1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giustaggio

    giustaggio Membro Junior

    Agente Immobiliare
    cerchero di essere piu sintetico e preciso,
    ex agente immobilaire toscano immobiliare, ormai 28 enne , decido di aprir eil mio ufficio , a casa,
    vi speigo parlo di un piano terra indipendente in un complesso residenziale , in affitto , munito di due entrate indipendenti. 3 camere, 2 le vorrei adibire ad ufficio , aperto o chiuso al publico , di fronte a 10 metri enorme supermercato che mi porta gente, ora devo capire se trasformare tutto in ufficio a10 , o poter lasciare cosi , mettere un applique fuori col citofono e una grande insegna , oppure
    non poterlo fare visto che il proprietario non mi fa fare cambio destinazione ufficio.
     
  2. enzo6

    enzo6 Ospite

    se hai sottoscritto un contratto di affitto uso abitativo ed il proprietario non vuole fare modifica uso ufficio al catasto/contratto non capisco cosa tu voglia fare.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  3. giustaggio

    giustaggio Membro Junior

    Agente Immobiliare
    grazie per la risposta, non ho sottoscritto ancora nulla , il proprietario mi invita ad aprire l agenzia immobiliare , ma non vuole fare destinazioni d uso , vuole che lavoro cosi con l uso abitativo , ma non so se qualcuno mi faccia obiezione se vivo e lavoro li , d altro canto se uso abitativo non posso fare un contratto affitto come ufficio essendo a 7
     
  4. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Lascialo abitativo ma non puoi mettere l'insegna.
     
    A studiopci piace questo elemento.
  5. enzo6

    enzo6 Ospite

    nessuno ti impedisce di vivere in un appartamento ed utilizzare una stanza uso ufficio. Tuttavia non potrai detrarre il canone locazione e spese utenze se non in parte(senti il commercialista). Per l'insegna eviterei di apporla.
     
    A m.barelli e studiopci piace questo messaggio.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' una discussione che abbiamo fatto più volte, con esiti contraddittori.

    Conosco molte persone che hanno casa e ufficio nell'appartamento ad uso residenziale in cui abitano e so che hanno fatto contratti ad uso promiscuo, con la possibilità di detrarre le spese per la parte destinata ad ufficio...

    Dipenderà molto anche da comune in cui si opera...
     
  7. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Le spese di locazione e utenze si possono detrarre al 50%, meglio che niente:confuso:, io sono nella tua stessa identica situazione, senza insegna però!;)
     
  8. giustaggio

    giustaggio Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Ok immagino che si puo fare l uso promisco anche se abitazione , non posso apporre insegne , e la cancellata deve esser chiusa. Posso fare publicita pero su strada con insegna publicitaria e una freccia invece che scrivere l insegna sulla palazzina secondo voi
     
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Potresti informarti presso l'ufficio del tuo Comune (a livello informale, così non rischi che vengano a controllare).
     
  10. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Può darsi che il condominio ti conceda di mettere una targa....
    La pubblicità per strada con insegna ?
    Certo che la puoi fare, basta che paghi. A Bologna ho visto perfino una insegna pubblicitaria infilata dentro a un vaso ma dentro a un complesso ospedalier:shock:vviamente l'agente era stato autorizzato dall'Ospedale.;)
     
  11. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Una cosa, secondo me, da chiarire preliminarmente è se il Proprietario intenda usufruire del regime della cedolare secca che, come è noto, non può essere applicato nelle locazioni non abitative. In tal caso la situazione, pur essendo più delicata, potrebbe non essere irrisolvibile, nel senso che potrebbero configurarsi due passaggi e due responsabilità diverse. ll Proprietario ed il Conduttore sottoscrivono un contratto di locazione abitativa (che dovrebbe, almeno secondo me, comunque rimanere nei fatti l'attività prevalente); poi il Conduttore adibisce una parte dell'unità immobiliare alla propria attività lavorativa e detrae le relative spese in proporzione delle rispettive superfici.
    Ciò potrebbe essere in linea con la destinazione urbanistica residenziale che comprende di solito anche l'attività degli Studi professionali privati ed in linea con il criterio per cui alcune attività professionali possono essere esercitate non obbligatoriamente in un immobile di categoria A10.

    Se poi l'insegna è di dimensioni contenute mi sembrerebbe non esserci ostacoli a che possa essere installata, anche eventualmente con l'applique. Sarebbe interessante verificare se ciò possa essere in linea con il discrimine dimensionale fra insegne di libera installazione (comunque da fare approvare dal Condominio) e quelle di dimensioni più grandi, per le quali occorre una apposita autorizzazione comunale.

    Fino qui si è parlato di Studi professionali, soluzioni ed ambiti diversi che pure sembra esistano potrebbero sembrare, almeno a prima vista, più forzate.

    Un saluto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina