono dal 1991), per esempio impianto elettrico scale e cortile, protezione dalle scariche elettriche, impianti elettronici come automazione cancello / videosorveglianza / videocitofono, impianto idrico giardino comune, ....
Ti ringrazio, spero tu sia di ROma per capire la questione. Si tratta di condomini grandi fatti da enti (Poste, Ferrovie...). Analizzo punto per punto..

Autorizzazione allo scarico. E' l'allaccio in fogna, giusto? QUello di solito c'è. Si parla di condomini grandi fatti da enti.

Il collaudo statico. Qualora non ci fosse sarebbe forse questo il problema principale.
I DICO DIRI degli impianti comuni si possono sempre fare, imponendolo al condominio.

Insomma mi pare che la cosa importante sia il collaudo statico, che se non c'è va rifatto, ma se poi non viene superato immagino siano dolori.

Ditemi se sbaglio: la cosa importante in mancanza di abitabilità è il collaudo statico e la rispondenza al progetto. Giusto? Sono queste le due cose importanti da controllare. O ci sono altre cose?
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
@cafelab è della tua zona e di certo ti potrà rispondere in maniera più puntuale di me.

Dalle mie parti l'allaccio è una cosa, l'autorizzazione è un'altra (e di norma è la seconda che manca).

Sinceramente imporre la certificazione ad altri condomini mi pare un'impresa ardua....
 

Alamonakaponza

Membro Junior
Privato Cittadino
@cafelab è della tua zona e di certo ti potrà rispondere in maniera più puntuale di me.

Dalle mie parti l'allaccio è una cosa, l'autorizzazione è un'altra (e di norma è la seconda che manca).

Sinceramente imporre la certificazione ad altri condomini mi pare un'impresa ardua....
Va beh al di là del farli o meno, il concetto è: si possono ottenere (tra l'altro credo che se uno vuole la grana sul fatto che gli impianti condominiali non siano Conformi la vince). Invece se un palazzo è costruito difformemente e non supera il collaudo statico mi sa che è più grave, dico bene? Voglio capire qual'è il requisito minimo che bisogna avere per ottenere l'agibilità parziale, e quali sono le cose che veramente ci devono essere ab origine, perché se non ci sono ab origine non si possono più avere.
GLi impianti si possono sempre mettere a norma. Invece un palazzo costruito male non si può sanare.
Tra l'altro la zona che mi interessa, se non vado errato è anche zona categorizzata come sismica 2, per la quale (e qui chiedo sempre a qualcuno di Roma), serve una carta della regione lazio... Comunque lunedì vado da un geometra al quale ho chiesto una consulenza. Tutti rispondono che vale casa per casa, ma le case belle vanno via in un attimo e non si ha tempo di capire.
Poi agli agenti di Roma basta che pronunci la parola "agibilità" e già sei considerato un cliente scomodo... E parlo di case sopra i 300k euro.
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Come ti ha già scritto @Jan80, la documentazione deve essere inerente al tuo appartamento, quindi
le DiCo e l'AQE del Tuo appartamento

le dichiarazioni di conformità dell'epoca degli impianti comuni, elettrico, citofonico,
o in mancanza le dichiarazioni si rispondenza, trovando qualcuno che te le fa...
la certificazione dell'ascensore, quella almeno c'è di sicuro
il collaudo statico,
l'autorizzazione allo scarico, l'allaccio in fogna

A quel punto fai l'agibilità di tutto il palazzo no?

Noi operiamo per lo più a Roma sud, dalla Tuscolana al Torrino e non ho mai avuto tutte queste difficoltà a trovare l'agibilità

Stiamo ristrutturando un appartamento in zona Piazza Asti, c'è l'agibilità del 35

Tutte le volte che ho ristrutturato in zona Roma 70, quei palazzoni in setti di cemento armato, con appartamenti molto grandi, l'agibilità c'era,

non credere sia così facile ottenere questi documenti, gli edifici di quegli anni che hanno lo scarico a terra si contano sulle dita di una mano
in zona Appia Nuova, Statuario - Quarto Miglio so che ci sono interi quartieri senza autorizzazione allo scarico in fogna.

in zona Laurentina, per fare un locale è stato necessario realizzare un impianto di fitodepurazione, dal momento che non era possibile attaccarsi alla fognatura, che è privata

Se vai a intervenire su un palazzo anni 60, anche in contesti signorili, è difficile trovare la disponibilità degli altri condomini a fare certi lavori, saranno lavori che verranno rimandati da una riunione all'altra per anni, magari nel frattempo esce un'altra semplificazione :^^: o magari la regione si degna di fare una circolare più ragionevole

L'atteggiamento della finta semplificazione onestamente m'ha stancato, anni di mancato controllo del territorio e poi una legge rigidissima che scarica tutto addosso a privati e tecnici con sanzioni assurde
 

Lunaesole

Membro Attivo
Privato Cittadino
Scusate se mi intrometto, ma la discussione interessa anche me.
Per fare l'agibilità parziale sapete se un condomino proprietario solo dell'appartamento in caso ci sia un'autorimessa condominiale, al piano interrato, debba presentare documenti anche per il garage oppure no?
Le autorimesse generalmente necessitano del parere dei vigili del fuoco.
 

Alamonakaponza

Membro Junior
Privato Cittadino
TI ringrazio infinitamente per la risposta accurata, mi permetto di farti altre domande, perché a causa dei miei dubbi avrò perso almeno 2, 3 case buone.
Premetto che sono anche stato scottato da una proposta accettata su una casa che aveva avuto un rifiuto espresso di abitabilità (il costruttore aveva cioè fatto la richiesta di abitabilità e il comune gliel'aveva rifiutata per difformità nell'impianto fognario rispetto al progetto); il mio notaio mi ha detto che non era rogitabile a meno che io non accettassi il fatto che non fosse abitabile sostanzialmente (e non solo formalmente). Quindi mi ha aiutato a uscirne senza pagare nulla. Anche l'agente non ha potuto pretendere nulla, perché io non ero stato avvisato della non abitabilità sostanziale di quella che deve essere una casa.
Se vuoi in privato ti dico anceh di che grosso complesso si tratta in zona San Paolo, vicino alla 3a università.

Come ti ha già scritto @Jan80, la documentazione deve essere inerente al tuo appartamento, quindi
le DiCo e l'AQE del Tuo appartamento
le dichiarazioni di conformità dell'epoca degli impianti comuni, elettrico, citofonico,
o in mancanza le dichiarazioni si rispondenza, trovando qualcuno che te le fa...
la certificazione dell'ascensore, quella almeno c'è di sicuro
il collaudo statico,
l'autorizzazione allo scarico, l'allaccio in fogna

A quel punto fai l'agibilità di tutto il palazzo no?
Esatto, magari, io ce li spenderei i soldi...

Noi operiamo per lo più a Roma sud, dalla Tuscolana al Torrino e non ho mai avuto tutte queste difficoltà a trovare l'agibilità

Stiamo ristrutturando un appartamento in zona Piazza Asti, c'è l'agibilità del 35

Tutte le volte che ho ristrutturato in zona Roma 70, quei palazzoni in setti di cemento armato, con appartamenti molto grandi, l'agibilità c'era,

non credere sia così facile ottenere questi documenti, gli edifici di quegli anni che hanno lo scarico a terra si contano sulle dita di una mano
in zona Appia Nuova, Statuario - Quarto Miglio so che ci sono interi quartieri senza autorizzazione allo scarico in fogna.

in zona Laurentina, per fare un locale è stato necessario realizzare un impianto di fitodepurazione, dal momento che non era possibile attaccarsi alla fognatura, che è privata

Se vai a intervenire su un palazzo anni 60, anche in contesti signorili, è difficile trovare la disponibilità degli altri condomini a fare certi lavori, saranno lavori che verranno rimandati da una riunione all'altra per anni, magari nel frattempo esce un'altra semplificazione :^^: o magari la regione si degna di fare una circolare più ragionevole

L'atteggiamento della finta semplificazione onestamente m'ha stancato, anni di mancato controllo del territorio e poi una legge rigidissima che scarica tutto addosso a privati e tecnici con sanzioni assurde
Scusa ma lo scarico (intendi la messa a terra elettrica centralizzata?) a terra si può sempre fare, non è una spesa gigante!

Posso chiederti se allaccio in fogna e autorizzazione allo scarico in fogna sono lo stesso documento?

Di solito è l'agente immobiliare stesso che, dopo aver sentito l'amministratore, dice che l'agibilità del palazzo non c'è. E tra San Paolo e Garbatella è veramente difficile trovarne. E' possibile che l'amministratore non sappia che ci c'è una pratica di agibilità? E dica comunque "no non c'è" per sbrigarsi?
Spesso ho cercato casa a Decima, il quartiere costruito per i dipendenti pubblici, diventato poi anche quartiere "popolare", le case Rosse non so se hai presente.
Quello di questo link Quartiere INCIS a Decima
Addirittura l'ufficio tecnico del municipio mi disse che per quelle case si sono persi i progetti, oltre che non esserci agibilità. Ti risulta? Grazie mille ancora.
 

Vale@76

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ciao a tutti,

sto per acquistare un appartemanto al piano terra di un piccolo complesso con 4 appartamenti. L'appartamento non ha il certificato di agibilità, ma ha quella sostanziale, solo che l'amministratorte di condominio non si sa ne se esiste ne chi sia proprio perchè è un condominio di 4 gatti. Tra l'altro l'appartamento non partecipa alle spese ordinarie perchè è completamente indipendente dalle parti comuni. Ritenete che sarà possibile in futuro, qualora volessi rivenderlo, ottenete l'agibilità parziale anche atttraverso la segnalazione, oppure meglio farlo fare al proprietario prima del rogito? Che costi potrebbe avere?
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ciao a tutti,

sto per acquistare un appartemanto al piano terra di un piccolo complesso con 4 appartamenti. L'appartamento non ha il certificato di agibilità, ma ha quella sostanziale, solo che l'amministratorte di condominio non si sa ne se esiste ne chi sia proprio perchè è un condominio di 4 gatti. Tra l'altro l'appartamento non partecipa alle spese ordinarie perchè è completamente indipendente dalle parti comuni. Ritenete che sarà possibile in futuro, qualora volessi rivenderlo, ottenete l'agibilità parziale anche atttraverso la segnalazione, oppure meglio farlo fare al proprietario prima del rogito? Che costi potrebbe avere?
Apri una discussione tua.
Questa è esaurita.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno a tutti, mi piacerebbe entrare nel ramo immobiliare, ho provato ad entrare in un'agenzia tramite stage ma i metodi usati sono ancora il porta a porta, telefonate pressanti e mi sono trovata anche ad assistere ad uno scontro che stava sfociando in fisico.. quindi scoraggiata sto pensando di fare il corso per il patentino e trasferirmi a Roma. Vi chiedo qualche consiglio.
Stellina 12 ha scritto sul profilo di francesca63.
Buongiorno @francesca63 sono qui a chiedere di nuovo il tuo aiuto. Oggi mi sono recata in agenzia per mettere in chiaro un po la situazione e parlando mi dicono che l'acquirente potrebbe chiedere il doppio della caparra? Il problema è che io adesso dovrò cercare di risolvere la situazione che mi ritrovo..
Alto