1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. massimovis

    massimovis Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno, volevo delle delucidazioni sul patto di non concorrenza. Lavoravo per una società di agenzia immobiliare con contratto da libero professionista e fatturavo direttamente alla società in caso di vendite da me concluse. Non era previsto nel mio contratto nessun rimborso spese.. Nel contratto che avevo c'era una dicitura che mi vieta di operare, in caso di mie dimissioni, nella provincia per un periodo pari a due anni a meno di risarcire la società di una cifra spropositata.. Secondo me , leggendo il codice civile e vari blog, è la società che dovrebbe risarcirmi di una determinata cifra se vuole che non operi nella medesima zona altrimeni penso che sia una clausula senza valore.. Cosa ne pensa? Grazie e buona giornata
     
  2. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Una post scritto in rosso!! ALLARMISTICO!
     
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Mai sentita una tale stupidaggine... comunque il patto di non concorrenza è disciplinato dagli artt. 2125, 2596 e 1751 del C.C. ed è valido per gli agenti di commercio, i dipendenti ed gli autonomi... senza entrare nei meandri della legge ... credo che non sia applicabile al tuo caso , specie perchè credo che all'epoca dei fatti tu non eri agente immobiliare ( punto primo ) e poi perchè non potevi agire da libero professionista... sinceramente sono portato a credere che sia semplicemente un contratto pasticciato da questa agenzia per piegarlo alle sue esigenze, ma che contiene al suo interno una serie di clausole vessatorie se non addirittura nulle... comunqne per una maggiore sicurezza , non potendo visionare il contratto , sottoponi il tutto ad un buon consulente del lavoro o ad un'avvocato specializzato in diritto del lavoro e chiedi lumi. Fabrizio
     
    A La Capanna e Tobia piace questo messaggio.
  4. massimovis

    massimovis Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ti ringrazio della risposta, ma ti confermo che all'epoca dei fatti ero regolarmente iscritto come agente immobiliare... Effettivamente ho sentito un avvocato, ma volevo avere qualche parere in piu nel caso qualcuno aveva avuto esperienze simili...
     
  5. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il parere è stato........

    Smoker
     
  6. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    divieto di mediare per 2 anni nella provincia :shock:!!!! Questo è racket!!! :shock::shock::shock:
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  7. archiphil

    archiphil Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Si può inserire in un contratto il patto di non concorrenza ma va anche previsto un compenso che va quantificato a priori per compensare i mancati guadagni dipendenti dalla impossibilità da parte tua di operare in quella zona. In caso contrario si tratta di una clausula vessatoria e a totale vantaggio del vecchio datore di lavoro.
     
    A Tobia piace questo elemento.
  8. massimovis

    massimovis Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ti ringrazio per la tua risposta... Nell'ultima parte però ( IN caso contrario ecc..) è a totale SVANTAGGIO del vecchio datore di lavoro?
     
  9. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se nel contratto c'era questa clausola, per evitare che fosse una clausola vessatoria loro cosa si erano impegnati a darti?
    due litri di sangue tipo B rh Negativo al giorno?
     
    A ilragno, La Capanna, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Otto mesi fa, il mio terzo socio ha voluto uscire dalla società (dopo 23 anni di attività...): cosa avrei dovuto fargli ????
    Come minimo ammazzarlo e occultare il cadavere....
     
    A La Capanna, Sim e Tobia piace questo elemento.
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ahhh ecco cos'era quel cattivo odore che veniva dal bagagliaio della tua auto . :sorrisone:
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  13. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    :shock::shock::maligno:
     
  14. Marzia Moreschi

    Marzia Moreschi Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' vero la clausola è vessatoria se non è previsto un adeguato risarcimento per il periodo di non operatività forzata. Alcune agenzie utilizzano un sistema ibrido: ti mettono il patto di non concorrenza per un periodo x che solitamente varia da tre mesi ad un anno ma, contemporaneamente, per lo stesso periodo, ti pagano le provvigioni maturate sui contratti andati a buon fine che rispettino due condizioni: ex cliente ed immobile fatto vedere dall'agente, quindi, presumibilmente, anche trattativa iniziata dall'agente.
     
  15. POGGIBONSI CASE

    POGGIBONSI CASE Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E quanto potrebbe essere un adeguato risarcimento per stare fermo 2 anni??
     
  16. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se il contratto che è stato sottoscritto è un contratto di parasubordinazione ( es. co.co.co. ) il tutto è annullabile ( art. 2596 C.C. )
    Se nel contratto in merito alla clausola di non concorrenza , non è stato specificato nè il corrispettivo economico da corrispondere oltre la normale remunerazione oppure non è stato specificato il limite temporale del patto di non concorrenza ( la giurisprudenza ritiene congruo 5 anni ) il contratto è valido per 5 anni ( art. 2195 C.C. )
    E' da chiarire che il patto di concorrenza , nel momento in cui limita o preclude ogni e possibile attività è nullo sulla base del art. 2596 C.C. e dell'artt. 4 e 35 della Costituzione. Consiglierei quindi in mancanza di sottoporre il contratto ad un avvocato specialista del lavoro. Fabrizio



     
  17. massimovis

    massimovis Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vi ringrazio.. il mio contratto non prevedeva nessun rimborso o fiso, solamente una percentuale sullla vendita da me effettuata presentando mia fattura intestata alla società per cui lavoravo.. se non vendevo non fatturavo...Il mio contratto era di tre anni e la durata del patto di non concorrenza era sino ad un massimo di 2 anni dal termine del rapporto di lavoro; ma non prevedeva nessun compenso durante il contrratto ne tantomeno dopo per rispettare il contratto.. anzi c'era una penale se operavo nella medesima zona....
     
  18. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Credo sia da sottoporre ad un avvocato perchè penso non rispecchi il principio voluto dalla legge... comunque per il futuro prima di firmare un contratto di lavoro o altri contratti specie se atipici o particolari e bene sempre richiedere un parere ad un avvocato o persona specializzata nella materia non fosse altro per sapere cosa si sta definendo. Fabrizio
     
  19. massimovis

    massimovis Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo.. Non nascondo di avere sentito piu avvocati che danno risposte non precise ma piutyttosto vaghe.. Volevo sapere se qualcuno aveva avuto esperienze simili...
     
  20. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per la problematica che hai, credo sia preferibile un buon consulente del lavoro o un avvocato specializzato in causo di lavoro, altri non avendo dimestichezza con la problematica specifica ... interpretano...Fabrizio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina