• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Kisso

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti,
Sono un nuovo iscritto e ho deciso di aprire questa discussione in quanto sto comprando casa per la prima volta e tra le mie mille domande ce ne una alla quale non riesco a darmi risposta.

La casa in questione ha una planimetria leggermente diversa dalla realta, nello specifico in cucina manca un pilastro che nella realta esiste (altri pilastri sparsi nella casa sono segnati), a mio parere sembra che sia un pilastro che è presente anche nell'abitazione sotto, ma nella sua planimetria della abitazione pure non è presente, ho gia segnalato la cosa all'agente ma lui mi ha riferito che se è poco rilevante e che anche lo stesso perito della banca non se ne è accorto.

Come devo comportarmi? è davvero un NON problema? spero di non aver sbagliato categoria nel forum nel caso scusatemi.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Buongiorno a tutti,
Sono un nuovo iscritto e ho deciso di aprire questa discussione in quanto sto comprando casa per la prima volta e tra le mie mille domande ce ne una alla quale non riesco a darmi risposta.

La casa in questione ha una planimetria leggermente diversa dalla realta, nello specifico in cucina manca un pilastro che nella realta esiste (altri pilastri sparsi nella casa sono segnati), a mio parere sembra che sia un pilastro che è presente anche nell'abitazione sotto, ma nella sua planimetria della abitazione pure non è presente, ho gia segnalato la cosa all'agente ma lui mi ha riferito che se è poco rilevante e che anche lo stesso perito della banca non se ne è accorto.

Come devo comportarmi? è davvero un NON problema? spero di non aver sbagliato categoria nel forum nel caso scusatemi.
Magari è solo uno scarico condominiale, non un pilastro a vederli si somigliano, ma spesso nelle aree servizio sono soltanto passaggi di tubi. Se è qualcosa di molto evidente allora un architetto dovrà verificare prima di tutto cos'è e poi procurarsi la planimetria comunale, se in Comune è regolarmente rappresentato allora allineerà la planimetria catastale, se in comune non esiste allora saprà consigliarti, se si tratta di 30 cm di sporgenza dal muro, credo sia irrilevante
 

Kisso

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
B
Magari è solo uno scarico condominiale, non un pilastro a vederli si somigliano, ma spesso nelle aree servizio sono soltanto passaggi di tubi. Se è qualcosa di molto evidente allora un architetto dovrà verificare prima di tutto cos'è e poi procurarsi la planimetria comunale, se in Comune è regolarmente rappresentato allora allineerà la planimetria catastale, se in comune non esiste allora saprà consigliarti, se si tratta di 30 cm di sporgenza dal muro, credo sia irrilevante
Grazie mille per la risposta.

Sperando che possa essere utile ad altri utenti che come me sono alle prime armi con queste situazioni ho messo in allegato la parte interessata che nella planimetria viene segnata come un angolo a 90 gradi senza rialzi particolari, invece come si può vedere forse come dici tu sono soltanto i passaggi dei tubi e quindi non vanno messi nella planimetria? la casa fu costruita nel 1970 e magari non era prassi mettere questa rilevanza, avevo ipotizzato che magari era voluta come cosa, ma non mi spiegavo il perché solo quel pilastro non è stato inserito e gli altri invece si.

Vedi l'allegato 18295
 

Allegati

marcanto

Membro Senior
Professionista
Il riferimento "principe" è il titolo edilizio e le planimetrie per esso depositate.
E' il titolo edilizio che conferisce legittimità all'immobile e a cui stato di fatto e dichiarazione catastale che si devono allineare.
quindi come prima cosa si deve reperire il titolo edilizio e poi procedere ai controlli successivi
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
B


Grazie mille per la risposta.

Sperando che possa essere utile ad altri utenti che come me sono alle prime armi con queste situazioni ho messo in allegato la parte interessata che nella planimetria viene segnata come un angolo a 90 gradi senza rialzi particolari, invece come si può vedere forse come dici tu sono soltanto i passaggi dei tubi e quindi non vanno messi nella planimetria? la casa fu costruita nel 1970 e magari non era prassi mettere questa rilevanza, avevo ipotizzato che magari era voluta come cosa, ma non mi spiegavo il perché solo quel pilastro non è stato inserito e gli altri invece si.

Vedi l'allegato 18295
Sembrerebbe una canna fumaria condominiale infatti anche la tua caldaia si innesta li, molto probabilmente ci sarà uno o più tubi che passano all'interno di quel "rettangolo", se vuoi approfondire va sempre bene ma non penso tu possa avere problemi, è capitato di recente anche ad un nostro investitore e ricordo che l'architetto, visto che non era un pilastro ma una canna fumaria, è andato avanti con la pratica tecnica disegnando semplicemente la canna fumaria che prima non c'era, o meglio disegnando il profilo del muro in modo più esatto, nessuno ha avuto da eccepire neppure in Comune, fai vedere il tutto ad un architetto, penso possa darti una parola definitiva
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Lo spessore di quella sporgenza è pari ad una piastrella, 20 cm?, ; le planimetrie catastali sono in scala 1:200
Sul disegno equivalgono ad un … mm

Mi auguro che ci sia ancora il senso delle proporzioni!
 

brina82

Membro Senior
Professionista
B


Grazie mille per la risposta.

Sperando che possa essere utile ad altri utenti che come me sono alle prime armi con queste situazioni ho messo in allegato la parte interessata che nella planimetria viene segnata come un angolo a 90 gradi senza rialzi particolari, invece come si può vedere forse come dici tu sono soltanto i passaggi dei tubi e quindi non vanno messi nella planimetria? la casa fu costruita nel 1970 e magari non era prassi mettere questa rilevanza, avevo ipotizzato che magari era voluta come cosa, ma non mi spiegavo il perché solo quel pilastro non è stato inserito e gli altri invece si.

Vedi l'allegato 18295
A rigore si dovrebbe vedere nella planimetria, ma non esageriamo, una cosa del genere potrebbe passare, dai...

Dovrai fare lavori interni all'immobile?
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Non è un pilastro ma un "cavedio" in cui passano gli impianti dell'abitazione
possono essere indicati o meno sulle piantine catastali, è indifferente

mi preoccuperei più della caldaia in cucina
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Non è un pilastro ma un "cavedio" in cui passano gli impianti dell'abitazione
possono essere indicati o meno sulle piantine catastali, è indifferente

mi preoccuperei più della caldaia in cucina
Nessuno mi ha saputo mai dare delucidazioni al riguardo: sia nella planimetria catastale che in quella del progetto, si possono omettere secondo te? Anche per i pilastri...?

(un tempo si consegnava prima l'architettonico al comune, e poi l'Ingegnere faceva lo strutturale, e quasi mai vi erano varianti...)
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Nessuno mi ha saputo mai dare delucidazioni al riguardo: sia nella planimetria catastale che in quella del progetto, si possono omettere secondo te? Anche per i pilastri...?

(un tempo si consegnava prima l'architettonico al comune, e poi l'Ingegnere faceva lo strutturale, e quasi mai vi erano varianti...)
Certamente …. si omettevano nelle planimetrie presentate agli acquirenti “sulla carta”, che poi in realtà si trovavano spesso una “colonna” proprio nel mezzo di una parete che avevano immaginato continua e adatta a posizionare un armadio ,…..
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Beh, non ho certezze, ma nè le pratiche autorizzative, nè quelle catastali sono interessate a verificare la presenza di cavedi, a meno che non siano di dimensioni abnormi...
quindi che ci sia o meno una risega cambia poco.

che poi in realtà si trovavano spesso una “colonna” proprio nel mezzo di una parete che avevano immaginato continua e adatta a posizionare un armadio
con un bravo progettista, un bravo DL e una ditta indirizzata accuratamente queste cose non succedono
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Beh, non ho certezze, ma nè le pratiche autorizzative, nè quelle catastali sono interessate a verificare la presenza di cavedi, a meno che non siano di dimensioni abnormi...
quindi che ci sia o meno una risega cambia poco.



con un bravo progettista, un bravo DL e una ditta indirizzata accuratamente queste cose non succedono
Come sostenuto tante volte, basterebbe mettere come obbligo degli "as built" al completamento di ogni pratica edilizia...
 

Abacus

Membro Attivo
Professionista
nelle vecchie planimetrie si omettevano.. oggi non sarebbe cosi. detto questo, visto che l'appartamento mi pare da ristrutturare, è probabile che il tuo tecnico a fine lavori sarà chiamato a rifare la planimetria nuova e li potrà inserirla.
 

marcanto

Membro Senior
Professionista
si omettevano nelle planimetrie presentate agli acquirenti “sulla carta”, che poi in realtà si trovavano spesso una “colonna” proprio nel mezzo di una parete che avevano immaginato continua e adatta a posizionare un armadio ,…..
ancora oggi qualcuno continua a omettere i pilastri nell'architettonico.
Non è un modo di fare ma, a mio avviso, una scarsa/poca dimestichezza con il ragionamento/ingegno strutturale........che invece dovrebbe essere la griglia e l'ossatura su cui realizzare ogni buon progetto architettonico.
In questo "approccio" si pecca principalmente in fase formativa del tecnico, nel senso che sui tavoli di scuola e università non si impone una cognizione sinergica tra strutturale e architettonico.
Questo almeno secondo le mie esperienze .......gli altri forse potranno anche smentirmi.
Personalmente mai fatto architettonico senza prevedere lo strutturale.

con un bravo progettista
sarebbe sufficiente.......poi il resto vien da se.
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Convengo che un bravo progettista dovrebbe basarsi sul reticolo strutturale, nella disposizione degli ambienti.

Per la verità io mi riferivo però ad un altro genere di malefatta: non tanto riferibile al progettista, bensì all'impresario, che propinandoti una planimetria "neutra" , non evidenzia i vincoli effettivi del lavoro finito, mascherando i difetti.

Il caso citato non era accademico...
E non ho potuto evitarlo e rimediare: invece durante un sopraluogo in fase di tracciamento delle tramezze, mi ero accorto che in quello che sarebbe diventato uno sgabuzzino, si stava creando un'altra resega ottenuta dalla lunghezza /larghezza di un mattone; chiesta la ragione, il muratore mi aveva risposto che gli era stato chiesto di farla per incamerare delle tubazioni portate al sottotetto.
Quando gli ho fatto presente la assurdità, (a quel punto preferivo che quei tre tubi rimanessero a vista semmai in un angolo dello sgabuzzino, lui con un sorriso, mi ha risposto: glielo tolgo e annegherò i tubi nella tramezza esistente. Oggi lo sgabuzzino è ... perfettamente quadro
 

brina82

Membro Senior
Professionista
ancora oggi qualcuno continua a omettere i pilastri nell'architettonico.
Non è un modo di fare ma, a mio avviso, una scarsa/poca dimestichezza con il ragionamento/ingegno strutturale........che invece dovrebbe essere la griglia e l'ossatura su cui realizzare ogni buon progetto architettonico.
In questo "approccio" si pecca principalmente in fase formativa del tecnico, nel senso che sui tavoli di scuola e università non si impone una cognizione sinergica tra strutturale e architettonico.
Questo almeno secondo le mie esperienze .......gli altri forse potranno anche smentirmi.
Personalmente mai fatto architettonico senza prevedere lo strutturale.


sarebbe sufficiente.......poi il resto vien da se.
Facendo per molti anni strutture... ne ho viste di porcate. Solo una volta mi capitò un villino ragionato per bene: nel piano superiore si restringeva esattamente in corrispondenza di dove erano stati pensati i pilastri nell'architettonico.
 

marcanto

Membro Senior
Professionista
......all'impresario, che propinandoti una planimetria "neutra" , non evidenzia i vincoli effettivi del lavoro finito, mascherando i difetti.
Se a monte viene fatto una ideazione sinergica tra strutturale e architettonico.....le planimetrie deputate dei pilastri non darebbero problemi.
La questione è proprio a monte nella fase sinergica che non sempre esiste.
Un'alta problema che spesso non si evidenzia e' l'ingombro di apertura delle porte a battente....spesso si indica la presenza della porta ma non il suo ingombro di apertura quindi poi magari metti un letto o armadio e ti accorgi che la porta ci sbattere sopra.....sono altri errori voluti o inconsapevoli che vanno risolti sempre a monte.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Grazie per tutti i suggerimenti all'uso del forum
marcodelia94 ha scritto sul profilo di Elena.
Buongiorno Elena.. mi sono registrato a questo forum solo per scriverle e che purtroppo sto avendo lo stesso identico problema con l'acquisto della mia prima casa. Io vengo da IntesaSanPaolo e il venditore CheBanca! volevo sapere se infine aveva risolto il suo problema e come o se è ancora bloccata in questa situazione.. nel caso le dico alcune alternative che noi stiamo adottando. Grazie mille.
Alto